Carocci editore - Gentiluomini e canaglie

Password dimenticata?

Registrazione

Gentiluomini e canaglie

Angus Mclaren

Gentiluomini e canaglie

L'identità maschile tra ottocento e novecento

Edizione: 2004

Collana: Quality paperbacks

ISBN: 9788843032129

  • Pagine: 264
  • Prezzo:14,40 13,68
  • Acquista

In breve

Tra la fine dell’ottocento e l’inizio del novecento, si diffuse nell’opinione pubblica europea e nordamericana una sorta di "panico morale". La società "rispettabile" cominciò ad avvertire il pericolo rappresentato dai devianti di sesso maschile, da "anormali" che non potevano più essere trattati come criminali comuni. Bigami, esibizionisti, sadici e travestiti si ritrovarono sul banco degli imputati dei tribunali europei e americani, diventando oggetto di un crescente interesse da parte della legge e della medicina. Verbali giudiziari, giornali popolari, trattati di criminologia, casi clinici costituiscono il vasto corpus di fonti che consentono ad Angus McLaren di ricostruire il delinearsi dell’immagine tradizionale di maschio eterosessuale in un periodo cruciale della nostra storia. Seguendo le feconde suggestioni di Michel Foucault, l’autore mostra come prenda corpo il criterio negativo in opposizione al quale un particolare modello socioculturale viene naturalizzato e disciplinato. Ed è proprio sulla "naturalità" dell’identità maschile che si concentra l’indagine critica di McLaren, per far risaltare la fisionomia di una costruzione complessa, in cui il contrasto con l’identità femminile e con quella omosessuale solo in parte ha a che fare con la virilità. Ecco dunque il punto su cui si insiste: problematizzare la mascolinità, sinora rimasta sullo sfondo degli studi di genere, come una sorta di dato naturale e immutabile.

Indice

Ringraziamenti/ Introduzione / Parte prima. Le mascolinità 1.Devianti / Parte seconda. I discorsi legali: uomini, melodrammi e criminalità/ 2.Stupidi/ 3.Canaglie/ 4.Gentiluomini/ 5.Assassini / Parte terza. I discorsi medici: deboli e pervertiti/ 6.Debilitati/ 7.Sadici/ 8.Esibizionisti/ 9.Travestiti/ Conclusione/ Riferimenti bibliografici