Carocci editore - La Carta per la cittadinanza sociale

Password dimenticata?

Registrazione

La Carta per la cittadinanza sociale

La Carta per la cittadinanza sociale

L'esperienza della Regione Abruzzo

a cura di: Associazione Focolare Maria Regina

Edizione: 2006

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788843037223

  • Pagine: 200
  • Prezzo:17,80 15,13
  • Acquista

In breve

Nell’ultimo decennio si è andato delineando un nuovo rapporto tra Amministrazione Pubblica e cittadino, che vede la progressiva affermazione di un nuovo concetto di cittadinanza: da un lato ’pubblico’ non è più solo inteso come ’pubblica amministrazione’, dall’altro ’cittadino’ non è più ’suddito’ o ’paziente’, né diventa ’cliente’, bensì rappresenta un soggetto portatore di diritti che può far sentire la propria voce. Diverse sono le esperienze di partecipazione all’attività della Pubblica Amministrazione, di trasparenza ed efficacia dell’azione amministrativa, di semplificazione delle procedure, che vedono il passaggio da una tradizione burocratica ed ottocentesca ad una nuova pratica, ispirata a criteri di efficienza ed efficacia, che resta al servizio del cittadino creando inedite forme di interazione. Tali aspetti divengono ancor più significativi quando si tratta di politiche sociali e di diritti sociali delle persone svantaggiate o escluse. Fra gli strumenti di partecipazione e garanzia dei diritti è emersa in questi ultimi anni l’esperienza delle Carte per la cittadinanza sociale, che, a differenza della Carta dei servizi, non sono documenti autoreferenziali – che descrivono cioè le mere prestazioni e i servizi fruibili da parte degli utenti – ma nascono da un processo partecipato di costruzione della cittadinanza attiva. Poche sono le sperimentazioni messe in atto dalle Regioni italiane. Questo libro descrive ed analizza l’esperienza della Regione Abruzzo, realizzata, attraverso il progetto pilota Carte.s, in 28 dei 35 ambiti sociali territoriali della Regione. Il lavoro, oltre a presentare esempi di carte attuate, sottolinea la strategia adottata per la realizzazione del progetto Carte.s, indicando il modello operativo prescelto e riportando anche i documenti redatti dal Gruppo di lavoro che ne ha curato l’elaborazione.

