Carocci editore - Sapere scientifico e modernità

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner

In breve

Il sapere scientifico è uno degli aspetti costitutivi della modernità. Nell'epoca attuale, tuttavia, le condizioni in cui esso è prodotto sono profondamente cambiate. I suoi ambiti diventano sempre più specialistici e gli strumenti della ricerca sempre più complessi. Inoltre gli scienziati, da depositari di verità incontestabili, sono diventati portatori di un sapere più problematico rispetto al passato, e l'opinione pubblica non è più disposta ad affidarsi a loro ciecamente. Il volume illustra la portata di queste trasformazioni che rappresentano una delle grandi questioni da affrontare per comprendere la società contemporanea.

Indice

Introduzione 1. Elementi per una teoria della crisi della scienza/Premessa/La scienza nella Prima guerra mondiale/La scienza, l'energia nucleare e le bombe/Scienza, ideologia, razza/ Gli scienziati riflettono sulla crisi/ Chernobyl/ Per riassumere… 2. Il rapporto della scienza con la sociologia e la società/Premessa/I programmi più radicali della sociologia della scienza/La crisi della scienza secondo Pierre Bourdieu/Ulrich Beck e la nozione di scienza riflessiva/ Una ricerca su scienza e comunicazione/ Scienziati (e non solo) a caccia di voti/ Per riassumere… 3. Dallo scienziato come depositario di verità al declino del suo ruolo/Premessa/ Scienziati e profani/La scienza e la funzione di lenire l'angoscia/Scienza e responsabilità individuale/Per riassumere… 4. Dinamiche che trasformano la scienza/ Premessa/La segmentazione dei saperi e il lavoro di équipe/La dipendenza da strumenti prodotti altrove/Le conseguenze/ Per riassumere… 5. Una proposta a partire da Max Weber/ Premessa/Weber e le scienze naturali/L'ethos dello scienziato/Il carattere paradossale della razionalità/La responsabilità dello scienziato/ Per riassumere… / Bibliografia.