Carocci editore - Psicologia dell'invecchiamento e promozione della salute

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Psicologia dell'invecchiamento e promozione della salute

Caterina Grano, Fabio Lucidi

Psicologia dell'invecchiamento e promozione della salute

Edizione: 2005

Ristampa: 1^, 2008

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788843035588

  • Pagine: 176
  • Prezzo:18,20 15,47
  • Acquista

In breve

La rapida crescita della popolazione anziana rappresenta uno dei fenomeni demografici più marcati a cui si è assistito negli ultimi decenni. Da esso discende la necessità di favorire approcci alla promozione del benessere fisico, sociale e psicologico che tengano conto dell'aumentare della durata del corso della vita. Con l'adozione della definizione di invecchiamento attivo, l'Organizzazione mondiale della Sanità ha operato uno spostamento di paradigma da un approccio che enfatizza gli aspetti di dipendenza e improduttività dell'anziano a uno che ne riconosce il diritto di piena integrazione sociale ed economica. Questo cambiamento culturale viene riflesso nella costruzione di nuovi modelli teorici in ambito gerontologico e nel passaggio da schemi normativi basati sulle modalità ottimali di invecchiamento a modelli che riconoscono e valorizzano qualità e aspetti distintivi della tarda età. Nel volume vengono presi in esame i differenti aspetti insiti nel concetto di invecchiamento attivo: da una parte quelli legati alla cura di se stessi e della propria salute, dall'altra quelli riguardanti il contributo che gli anziani possono offrire al benessere collettivo. Non dimenticando che sono molte le patologie la cui probabilità di insorgenza aumenta con l'età, il libro si focalizza sulla possibilità di preservare la salute e il benessere degli anziani che hanno perso in parte o del tutto la loro autosufficienza.

Indice

Introduzione. Psicologia, gerontologia e promozione della salute 1.Teorie psicologico-sociali dell'invecchiamento/Il periodo classico/Il periodo moderno/Il periodo attuale 2.Promuovere un invecchiamento attivo/Il concetto di active aging/L'invecchiamento fisicamente attivo/Modelli psicologico-sociali applicati alla spiegazione del comportamento di pratica sportiva/La teoria social-cognitiva/La teoria del comportamento pianificato/La teoria dell'autodeterminazione/Disposizioni verso la salute e intenzione di svolgere attività fisica/ Prevedere l'adesione e il mantenimento di uno stile di vita attivo negli anziani: studi condotti nel contesto nazionale/Verso un invecchiamento produttivo: dalla dipendenza dell'anziano alla valorizzazione del suo contributo sociale/La questione del tempo libero e la non produttività dell'anziano/L'invecchiamento produttivo/Il volontariato come modalità di invecchiamento produttivo/Benefici per l'anziano volontario/Il chi, il cosa e il quanto del volontariato tra gli anziani: dati nazionali e internazionali/Le motivazioni alla base del volontariato negli anziani/Un'ulteriore forma di invecchiamento produttivo: il lifelong learning 3.Promuovere la salute in presenza di malattia/Invecchiamento e patologie neurodegenerative/La malattia di Alzheimer/Il caregiving/Alcune misure del burden/Alcuni dati sul caregiver burden/Variabili bio-psico-sociali associate al caregiver burden/Sostenere il caregiver e promuovere le sue risorse/L'anziano nelle strutture residenziali / Conclusioni / Bibliografia.