Carocci editore - Ai margini della città

Password dimenticata?

Registrazione

Ai margini della città

Ai margini della città

Forme del controllo e risorse sociali del nuovo ghetto

a cura di: Francesca Vianello

Edizione: 2006

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788843036721

  • Pagine: 272
  • Prezzo:21,50 20,43
  • Acquista

In breve

A ridosso della città c’è un’area abitata quasi esclusivamente da migranti: un complesso residenziale costituito da cinque palazzi e un cortile interno in cemento, sottoposto al controllo costante delle forze dell’ordine e ad una pressione mediatica che tende a definirlo come luogo pericoloso, ricettacolo di spacciatori e prostitute. Sulla base dei principali approcci teorici in tema di segregazione e attraverso tecniche di ricerca diversificate (pratiche etnografiche, interviste in profondità, analisi documentali), il testo accompagna il lettore all’interno dell’area di via Anelli, a Padova, dandogli modo di ricostruire le origini del nuovo ghetto situato alla prima periferia urbana, di ripercorrerne la storia, di comprenderne le attuali caratteristiche e le rappresentazioni pubbliche. Grazie all’osservazione partecipante e alle interviste condotte in profondità, viene data voce per la prima volta ai suoi abitanti, che raccontano le proprie scelte migratorie, i propri progetti di vita e l’attuale situazione, in bilico tra precarietà e clandestinità. Infine il libro si confronta con le reazioni dell’esterno, con la paura della città e le risposte delle forze dell’ordine, negli anni in cui l’ordine pubblico si trasforma progressivamente in politica per la sicurezza.

Indice

Introduzione di Francesca Vianello 1. Il gioco degli specchi: la ricerca in uno spazio di esclusione di Annalisa Butticci, Alvise Sbraccia e Francesca Vianello 1.1. Presupposti per la ricerca 1.2. Tecniche di ricerca 2. Destinazione via Anelli: traiettorie di vita e percorsi migratori di Annalisa Butticci 2.1. Introduzione 2.2. Sfondo socio-politico dei flussi migratori 2.3. Le ragioni della scelta migratoria 2.4. L’arrivo in Italia 2.5. L’approdo in via Anelli 2.6. Conclusioni 3. La costituzione di uno spazio segregato di Alvise Sbraccia 3.1. Introduzione 3.2. Come si sviluppa uno spazio segregato: l’incontro tra precarietà e clandestinità 3.3. Il ghetto di Padova come eccezione 3.4. Allontanamento degli autoctoni e speculazioni 3.5. Turn-over e stabilizzazione di un’area di transito 3.6. Deterioramento delle abitazioni e degli spazi comuni 3.7. Rappresentazioni diffuse e paura del ghetto 3.8. Conclusioni 4. Un’area di manovalanza stigmatizzata di Devi Sacchetto e Alvise Sbraccia 4.1. Introduzione 4.2. Sistemazioni del lavoro migrante 4.3. Palestre di ardimento 4.4. La regola e l’eccezione 4.5. Una vita sulla corda: economie illegali in via Anelli 4.6. Conclusioni 5. Una prospettiva rovesciata: via Anelli come risorsa di Francesco Faiella e Devi Sacchetto 5.1. Introduzione 5.2. Opportunità nello spazio urbano 5.3. La risorsa abitativa 5.4. Spazi di socialità 5.5. L’intervento delle associazioni all’interno di via Anelli 5.6. Conclusioni 6. Disordine pubblico. Il governo e la gestione del nuovo ghetto di Alvise Sbraccia e Francesca Vianello 6.1. Introduzione 6.2. L’ordine pubblico e il caso via Anelli 6.3. Le forze politiche ovvero il governo del nuovo ghetto 6.4. Le forze dell’ordine ovvero la gestione del nuovo ghetto 6.5. Gli altri di via Anelli ovvero la paura del ghetto 6.6. I residenti di via Anelli ovvero la paura nel ghetto 6.7. Conclusioni/ Conclusioni di Francesca Vianello / Il progetto migratorio / Costruzione e fruizione del ghetto / Lavoro migrante / Rappresentazioni mediatiche e altre immagini / Filosofie del controllo e politiche per la sicurezza / Scenari per il prossimo futuro/ Bibliografia