Carocci editore - Disonesto ma non criminale

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Disonesto ma non criminale

Amedeo Cottino

Disonesto ma non criminale

La giustizia e i privilegi dei potenti

Edizione: 2005

Collana: Frecce (21)

ISBN: 9788843035243

  • Pagine: 156
  • Prezzo:17,80 15,13
  • Acquista

In breve

Il 2 dicembre 1984, i gas tossici della fabbrica di pesticidi della multinazionale Union Carbide, per un errore di manutenzione, provocano nel giro di poche ore tra i sedicimila e i trentamila morti a Bhopal, città indiana del Madhya Pradesh. Nel marzo del 1989 dalla petroliera Exxon Valdes, della multinazionale Exxon, fuoriescono undici milioni di galloni di petrolio: un incidente che contamina più di mille chilometri di spiagge e distrugge le condizioni di vita di migliaia di nativi americani . Nel 2003, in Italia, sono morte per infortuni sul lavoro 1.237 persone. Chi risponde di queste stragi, di questi morti’ Individui singoli’ Strutture’ Gerarchie’ Un dato certo è il potere che sta alla base di queste violenze. Ai potenti spettano infatti alcuni privilegi: di poter violare impunemente la legge; di rappresentarsi come "non devianti"; di opporsi efficacemente a norme che ne possano criminalizzare i comportamenti. Dal canto suo, la cultura egemone offre ai potenti un ampio ventaglio di strumenti per ridefinire e/o oscurare la realtà violenta. Che fare’ Una via è quella del diritto penale nazionale e internazionale, con il ricorso alla peraltro discussa efficacia deterrente della sanzione; un´altra è quella culturale, rifiutando il linguaggio di cui si nutre l´immagine del disonesto ma non criminale colletto bianco; una terza è quella civile, fondata sul riconoscimento della condizione di "vittima", anche da parte del terzo, lo "spettatore".

Indice

Premessa

1.La "scoperta" della criminalità dei colletti bianchi/Premessa/Il "prima"/Il "dopo" 2.´Leredità di Sutherland e oltre/ Premessa/Cause strutturali/Struttura-cultura/Un riepilogo/Considerazioni finali

3.La violenza culturale ed i meccanismi di neutralizzazione/Premessa/La violenza culturale: un´introduzione/Dalla paura al cinismo/Violenza culturale e tecniche di neutralizzazione/Le tecniche di neutralizzazione e le vicende di "Mani pulite"/Il ricorso alle tecniche di neutralizzazione da parte dei criminali dei colletti bianchi: il caso dell´IPCA/Considerazioni finali

4.La violenza culturale e l´oscuramento/ Premessa/Il linguaggio come metafora /La nozione del rapporto causa-effetto/Le false credenze/La strage di Bhopal: una tragedia annunziata/Lo stereotipo del criminale/ Considerazioni finali 5.La violenza culturale ed il processo di decriminalizzazione/Premessa/Diritto e proprietà privata/Due nozioni di uguaglianza/ La composizione della popolazione carceraria/ Conclusioni

6.Violenza e diritti fondamentali/ Premessa/Un importante tentativo di risposta alla crisi della criminologia: la nozione di danno/Violenza diretta e violenza strutturale/ Il fondamento normativo della nozione di violenza/La forma dei diritti universali/I diritti umani del più forte / Conclusioni / Bibliografia.