Carocci editore - HELDRIS DI CORNOVAGLIA. Il romanzo di Silence

Password dimenticata?

Registrazione

HELDRIS DI CORNOVAGLIA. Il romanzo di Silence

HELDRIS DI CORNOVAGLIA. Il romanzo di Silence

a cura di: Anna Airò

Edizione: 2005

Collana: Biblioteca Medievale Testi

ISBN: 9788843032990

  • Pagine: 304
  • Prezzo:22,60 21,47
  • Acquista

In breve

«Silenzio! Chi sono io dunque'/Mi chiamo Silenzio, almeno credo,/o sono diverso da ciò che fui./Ma io so bene, lo giuro/che non posso essere altri./Quindi io sono Silenzio!/Così io credo, o non sono nessuno». Sofferta riflessione di una fanciulla che, costretta fin dalla nascita dal volere paterno, indossa abiti maschili e inscena un'esistenza vissuta sotto il segno dell'ambiguità. Ambigua la sua formazione, che la vede impugnare le armi invece del fuso; ambiguo il suo fascino, che ammalia la regina invaghita del/la bel/la giovinetto/a. E Ambiguo si mostra Le Roman de Silence fui dall'incerta personalità dell'autore o autrice, la quale si celerebbe sotto lo pseudonimo di Heldris di Cortiovaglia. Silence, un transgender del XIII secolo, si aggira per le corti di Cornovaglia, Inghilterra e Francia, mostrando le sue abilità di guerriero in numerose aventures. I confini di genere, costantemente travalicati dal/la protagonista, sembrano minacciati dalla trasgressività del suo agire e, al tempo stesso, ribaditi dalla sua sottomissione alle leggi paterne e regali. Con il dibattito tra le due dame Nature ("Natura") e Noreture ("Norma", "Educazione") sul destino della travestita, questo romanzo medievale anticipa in qualche modo l'attuale dialettica tra sesso (biologico) e genere (culturale).

Indice

Introduzione/Silence, la travestita/Travestito, transessuale o trasgender'/Eufeme, Eufemia e Silence/La risata di Merlino/ Nota informativa/ Bibliografia/ Le roman de Silence/ Il romanzo di Silence/ Note