Carocci editore - Tortura di stato

Password dimenticata?

Registrazione

Tortura di stato

Tortura di stato

Le ferite della democrazia

a cura di: Alessandra Gianelli, Maria Pia Paternò

Edizione: 2004

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788843032259

  • Pagine: 240
  • Prezzo:20,70 17,60
  • Acquista

In breve

Può la democrazia sopportare le ferite inflitte dalla tortura ai diritti fondamentali ed alla dignità umana' È ammissibile la "tortura di Stato", quella cioè praticata da chi agisce in nome e per conto dello Stato' A queste domande, tornate d'attualità con il riaprirsi del dibattito sulla legittimità del ricorso alla tortura contro il terrorismo e con lo scandalo delle pratiche inumane utilizzate nelle carceri irachene, rispondono studiosi di diverse discipline {storia, filosofia, politica e diritto} analizzando la realtà di un fenomeno quasi unanimemente esecrato nella tradizione occidentale. Il libro evidenzia la doppia potenzialità distruttiva della tortura: ogni ferita inferta sui corpi e sulle menti degli individui è al contempo una ferita inflitta ai principi di libertà, eguaglianza e giustizia che sono la base irrinunciabile della democrazia. Proprio il rispetto per la democrazia, insomma, deve spingere ad evitare deviazioni ed abusi così gravi che finirebbero per sovvertirla.

Indice

Introduzione, di F. Corsero/ Parte prima. Ragioni e realtà/ La critica alla tortura nell'illuminismo giuridico settecentesco, di M. Pia Paternò/Il dibattito sulla tortura fra storia e attualità/Storia, politica, filosofia/Il criterio dell'utilità/Un concetto di giustizia/Tortura e dispotismo: un residuo di barbarie/Una critica radicale' / La massima sofferenza per il minimo numero. La tortura e una caricatura dell'utilitarismo, di F. Maria Di Sciullo/Scelte orribili/Caratteri generali dell'utilitarismo/Le "disattenzioni" di Dershowitz/Jim, Sophie e Alan (Dershowitz)/Utilitarismo e tortura/ Tortura e torture, di R. Bonito Oliva/Il riaffiorare di un incubo/I limiti della pena e la ragione dell'universale/Oltre il limite. Il disincanto/ La guerra d'Algeria, un caso paradigmatico, di M. Tesini/La tortura tra guerra e Repubblica/Lo specchio del disagio: intellettuali e tortura/Oggi. Conclusioni in forma di postilla/ La democrazia violenta. Breve storia della tortura in Occidente, di C. Papa/Luci e ombre nell'età dei diritti/Il volto moderno della tortura/Disarmare le "guerre rivoluzionarie": il caso algerino/Altre guerriglie: dal Vietnam all'America Latina/Nel cuore dell'Occidente: la lotta ai terrorismi/ Parte seconda. Diritto e diritti/ Più sicuri o più liberi' Uso della tortura e bilanciamento tra valori, di F. Rimoli/L'occasione: la tortura come strumento di lotta contro il terrorismo/Il problema: i limiti della democrazia tra esigenze di sicurezza e tutela delle libertà/L'analisi: qualunque valore ammette il bilanciamento con altri'/Il valore della dimensione normativa e l'approccio utilitaristico in un'etica non cognitivista/Le democrazie multiculturali come modello di integrazione nella prospettiva globale: dov'è il nemico'/La sfida del nuovo millennio: coesistere senza distruggersi/ Il paradosso della tortura: assolutamente vietata ma universalmente diffusa, di A. Marchesi e A. Gianelli/Una pratica presente (quasi) ovunque/Un divieto assoluto e inderogabile/Obblighi di prevenzione e repressione/Cosa s'intende per tortura' Il problema della nozione internazionalmente accolta/L'Italia inadempiente. La mancata introduzione di un reato specifico/Quali garanzie per la violazione degli obblighi internazionali in tema di tortura da parte degli Stati'/A cosa serve il divieto internazionale di tortura/ Anche l'Europa condanna la violenza di Stato, di F. Bilancia/La guerra e la sconfitta della superiore civiltà giuridica/Il divieto della tortura nell'ordinamento europeo/La giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo/Segue: il carattere evolutivo e l'attuale significato del concetto di "tortura"/Dal diritto alla politica: quanto resisterà il divieto della tortura'/ Ragioni di Stato e dignità dell'uomo, di G. M. Salerno/Sulle "ragioni di Stato" e sugli atti limitativi dei diritti/Sulla Costituzione come fondamento delle "ragioni di Stato"/Sulla flessibilità delle "ragioni di Stato" costituzionalmente fondate/Esiste una "ragionevolezza di Stato" distinta dalle "ragioni di Stato" espressamente previste dalla Costituzione'/Sul rispetto della dignità dell'uomo come limite inviolabile delle "ragioni di Stato"/In particolare, sul rispetto della dignità umana nei confronti dei soggetti sottoposti a limitazioni della libertà/Sulla "ragione dello Stato democratico", ossia sulla necessità di sanzionare i comportamenti lesivi della dignità/ Le prove trovate con la forza, di F. Ruggieri/Prova, potere e processo/Il difficile bilanciamento tra i diritti fondamentali della persona e le esigenze dell'accertamento penale: alcuni esempi/Il diritto di tacere dell'accusato e gli obblighi di rispondere del testimone/Diritti fondamentali della persona e mezzi di ricerca della prova/Alla ricerca delle sanzioni più adeguate in caso di prove raccolte senza il rispetto della disciplina prevista/Divieto probatorio e inutilizzabilità: origini e vicende di diritto comparato/La Corte costituzionale italiana "scopre" l'inutilizzabilità delle intercettazioni illecitamente svolte/L''inutilizzabilità' delle prove raccolte con la forza: le motivazioni del codice di rito vigente/L'inutilizzabilità nell'applicazione quotidiana del codice di rito/ Carcere duro o trattamento inumano', di M. Grazia Cappetta/L'art. 41 bis dell'ordinamento penitenziario: storia di ordinaria emergenza/Che cos'è il carcere duro'/La finalità dichiarata del carcere duro/L'altro "inconfessabile" obiettivo dell'art. 41 bis/Il carcere duro e la giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo/Il carcere duro è costituzionale'/Il carcere duro è realmente necessario'/ Gli autori