Carocci editore - Il cerchio e l'ellisse

Password dimenticata?

Registrazione

Il cerchio e l'ellisse

Il cerchio e l'ellisse

Centralismo e autonomia nella storia della scuola dal XIX al XXI secolo

a cura di: Fabio Pruneri

Edizione: 2005

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843035410

  • Pagine: 288
  • Prezzo:21,90 20,81
  • Acquista

In breve

Il tema di un diverso rapporto tra i cittadini e lo Stato è da alcuni anni assai dibattuto. La ricerca che qui si presenta ha inteso mettere in evidenza quanto il rapporto tra istruzione pubblica e nazione abbia segnato, fin dall'Unità, la storia d'Italia, a livello sia d'istruzione superiore, sia di scuola popolare. La metafora del cerchio e dell'ellisse rimanda alla dialettica tra centro e periferia, tra bisogni di uniformità nell'indirizzo scolastico e libero concorso dei singoli e degli enti locali nella diffusione del sapere, in prospettiva storica, ma non solo. Mentre la circonferenza si traccia con un compasso, simbolo dell'esattezza, della perfezione, ma anche emblema della rettitudine, del freno e della restrizione, il segno dell'ellisse appare, ad un primo sguardo, più dinamico. Per questo tale immagine si presta bene a descrivere la relazione tra lo Stato e i suoi enti periferici, tra globale e locale, ma anche tra passato e presente, tra norme e prassi, tra le discipline storiche e gli approcci sociologici, antropologici, giuridici, didattici che si trovano nel testo. L'obiettivo del volume è quello di avviare una prima riflessione su costi e benefici nel trasferimento di competenze dal centro alla periferia nella gestione amministrativa e politica dei servizi, con particolare attenzione ai risvolti che tale fenomeno ha avuto in passato ed avrà in futuro sugli assetti scolastici e sui modelli educativi.

Indice

Premessa di Fabio Pruneri/ Introduzione di Luciano Caimi/ Parte prima Centralismo e autonomia nella storia della scuola tra centro e periferia I. Il quadro storico nazionale 1. Burocrati e burocrazia nella formazione dell'identità nazionale di Guido Melis 1.1. Una burocrazia 'non burocratica' 1.2. Il ruolo decisivo degli ispettori 1.3. L'inchiesta del 1908 e la 'normalizzazione' amministrativa 2. Da Boncompagni a Casati: l'affermazione del modello centralistico nella costruzione del sistema scolastico preunitario 1849-59) di Maria Cristina Morandini 2.1. La legge Boncompagni 2.2. La legge Lanza sull'amministrazione della Pubblica Istruzione 2.3. La legge Casati 3. Autonomia e decentramento nell'università italiana dalla Destra storica al secondo ministero Coppino (1859-78) di Simonetta Polenghi 3.1. Le condizioni dell'istruzione superiore negli anni della Destra 3.2. Decentramento e accentramento universitario dalla legge Casati al ministero Mamiani 3.3. Le posizioni a favore e contro l'accentramento da Matteucci a Bonghi 3.4. I progetti Scialoja e i consorzi: la svolta 3.5. Il ministero Coppino (1876-78) II. Le problematiche locali 4. 'Diritto legittimo al sapere e fede incrollabile nella scuola': l'amministrazione comunale di Brescia e l'istruzione popolare dopo l'Unità di Fabio Pruneri 4.1. Premessa 4.2. Il centralismo austriaco freno o motore di sviluppo' 4.3. Il sistema scolastico prima della legge Casati 4.4. Passaggio alla legge Casati 4.5. I regolamenti e la direzione delle scuole 4.6. Stato economico e giuridico degli insegnanti 4.7. Il pagamento degli stipendi e l'edilizia scolastica 4.8. Conclusioni 5. Ceto politico e Università di Sassari: Comune, Provincia e 'questione universitaria' a Sassari tra Ottocento e Novecento di Giuseppina Fois 5.1. La soppressione 'sospesa' 5.2. Il pareggiamento del 1877 5.3. Il decollo di fine secolo 5.4. Il pareggiamento del 1902 5.5. Le minacce degli anni Venti 5.6. Università e città 6. Istruzione popolare in Sardegna dalla legge Casati alla legge Daneo-Credaro tra politiche locali e governative di Angelino Tedde 6.1. Premessa 6.2. Prime esperienze di autonomie locali e politiche centrali nella scuola normale delle comuni sarde sotto Carlo Felice (1824-47) 6.3. Tra centralismo subalpino e autonomie comunali: il caso di Alghero 6.4. Le politiche comunali di ammodernamento e quelle nazionali di uniformità 7. La sardità avvilita in un'opera di letteratura giovanile nella Sardegna dei primi anni Sessanta di Antoni Arca 7.1. 1962, fine di un ciclo 7.2. Pilimeddu, eroe negativo 7.3. Pilimeddu è un diversamente abile 7.4. Pilimeddu, sardo negato 7.5. Quale maestrina per Pilimeddu' 7.6. Pilimeddu sulla luna. Un sardo ibernato' 7.7. Fine di Pilimeddu Parte seconda Per una lettura critica delle riforme in atto 8. I programmi della scuola primaria dell'Italia repubblicana. Dalla prescrittività all'autonomia' di Paolo Calidoni 8.1. L'onda lunga di un'appendice 8.2. La curva del periodo della 'creatività' della scuola primaria 8.3. La rincorsa riformista al controllo dell'autonomia 8.4. Sintesi, conclusioni (provvisorie) e prospettive di ricerca / Riferimenti bibliografici 9. Scuola e libertà, ancora sul decentramento di Rosario Drago 9.1. Più domande che risposte 9.2. I dilemmi della scuola 9.3. La ricerca di nuove direzioni 9.4. Il decentramento: l'eredità della storia 9.5. Il centralismo: un chiarimento 9.6. Il fallimento del decentramento 9.7. Il grande fermento antistatalistico del dopoguerra 9.8. Una domanda radicale 9.9. Metodo e libertà 9.10. Un perenne dopoguerra/ Riferimenti bibliografici 10. Riflessioni sull'autonomia e sulla libertà d'insegnamento di Gabriele Uras 10.1. Premessa 10.2. Tra diritto e pedagogia 10.3. L'autonomia prima dell'autonomia 10.3. I soggetti dell'autonomia 10.4. La questione dell'identità Parte terza Ieri, oggi e domani, tra locale e globale 11. Centralismo e autonomia nei principi ispiratori del diritto internazionale ed europeo di Paolo Fois 11.1. Il rapporto tra centralismo e autonomia nel campo dell'istruzione, questione ignorata a livello mondiale 11.2. Centralismo e autonomia nel sistema del Consiglio d'Europa 11.3. Le norme in vigore a livello comunitario e le competenze degli Stati membri in materia di istruzione 11.4. Le prospettive offerte dal Trattato che adotta una Costituzione per l'Europa il 29 ottobre 2004 12. Non solo dicotomie. Problemi e prospettive in riferimento alle politiche sociali e culturali di Alberto Merler 12.1. Premessa 12.2. L'istruzione pubblica 12.3. Oltre la contrapposizione fra centralismo e autonomia 13. Saperi locali e saperi ufficiali nel contesto storico sardo di Gabriella Mondardini Morelli 13.1. Sapere locale e sapere ufficiale: una partizione problematica 13.2. Casi di conflitto 13.3. Assenza di incontro 13.4. Sostituzione 13.5. Integrazioni' / Riferimenti bibliografici / Indice dei nomi / Gli autori