Carocci editore - Progettare l'integrazione

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Progettare l'integrazione

Progettare l'integrazione

Reti, svantaggio, lavoro

a cura di: Giuseppe Scaratti, Jeanpaul Frassy, Laura Venturino

Edizione: 2005

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788843035397

  • Pagine: 232
  • Prezzo:19,80 16,83
  • Acquista

In breve

Progettare l'integrazioneaffronta ed approfondisce, mediante il riferimento ad una esperienza locale considerata come significativa ed emblematica, alcuni fra i principali snodi ricorrenti nella costruzione, gestione e realizzazione di politiche attive del lavoro. Attraverso l'adozione del genere proprio della narrazione organizzativa vengono esplorate, all'interno di un concreto progetto europeo Equal centrato sull'inserimento lavorativo per i soggetti svantaggiati, le problematiche e le dinamiche tipiche dei processi di nuova progettazione sociale. Il confronto con problemi di integrazione, coordinamento, diffusione e condivisione di conoscenze situate e contestuali; la regolazione di connessioni verticali ed orizzontali; la messa a punto e l'implementazione di strategie operative, profili professionali, culture lavorative ed organizzative di operatori e servizi acquistano il valore di repertori di pratiche e competenze situate, che rappresentano un originale contributo di conoscenza in dialogo con i saperi consolidati nella letteratura scientifica e professionale sui temi in oggetto.

Indice

Prefazione. Tra lavoro e non lavoro di Giuseppe Scaratti/ Riferimenti bibliografici/ Introduzione. Il progetto Equal-Intesa di Jeanpaul Frassy e Laura Venturino 1. Un cantiere di progettazione sociale 2. Le ragioni di un'intesa nel contesto territoriale valdostano 3. Articolazione e sviluppo progettuale 4. I nodi cruciali dell'esperienza/ Riferimenti bibliografici 1. La funzione di coordinamento nel networking organizzativo di Jeanpaul Frassy 1.1. Tra processi di rete e organizzazione 1.2. La costruzione di ipotesi progettuali 1.3. Il consolidamento delle attività  1.4. Coordinamento, reti e produzione di conoscenza/ Riferimenti bibliografici 2. Il lavoro non visto: alimentare e sostenere processi di relazione sociale nei microcontesti organizzativi di Laura Venturino 2.1. Premessa 2.2. Il presidio del lavoro non visto 2.3. Tessere la tela della conoscenza: costruire, condividere, far circolare saperi e pratiche 2.4. Coltivare i processi di reciprocità  2.5. Spunti di punteggiatura e regolazione del lavoro non visto/ Riferimenti bibliografici 3. Strategie e percorsi istituzionali di Patrizia Scaglia 3.1. Premessa: ragioni e valenze di una progettazione partecipata 3.2. L'esperienza valdostana 3.3. Le istituzioni in una logica di governance 3.4. Diario di un dirigente viaggiatore/ Riferimenti bibliografici 4. Il dispositivo di monitoraggio valutativo del progetto Equal-Intesa di Giuseppe Scaratti 4.1. Premessa 4.2. Le caratteristiche dell'oggetto e l'approccio metodologico 4.3. La concezione di valutazione 4.4. Indicazioni operative/ Riferimenti bibliografici 5. Il lavoro per/con le imprese di Jeanpaul Frassy e Giuseppe Scaratti 5.1. Premessa 5.2. Il lavoro come dimensione di scambio 5.3. Scenari operativi/ Riferimenti bibliografici 6. Ruolo dell'impresa sociale e produzione di conoscenza relativa ai lavori di utilità sociale di Massimo Giugler 6.1. Premessa 6.2. Le novità del progetto Equal-Intesa nei confronti dell'esperienza dei LUS 6.2. Considerazioni conclusive 7. L'esperienza della transnazionalità di Manuela Moreno Torres, Manuela Massino, Raquel Martínez Chicón e Francisco Javier García Castaño 7.1. L'evoluzione della transnazionalità nelle diverse Iniziative comunitarie 7.2. Il significato della transnazionalità per i partner attuatori 7.3. L'esperienza dei progetti Intesa e Estrategias para el empleo 7.4. La rete e il lavoro di rete a livello transnazionale/ Riferimenti bibliografici/ Postfazione. Costruzione di repertori promettenti tra precarietà e praticabilità di Giuseppe Scaratti 1. Proposta di un organizzatore concettuale 2. Tavoli, siti, rituali: artefatti materiali e immateriali per la costruzione del lavoro sociale 3. Spunti per una conversazione tra sociologia e psicologia delle organizzazioni/ Riferimenti bibliografici