Indice

Parte prima La sperimentazione della Regione Abruzzo: strategie e metodologia 1. Carte.S – Carte per la cittadinanza sociale. Interferenze, linee-guida, metodo, partecipazione: questioni e scelte delicate di Graziano Maino 1.1. Premessa 1.2. Carte per la cittadinanza sociale 1.3. Interferenze o sinergie’ 1.4. Costruzione attraverso il metodo del coordinamento aperto 1.5. Linee-guida per innescare sviluppi progressivi 1.6. Partecipare senza delegittimare il capitale istituzionale 1.7. Sintesi e prospettive 2. La Carta per la cittadinanza sociale: un nuovo strumento di governance e accountability in materia di politiche sociali di Gianluca Antonucci 2.1. Introduzione 2.2. Definizione di Carta per la cittadinanza sociale 2.3. L’esperienza della Regione Abruzzo 2.4. La Carta per la cittadinanza sociale come strumento di governance 2.5. La Carta per la cittadinanza sociale come strumento di accountability 2.6. Carta per la cittadinanza sociale e Carte dei servizi 2.7. Conclusioni 3. Mapping delle opportunità sociali e definizione dei bisogni sociali del territorio: linee-guida e metodologia della ricerca di Walter Nanni 3.1. Premessa: l’elemento di novità del ’modello abruzzese’ nella rilevazione del profilo di comunità 3.2. Il disegno della ricerca 3.3. Il modello organizzativo prescelto 3.4. Percorso I: l’analisi delle opportunità sociali del territorio 3.5. Percorso II: l’analisi dei bisogni sociali del territorio Parte seconda Gli strumenti per la costruzione della Carta per la cittadinanza sociale Linee-guida sulla Carta per la cittadinanza sociale. Schema generale di riferimento della Carta per la cittadinanza sociale. Manuale di istruzioni operative per la costruzione e l’utilizzo della Carta per la cittadinanza sociale Introduzione/ 1. Presentazione delle istruzioni operative 1.1. Obiettivi / 1.2. Destinatari / 1.3. Riferimenti normativi / 1.4. Legenda / 1.5. Definizioni degli strumenti e dei concetti chiave 2. Principi e definizioni della Carta per la cittadinanza sociale 3. I soggetti 3.1. Quadro generale /3.2. Gli stakeholders / 3.3. I promotori / 3.4. Il gruppo-guida / 3.5. I forum / 3.6. La Regione 4. Il processo di costruzione della Carta 4.1. Quadro generale procedurale / 4.2. Avvio del processo / 4.3. Forum di ascolto / 4.4. Elaborazione del Patto di cittadinanza sociale / 4.5. Elaborazione della Carta per la cittadinanza sociale / 4.6. Forum di riconoscimento / 4.7. Validazione della Carta / 4.8. Approvazione 5. Il processo di utilizzo della Carta per la cittadinanza sociale 5.1. Principi generali d’uso / 5.2. Comunicazione e promozione / 5.3. Ascolto del cittadino / 5.4. Valutazione partecipata / 5.5. Revisione e riedizione della Carta / 5.6. Schema ciclico del triennio di vigenza 6. Schema generale di riferimento della Carta per la cittadinanza sociale 6.1. Introduzione al modello e modalità di utilizzo / 6.2. Le quattro sezioni del documento / 6.3. Concetti, strumenti e definizioni 7. Considerazioni finali 7.1. Assistenza tecnica all’implementazione delle linee-guida / 7.2. Note conclusive Parte terza La Carta per la cittadinanza sociale: l’esperienza dell’ente di ambito sociale n. 29 Foro-Alento Prefazione. La Conferenza dei sindaci ambito sociale n.29 Foro-Alento 1. Il Patto di cittadinanza sociale 1.1. Introduzione 1.1.1. Cos’è il Patto di cittadinanza sociale / 1.1.2. Le modalità di partecipazione dei cittadini nella costruzione della CCS / 1.1.3. Le modalità di partecipazione dei cittadini nel processo di utilizzo della CCS 1.2. La mission dell’ambito sociale 1.2.1. Missione / 1.2.2. Struttura dell’ambito sociale 1.3. I principi fondamentali 1.3.1. Eguaglianza /1.3.2. Imparzialità e continuità / 1.3.3. Partecipazione / 1.3.4. Volontariato / 1.3.5. Efficacia ed efficienza / 1.3.6. Qualità dei servizi / 1.3.7. Qualità sociale 1.4. Gli obiettivi per il triennio 1.4.1. Impegni di ordine generale trasversali / 1.4.2. Impegni specifici per singole aree 2. Informazioni sui servizi forniti e sulle risorse istituzionali e sociali 2.1. Il sistema integrato dei servizi e degli interventi sociali 2.1.1. Integrazione sociosanitaria / 2.1.2. Integrazione con le politiche della scuola e del lavoro / 2.1.3. Caratteristiche operative 2.2. Mappa dei servizi, delle risorse e delle opportunità dell’ambito e dei livelli essenziali di assistenza sociale 2.2.1. Area trasversale / 2.2.2. Area famiglia / 2.2.3. Area infanzia, adolescenti, giovani / 2.2.4. Area disabilità / 2.2.5. Area anziani / 2.2.6. Altri servizi 2.3. Organizzazione dell’ambito sociale 2.3.1. Funzioni e responsabilità / 2.3.2. Elenco responsabili al 31 ottobre 2004 2.4. Il terzo settore nel territorio 3. Standard di qualità, impegni e programmi 3.1. Premessa e definizioni 3.1.1. Introduzione / 3.1.2. Approccio per processi / 3.1.3. Relazione con la UNI EN ISO 9004 / 3.1.4. Normativa di riferimento / 3.1.5. Politica per la qualità 3.2. Fattori di qualità del sistema locale dei servizi e degli interventi sociali 3.3. Indicatori e standard di qualità 3.4. Impegni e programmi 3.4.1. Impegni e programmi di natura trasversale / 3.4.2. Impegni e programmi specifici delle aree sociali 4. Meccanismi di tutela e verifica 4.1. Premessa 4.1.1. Responsabilità 4.2. Segnalazioni e reclami 4.2.1. Obiettivi / 4.2.2. Indicatori di miglioramento / 4.2.3. Requisiti qualitativi della gestione dei reclami dell’utente / 4.2.3. Sequenza delle attività 4.3. Valutazione della soddisfazione dei cittadini-utenti 4.3.1. Questionario di soddisfazione (customer satisfaction) / 4.3.2. Soddisfazione utente del servizio erogato dalle ditte affidatarie 4.4. Sanzioni e regole da rispettare nel caso di mancato raggiungimento degli standard Allegato 1: scheda segnalazione reclami e suggerimenti Allegato 2: questionario di soddisfazione dell’utente Allegato 3: scheda controllo ditte erogatrici del servizio