Carocci editore - Azione volontaria e sfide per la formazione

Password dimenticata?

Registrazione

Azione volontaria e sfide per la formazione

Azione volontaria e sfide per la formazione

a cura di: Giuseppe Pellegrini

Edizione: 2005

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788843033508

  • Pagine: 160
  • Prezzo:17,20 16,34
  • Acquista

In breve

Le organizzazioni di volontariato svolgono da sempre un ruolo cruciale all´interno della società civile occupandosi non solo di affrontare le emergenze pubbliche, ma anche di proporre istanze di cambiamento grazie alla loro capacità di intercettare e interpretare le nuove domande sociali. In questo volume vengono analizzate problematiche e questioni che interrogano fortemente il mondo del volontariato, alle quali non sempre le stesse organizzazioni e l´attuale sistema dell´offerta formativa riescono a fornire risposte adeguate. Si tratta, ad esempio, del rapporto con le nuove generazioni, dell´azione comunicativa e dell´impegno politico: tematiche che sono presentate e discusse da varie prospettive disciplinari per offrire un quadro aggiornato che permetta alle stesse organizzazioni di volontariato una riflessione accurata in vista di azioni efficaci.

Indice

Prefazione di Lorenzo Bernardi/ Introduzione di Giuseppe Pellegrini/ Parte prima Ricerca sociale e volontariato/ 1. Società civile e volontariato di Giuseppe Pellegrini/ 1.1. Nascita e sviluppo del concetto di società civile/ 1.2. Il volontariato/ 1.3. Sfide per il volontariato e la formazione/ 1.3.1. Volontariato e comunicazione / 1.3.2. Il rapporto con le nuove generazioni / 1.3.3. Azione volontaria e azione politica/ 1.4. Conclusioni/ 2. Azione volontaria e modelli di solidarietà di Italo De Sandre/ 2.1. Genealogia di parole e di azioni/ 2.2. Il parallelogramma dei soggetti nel campo sociale/ 2.3. Le relazioni tra i soggetti/ 2.4. La base etica dei rapporti sociali, in una situazione di conflitto tra modelli diversi di solidarietà civile/ 3. Comunicazione sociale e volontariato di Carla Bertolo/ 3.1. Una prospettiva per la comunicazione delle responsabilità sociali/ 3.2. La comunicazione come progetto strategico/ 3.3. Le ragioni a favore della comunicazione come strategia organizzata/ 3.4. La comunicazione strategica del/per il volontariato/ 3.5. La comunicazione delle responsabilità sociali solidaristiche/ 3.6. Strategie e strumenti possibili/ 3.7. Uno sguardo alla riflessione sulle tecniche applicate/ 4. Caratteristiche strutturali ed evolutive delle organizzazioni di volontariato italiane di Renato Frisanco/ 4.1. La terza indagine nazionale fivol / 4.2. Quadro fenomenologico e processi/ 4.2.1. Una diffusione più equilibrata sul territorio nazionale / 4.2.2. Fenomeno di cittadinanza attiva / 4.2.3. Identità nel servizio / 4.2.4. Potenziamento dell´assetto organizzativo-gestionale / 4.2.5. Più campi di intervento e specializzazioni del volontariato / 4.2.6. Cambia la composizione interna dei gruppi: più associati e più professionisti / 4.2.7. Nuclei di volontari più piccoli / 4.2.8. Il difficile ricambio / 4.2.9. La pubblicizzazione e la crescente collaborazione con servizi ed enti pubblici / 4.2.10. ´Lampliamento del tessuto connettivo delle organizzazioni/ 4.3. Approfondimenti/ 4.3.1. Area geografica / 4.3.2. Epoca di costituzione delle odv / 4.3.3. Adesione/affiliazione / 4.3.4. Matrice culturale / 4.3.5. Iscrizione al registro del volontariato / 4.3.6. Composizione delle organizzazioni/ 4.4. I profili tipici del volontariato sociale italiano/ 5. La formazione come luogo della memoria di Franco Santamaria e Adriana Monzani/ 5.1. Considerazioni di avvio/ 5.2. Spazi di (auto)riflessività/ 5.3. Volontariato e formazione/ 5.4. Le sfide/ 5.5. Quale formazione e quale formatore'/ 5.6. Elementi di sintesi/ Parte seconda. Il Progetto. "Scuola permanente per il volontariato"/ 6. La domanda di formazione delle organizzazioni di volontariato venete di Giuseppe Pellegrini/ 6.1. Il metodo utilizzato/ 6.2. I risultati dei focus group/ 6.2.1. I contenuti della domanda formativa / 6.2.2. I soggetti che richiedono formazione / 6.2.3. Le modalità di richiesta / 6.2.4. Problematiche generali/ 7. ´Lofferta formativa per le organizzazioni di volontariato venete di Giuseppe Pellegrini/ 7.1. Le fonti consultate/ 7.2. Le modalità di intervista e la scelta dei testimoni/ 7.3. Le tematiche affrontate/ 7.3.1. I settori di offerta formativa / 7.3.2. Gli attori della formazione/ 7.3.3. I contenuti e i prodotti dell´offerta formativa / 7.3.4. La divulgazione delle attività formative / 7.3.5. I rapporti con gli enti locali e il terzo settore / 7.3.6. Processi di attivazione nell´ambito del volontariato / 7.3.7. Soggetti fruitori dell´offerta formativa / 7.3.8. Problematiche generali e proposte per azioni future/ Bibliografia/ Gli autori