Carocci editore - Le case per il popolo a Torino

Password dimenticata?

Registrazione

Le case per il popolo a Torino

Maria D'Amuri

Le case per il popolo a Torino

Dibattiti e realizzazioni. 1849-1915

Edizione: 2006

Collana: Comitato di Torino per la Storia del Risorgimento Italiano

ISBN: 9788843038251

  • Pagine: 288
  • Prezzo:30,90 29,35
  • Acquista

In breve

Il volume ripercorre i dibattiti e le iniziative che si susseguirono nell'ambito dell'edilizia popolare torinese, dagli anni risorgimentali sino alla prima guerra mondiale. In tale arco cronologico, la narrazione focalizza la percezione delle problematiche abitative, le soluzioni messe in campo, l'influenza sulla pianificazione edilizia, non limitandosi agli aspetti progettuali e urbanistici. Senza rinunciare al confronto con l'esperienza nazionale, tale prospettiva restituisce per tanto il ruolo di un ampio dibattito, coarcervo di fondamenti tecnici, preoccupazioni sanitarie e risvolti di regolamentazione giuridica. Esso incise in profondità sull'organizzazione del settore, tramutandone gli esiti in strumenti congeniali alla sollecitazione del consenso. Dall'iniziale presa di coscienza dell'inadeguatezza delle case per i meno abbienti, si dipanò così un'ampia vicenda che superò con fatica l'originaria impostazione paternalistica per rispondere a esigenze poste dalle prime organizzazioni politiche e sindacali di massa.

Indice

Introduzione/ Abbreviazione e fondi archivistici/ 1.Le case per gli operai a Torino fra Risorgimento e Unità d'Italia 1.1Il consiglio comunale e l'abitazione per i poveri 1.2La 'commissione per arrivare ai mezzi di migliorare la condizione dei proletarii con provvedimenti di sane e appropriate abitazioni' 1.3Le case per gli operai tra filantropia e organizzazione economica 1.4Case operaie e orgoglio di classe 2.L'igiene dell'abitato e le politica del risanamento 2.1Precarietà igienica e degrado urbano: il Borgo del Meschino 2.2Torino igienista e il piccone demolitore 2.3La tutela igienica e l'organizzazione sanitaria del regno 2.4Torino alla fine dell'Ottocento: l'iniziativa privata dinanzi alla carenza di abitazioni 3.Dibattito ideologico e confronto politico 3.1Il tema dell'edilizia popolare in apertura di Novecento 3.2Il problema della casa e il partito socialista 3.3Ordine sociale e edilizia economica: Luigi Luzzatti, le origini del movimento per le case popolari in Italia e la regolamentazione legislativa 3.4L'iter parlamentare della legge sulle case popolari 3.5La municipalizzazione dei servizi e la questione delle case operaie 4.Il problema delle abitazioni a Torino fra Ottocento e Novecento 4.1Le case per i meno abbienti e i socialisti torinesi 4.2Le elezioni amministrative del 1899 e gli esordi dell'impegno militante di Giulio Canalini 4.3La questione delle abitazioni e il censimento del 1901 4.4Dopo il censimento del 1901: 'in cerca di una soluzione' 5.La Società torinese per abitazioni popolari 5.1La costituzione della Società torinese per abitazioni popolari 5.2L'amministrazione della STAP fra strategie nobiliari e sovrapposizioni di potere 5.3L'attività della STAP fra edilizia popolare e gerarchie sociali 6.Iniziative edilizie nei primi anni del Novecento: assistenzialismo e cooperazione 6.1Le case dell'Istituto delle Opere Pie di San Paolo 6.2La società coooperativa per abitazioni civili 6.3La questione della casa e l'organizzazione delle categorie professionali 6.4Antonio Vandone e le case popolari 7.Intervento pubblico e organizzazione privata 7.1La questione della casa e il rincaro degli affitti 7.2Il comitato contro il rincaro degli affitti e l'inchiesta – referendum sulle abitazioni popolari 7.3Il problema delle abitazioni popolari a Torino secondo Giulio Canalini 7.4Le abitazioni fatiscenti del centro storico 8.La costituzione e l'opera dell'Istituto per le case popolari di Torino 8.1La nascita dell'Istituto per le case popolari di Torino fra divergenze ideologiche e conflittualità politica 8.2Ente autonomo o azienda municipale' 8.3Il primo piano di intervento edilizio dell'Istituto per le case popolari di Torino 8.4L'interruzione dell'attività edilizia e il problema delle locazioni 8.5Il fenomeno degli sfitti:pianificazione edilizia e utenza sociale 9.La legge Luzzatti e lo sviluppo dell'edilizia popolare 9.1Il movimento per le case popolari e la riforma legislativa 9.2Giulio Canalini e le case degli impiegati 9.3Gli sviluppi dell'edilizia popolare italiana