Carocci editore - L'incubo degli ultimi uomini

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
L'incubo degli ultimi uomini

Dimitri D'Andrea

L'incubo degli ultimi uomini

Etica e politica in Max Weber

Edizione: 2005

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843036042

  • Pagine: 352
  • Prezzo:24,80 21,08
  • Acquista

In breve

La proposta weberiana di una politica che trae il suo contenuto di senso dalla relazione con potenze etiche e la sua specifica fisionomia dalla complementarità fra etica della responsabilità ed etica dell'intenzione si scontra con la sua diagnosi del mondo contemporaneo come epoca dell'assenza di Dio. La metafora degli ultimi uomini contenuta nelle pagine conclusive dell' Etica protestante e lo spirito del capitalismodescrive la forma estrema del rischio che incombe sulla tarda modernità: l'avvento di un tipo di soggettività incapace di rifiutare il mondo. L'incubo degli ultimi uomini è l'incubo confuciano: l'incubo di una soggettività 'sazia' di senso che fa dell'adattamento al mondo il principio ispiratore del proprio agire. Weber, dunque, non è soltanto il teorico di una risposta politica alla crisi di senso e alla compressione del possibile che si registra nella modernità al crepuscolo, ma è, allo stesso tempo, il filosofo che indaga i processi che nella contemporaneità spingono in direzione della cancellazione della capacità umana di contrapporre al mondo un'istanza etica. La sua riflessione è anche il preoccupato – e per certi versi disperato – interrogarsi su come scongiurare la china adattiva della politica nell'epoca dell'assenza di Dio, nell'epoca di una soggettività che non dispone più delle risorse di senso per resistere alla contingenza del mondo perché vive, ormai, nell'unico mondo possibile.

Indice

Ringraziamenti Introduzione Avvertenza 1. Modernità multipla 1.1. Stato moderno senza individualismo politico 1.2. Il modello inglese 1.3. Il capitalismo moderno prima dell'individualismo economico 1.4. Conoscenza razionale e scienza moderna 1.5. L'individualismo ascetico puritano 2. Modernità eroica e tarda modernità: la paradossale traiettoria della libertà 2.1. Spirito del capitalismo e generalizzazione della competizione 2.2. Tecnica e volontà di Dio 2.3. Libertà politica e diritti umani 2.4. Modernità matura: l'età del liberalismo come età del ferro 2.5. Le 'gabbie d'acciaio' della tarda modernità 3. Assenza di Dio e politeismo: la questione del senso 3.1. Un'epoca senza Dio e senza profeti 3.2. Il ritorno del politeismo 3.3. Senso della vita senza senso del mondo 3.4. Dimensioni del politeismo: estetica ed erotica 3.5. Etica e mondo 3.6. La professione impossibile: l'agire economico 4. Scienza e politica nel crepuscolo della modernità 4.1. La scienza come professione 4.2. Chiarezza 4.3. Politica come lotta, politica come ordinamento di vita 4.4. Machtpolitik e Sachlichkeit 5. Etica dell'intenzione ed etica della responsabilità: una proposta normativa 5.1. Rechthaberei: una scimmiottatura dell'etica 5.2. Gesinnungsethik: Cristo, sindacalismo rivoluzionario, millenarismo 5.3. Verantwortungsethik: il Grande Inquisitore 5.4. Il reciproco completamento di Gesinnung e Verantwortung 6. Sazietà e disagio degli ultimi uomini 6.1. L'incubo degli ultimi uomini 6.2. Sazietà 6.3. Gli ultimi uomini tra adattamento e disagio 6.4. Prima degli ultimi uomini Indice dei nomi e degli argomenti