Carocci editore - Incorporare la natura

Password dimenticata?

Registrazione

Incorporare la natura

Simone Neri Serneri

Incorporare la natura

Storie ambientali del Novecento

Edizione: 2005

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788843035670

  • Pagine: 336
  • Prezzo:24,90 21,17
  • Acquista

In breve

Qual è il rapporto tra la storia degli uomini e la storia della natura' A questa antica domanda la nuova storiografia ambientale – in Italia come già in Europa e nel mondo – risponde mettendo al centro della ricerca le mutevoli relazioni tra gli ecosistemi e le società umane. Il volume ripercorre l'emergere della società urbano-industriale quale fenomeno periodizzante e costitutivo dell'età contemporanea, i cui mutamenti radicali nelle modalità di incorporazione delle risorse naturali nelle attività antropiche alterarono profondamente gli assetti ambientali e le dinamiche della crescita socio-economica. Ne derivarono non solo gravi e inediti fenomeni di inquinamento delle acque, dell'aria e del suolo, ma una più intensa competizione sociale e territoriale per il controllo delle risorse, nuove politiche di governo di quelle stesse risorse e più sofisticate interpretazioni dei nessi intercorrenti tra sviluppo sociale e contesto ambientale.

Indice

Avvertenze per i lettori e ringraziamenti/ Prologo. Natura, società e storia 1. Storici e ambienti 2. Percorsi statunitensi 3. Percorsi europei 4. Città, industria e ambiente nell'Italia contemporanea Parte prima Risorse per lo sviluppo 1. Il 'mondo nuovo'. Industria e ambiente nell'Europa dell'Ottocento 1.1. Industria e risorse naturali 1.2. L'inquinamento 1.3. Un nuovo paesaggio 1.4. L'ideologia della natura 2. Il caso italiano, 1880-1940 2.1. Industria e ambiente 2.2. La periodizzazione 2.3. Le peculiarità italiane 3. La prima industrializzazione 3.1. Un'ipotesi di periodizzazione 3.2. Industrie 'insalubri' 3.3 L'amministrazione pubblica 3.4. Il territorio delle industrie 3.5. La tecnica aiuta' 3.6. Bilancio provvisorio 4. Fabbriche e territorio 4.1. Localizzazione delle industrie e impatto ambientale 4.2. Fabbriche e città nel primo Novecento 4.3. Le fabbriche si concentrano 4.4. L'apparente compatibilità tra industria e città 4.5. Le 'nuove zone industriali' 5. Governare le acque urbane 5.1. La crisi idraulica nelle città di antico regime 5.2. Acque per la città moderna 5.3. Tecnologie di adduzione e crescita della domanda idrica 5.4. Chiudere il cerchio 6. L'incorporazione delle acque milanesi 6.1.1880-1940 sviluppo e risorse 6.2. Milano, le acque e gli uomini 6.3. Il circuito idraulico tradizionale 6.4. L'acquedotto e la fognatura 6.5. Circuito cittadino e circuito territoriale 7. Acque per le industrie, acque per le città 7.1. Risorse idriche 7.2. Un circolo vizioso: addurre acqua buona e abbondante 7.3. Un circolo vizioso: depurare le acque 7.4. Una legislazione igienista e inquinante 7.5. Competizione, conflitti, inquinamento 7.6. Modernizzazione del paese e crisi ambientale' Parte seconda Culture e politiche 8. Natura, industria e socialismo 8.1. Appunti di metodo 8.2. Lavoro e bonifiche 8.3. Risorse idriche e industrializzazione 8.4. Acque per l'igiene urbana 8.5. Dalla 'vita naturale' all'igiene sociale 8.6. Mondo cittadino e mondo naturale 8.7. La natura immaginata 9. Emergenze ambientali in Toscana 9.1. Allarmi 9.2. Dall'inquinamento diffuso alla 'crisi ambientale' 9.3. Affrontare l'emergenza 9.4. Quale politica ambientale' 10. Politiche ambientali e governo del territorio 10.1. Programmazione e squilibri territoriali 10.2. La Toscana 10.3. L'impianto del governo regionale 10.4. Il governo dell'urbanistica 10.5. Pratiche di governo 10.6. Bilanci 11. Ambientalismi in movimento 11.2 Protezionismo e naturalismo 11.3. Lotte 'per la salute' e questione ambientale 11.4. Il movimento 'antinucleare' 11.5. Bilancio di una stagione 11.6. Verso il 'movimento ambientalista' 11.7. Tra sistema politico e 'società civile' 12. Le generazioni che verranno 12.1. La 'Madre-Terra' 12.2. Con Malthus, oltre Malthus 12.3. Risorse per le generazioni future 12.4. Bomba atomica e bomba demografica 12.5. Costruire il futuro