Carocci editore - La tribù degli antichisti

Password dimenticata?

Registrazione

La tribù degli antichisti

Andrea Cozzo

La tribù degli antichisti

Un'etnografia ad opera di un suo membro

Edizione: 2006

Ristampa: 1^, 2017

Collana: Aglaia

ISBN: 9788843038831

  • Pagine: 288
  • Prezzo:20,90 17,77
  • Acquista

In breve

Un grecista studia qui antropologicamente il territorio, le pratiche e le idee – quelle cosiddette scientifiche – della sua 'tribù'. Esplicitando il proprio posizionamento, scettico nei confronti della cultura studiata (come dev'essere l'antropologo riguardo al suo oggetto di ricerca) e nonviolento (cioè desideroso di un mondo in cui lo studio non sia alienato dai bisogni sociali e i conflitti vengano gestiti costruttivamente), l'autore analizza il campo della grecistica e i modi in cui esso si struttura come ambito disciplinare, con i suoi miti, eroi fondatori, criteri di validità, stili di scrittura. L'approccio storico-filologico e le nozioni di metodo, confutazione, progresso, non meno di quelle relative ai contenuti disciplinari (autore, opera, frammento; ma anche filosofia, storia e via dicendo), risultano fare sistema, tra loro e con un preciso contesto tecnico (l'università) e politico (la nazione): solo dentro tale cornice, infatti, appare giustificato ciò che un osservatore esterno alla tribù avrebbe ragione di considerare un ammasso di credenze insostenibili. L'analisi intende sollecitare il lettore a interrogarsi su come si possa fare scienza in modo più consapevole: facendo attenzione agli effetti di potere insiti in ogni sapere, infatti, si potrà forse contribuire a ridurre la violenza nel mondo, spesso frutto della credenza ingenua nell'ovvietà del proprio modo di pensare.

Indice

Introduzione. L'antropologia della tribù dei grecisti come contributo alla riflessione epistemologica, didattica e, soprattutto, sociale 1. Una doppiezza: due pesi e due misure 2. Un'altra doppiezza: ogni ricostruzione è socialmente determinata... tranne la 'nostra' 3. Ignoranti e professionisti 4. Uno studio del nostro punto di vista 1. Il territorio, il modo di vivere e di riprodursi e l'organizzazione del lavoro dei grecisti 1.1. Costumi e psicologia 1.1.1. Scienza e reti di potere / 1.1.2. Attività didattica 1.2. Pragmatica della comunicazione scritta: generi letterari e contesti 1.2.1. I generi scientifici tra accademia e mercato / 1.2.2. Manuali (la scienza per chi la apprende) / 1.2.3. Traduzioni e servizio alla società / 1.2.4. Agit-prop 1.3. Letteratura greca, storia della letteratura greca e altri miti in forma di disciplina 1.3.1. Intrecci di presupposti / 1.3.2. Racconti disciplinari: modi di esposizione / 1.3.4. Racconti disciplinari: forme di scrittura e stili 2. Cosmologie. Scienza e non-scienza dell'antichità (greca) 2.1. Tipo di attività (leggere o studiare') 2.2. Approcci cosiddetti prescientifici (quando la letteratura greca non esisteva) 2.2.1. Moderni 2.3. Approcci cosiddetti scientifici (della critica e dell'accademia) 2.3.1. La stirpe degli eroi / 2.3.1.1. Il fondatore, i compagni, gli antenati /2.3.1.2. Un sapere per l'università e per la nazione / 2.3.2. Umanesimi (ogni tribù vuole i suoi barbari, o peggio i suoi non-uomini) / 2.3.3. La tribù nell'epoca della globalizzazione / 2.3.3.1. L'apertura oltre lo storicismo e gli Umanesimi / 2.3.3.2. Ermeneutica / 2.3.3.3. Sociologia, storia culturale, antropologie, nonviolenza 2.4. Concetti fondativi di una forma di conoscenza autoritaria 2.4.1. Metodo, topica e domande giuste / 2.4.2. Confutazione e progresso / 2.4.3. Completezza bibliografica... e un esempio riassuntivo 3. Alcune credenze scientifiche 3.1. Grafocentrismo e letteratura 3.2. Periodizzazioni 3.3. Geografie 3.4. Metafore, ovvero: lo studio dei Greci come se servissero a che cosa' 3.5. Fenomeni culturali e concetti letterari. Importanza assegnata ad alcuni autori, opere o fenomeni e loro categorizzazione 3.5.1. L'autore e il nesso autore-opera / 3.5.2. Frammenti / 3.5.3 Filosofia / 3.5.4. Presocratici / 3.5.5. Lirici / 3.5.6. Storia 4. Parole e pratiche della filologia 4.1. Ogni membro della tribù sa che... 4.2. Filologia e antistregoneria 4.2.1. Sapere fondamentale e specialistico / 4.2.2. Teoria chiara e prudente / 4.2.3. ...e flessibile 4.3. In che modo le contraddizioni interne alle credenze e ai comportamenti della corporazione vengono eliminate 4.3.1. Separazione tra scienza (o arte) e singolo operatore / 4.3.2. Esistenza di sottoregole ad hoc / 4.3.3. «Essi ragionano in modo eccellente nell'idioma delle loro credenze» / 4.3.4. La forma e la verità. Edizioni critiche ed emarginazione / 4.3.5. Poteri / 4.3.6. Un sistema omeostatico' Bibliografia/ Indice dei nomi / Indice delle cose e dei concetti notevoli