Carocci editore - La vittoria smarrita

Password dimenticata?

Registrazione

La vittoria smarrita

Andrea Baravelli

La vittoria smarrita

Legittimità e rappresentazioni della Grande Guerra nella crisi del sistema liberale (1919-1924)

Edizione: 2006

Collana: Saggi e monografie del Dip. Discipline storiche Univ. Bologna

ISBN: 9788843037537

  • Pagine: 232
  • Prezzo:19,10 18,15
  • Acquista

In breve

Nel novembre 1918 il nostro paese sembrava destinato a un grande futuro: l'immensa prova della guerra mondiale era stata superata, l'Italia aveva retto a un'enorme pressione e aveva acquisito uno status internazionale di rilievo. In tale contesto, qualsiasi discorso politico imperniato sul tema della "lezione" da trarre dalla guerra rappresentava, oltre che un fondamentale strumento di legittimazione per gli attori politici, un importante vettore di aggregazione. La storiografia nazionale ha poco riflettuto sui motivi per cui una così formidabile risorsa retorica e politica non fu adeguatamente utilizzata per stabilizzare il sistema liberale. L'entusiasmo generato dalla vittoria, come le speranze di un domani che fosse nel segno del progresso e della democrazia, in breve si trasformò in un semplice ricordo. Prendendo in esame il "linguaggio della guerra", nel corso delle campagne elettorali come all'interno delle aule parlamentari, questo volume esplora le potenzialità di quel mito e i motivi del suo fallimento.

Indice

Ringraziamenti / Introduzione / Parte prima. La guerra in campagna elettorale/ 1. Desiderata e piste d'indagine 2. Le "regole del gioco" elettorale e la loro trasformazione 3. La retorica elettorale e il mito della "lezione della guerra" 4. Le forze politiche italiane, le liste elettorali e la guerra 4.1. Le forze in campo 4.2. Simboli di pace, simboli di guerra: i nomi e i contrassegni di lista quale strumento interpretativo 4.3. La retorica della guerra nel discorso politico dei partiti italiani 4.4. I candidati e la guerra Parte seconda. La guerra in Parlamento 5. Il Parlamento: luogo della politica e snodo cruciale della crisi liberale 6. Celebrare la guerra, acclamare la nazione, onorare il Parlamento 6.1. La scenografia 6.2. Attori e comparse della rappresentazione simbolica 6.3. La sceneggiatura e le parole patriottiche 7. Parole solenni fra rito e persuasione: i discorsi della Corona e i discorsi programmatici dei nuovi governi 7.1. I discorsi della Corona 7.2. I discorsi programmatici dei nuovi governi 8. Dalle "stellette" alla "medaglietta" 8.1. Gli ex combattenti a Montecitorio 8.2. L'attività parlamentare degli ex combattenti 9. Un'eredità della guerra non preventivata: la violenza in aula 9.1. L'analisi quantitativa 9.2. L'analisi qualitativa 10. Conclusioni / Appendice / Indice dei nomi.