Carocci editore - La scuola con le grucce

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
La scuola con le grucce

La scuola con le grucce

L'istruzione elementare nel Basso ferrarese in età liberale

a cura di: Giuseppe Inzerillo, Vincenzo Bonazza

Edizione: 2007

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788843040179

  • Pagine: 148
  • Prezzo:14,90 12,67
  • Acquista

In breve

Il volume accompagna il lettore in un viaggio attraverso le molteplici problematiche che hanno caratterizzato l'istruzione elementare nel periodo liberale (1859-1920), con riferimento particolare alla scuola del Basso ferrarese. Sono affiorate vicende di una vita scolastica sostenuta sulle grucce, spesso tanto penose da risultare quasi incredibili. Generazioni di alunni ed insegnanti di Comacchio, Codigoro, Mesola, Migliarino, Lagosanto e di tante altre zone emarginate sono così emerse, pagina dopo pagina, come folla indistinta di anonimi personaggi crepuscolari e disarmati, in una periferia pedagogica in gran parte priva di strade, aule, mense, strumentazione didattica, palestre sportive, alimentazione adeguata, servizi pubblici di trasporto, strutture sanitarie efficienti, abitazioni decorose, biblioteche pubbliche disponibili, relazioni sociali gratificanti.

Indice

Presentazione di Andrea Cappelli Introduzione di Giuseppe Inzerillo 1. Nascita della scuola elementare in Italia di Vincenzo Bonazza 1.1. Scarso interesse per la scuola elementare 1.2. Immobilismo politico 1.3. Alfabeto sì, ma… a piccole dosi! 1.4. Qualcosa si muove… 1.5. La condizione magistrale 1.6. Per non concludere Riferimenti bibliografici 2. Dalla legislazione scolastica subalpina alla scuola popolare nel Delta padano tra fine Ottocento e primi anni del Novecento di Giuseppe Inzerillo 2.1. Considerazioni introduttive 2.2. Dalla relazione Barbaro a quella Tommasi 2.3. Potenzialità e limiti della legge Casati 2.4. I Te Deum di Mesola 2.5. Dalla legge Coppino all'ottimismo del ministro Rava 2.6. Nascita del patronato scolastico 2.7. La refezione scolastica 2.8. Durata dell'anno scolastico e giorni di vacanza 2.9. L'invenzione della scuola popolare 2.10. L'edilizia scolastica 2.11. Lingua e dialetto nel ferrarese: le raccomandazioni dell'ispettore Dalmasso 2.12. La via crucis dei maestri 2.13. L'apostolo dell'educazione 2.14. Nuovi interventi statali Riferimenti bibliografici 3. Quando l'alfabeto incontra la miseria. Le testimonianze degli insegnanti comacchiesi di Vincenzo Bonazza e Lorella Zanellati 3.1. Il comune lagunare 'garante' dell'istruzione 3.2. Lavoro minorile e distanza dalle scuole 3.3. I locali raccontano la scuola 3.4. Insegnare dottrina e povertà Riferimenti bibliografici 4. La scuola popolare nel Comune di Migliarino: primo approccio alla ricerca di Marco Bergami 4.1. Premessa: condizione dell'archivio consultato e impostazione del lavoro 4.2. Femminilizzazione dell'insegnamento elementare 4.3. Rapporti tra l'amministrazione comunale e i maestri 4.4. Libri di testo e strumentazione scolastica 4.5. Orari scolastici 4.6. Condotta scolastica e conflittualità tra maestri e genitori Riferimenti bibliografici 5. Scuole prima e dopo l'Unità d'Italia. L'istruzione popolare a Codigoro di Giovanni Raminelli 5.1. La scuola nel periodo preunitario 5.2. Anche a Codigoro… arriva la legge Casati! 5.3. Nell'anno scolastico successivo… 5.4. Dalla bonifica del territorio al nuovo assetto sociale Riferimenti bibliografici