Carocci editore - I dilemmi dell'azione sociale

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
I dilemmi dell'azione sociale

Leonardo Parri

I dilemmi dell'azione sociale

Un'analisi di piano e mercato

Edizione: 2004

Collana: Università

ISBN: 9788843030576

  • Pagine: 256
  • Prezzo:21,10 17,94
  • Acquista

In breve

Le complesse interdipendenze sociali in cui siamo immersi portano spesso a dilemmi dell´azione collettiva: si tratta di situazioni di interazione che inducono il singolo ad azioni apparentemente per lui vantaggiose, le quali però, combinate, danno esiti inattesi, di tipo contrario o problematico rispetto ai fini perseguiti. A questi temi sociologici sono dedicati i primi due capitoli del volume, mentre il terzo mostra come l´operare del mercato nel capitalismo manifesti alcuni di questi dilemmi dell´azione. Tra le soluzioni istituzionali innovative tentate contro questi dilemmi del mercato, la più radicale è stata l´organizzazione gerarchica dell´economia tramite un unico piano. Il volume ricostruisce la parabola del piano socialista, mostrando come esso si sia rivelato un rimedio istituzionale peggiore del male: nuovi e più devastanti dilemmi dell´azione collettiva hanno minato l´operare del piano, portandolo all´autodistruzione e all´affannosa reintroduzione del mercato. Il libro ha finalità anzitutto didattiche: con concetti esposti chiaramente, svariati esempi concreti e il ricorso a significative citazioni di classici delle scienze sociali, esso si rivolge agli studenti che si avvicinano alla sociologia economica, dell´organizzazione, dello sviluppo o all´analisi dei sistemi economici comparati.

Indice

Introduzione/Obiettivi didattici, suggerimenti per lo studio e modularità del testo/´Limpianto teorico/Il problema organizzativo: piano o mercato'/La rilevanza formativa e culturale dei temi teorici ed empirici trattati/Ringraziamenti/ 1.Azioni e istituzioni: un´analisi sociologica/Le istituzioni: guide prudenziali dell´agire o vincoli all´azione'/Le basi concettuali per leggere le istituzioni/Le istituzioni di fronte all´incertezza dovuta al conflitto sociale e all´ignoranza/Incertezza ed errori: l´antidoto delle regole istituzionali/´Lagire umano: razionale, irrazionale, ragionevole'/La razionalità cognitiva/Azioni e istituzioni/ 2.Interazioni e istituzioni di fronte ai dilemmi dell´azione collettiva/Le dinamiche di interazione sociale come fonte di incertezza/Le situazioni interattive semplici e complesse/Le situazioni interattive complesse a esito positivo/Le situazioni interattive complesse a esito negativo o problematico/La teoria dei giochi come esemplificazione dei dilemmi interattivi/Dal livello micro a quello macrosociale: azioni, interazioni, esiti/ 3.Piano e mercato come istituzioni/Idealtipi istituzionali di organizzazione economica: lo scambio di mercato nel capitalismo e la gerarchia di piano nel socialismo/Scambi mercantili "anarchici" e gerarchia socialista "pianificata"'/Mercato come "democrazia" dei consumatori e piano come "totalitarismo" statale'/Economisti capitalisti contro ingegneri socialisti: il grande equivoco tra efficienza economica ed efficienza tecnica/´Limpossibilità del calcolo dell´efficienza economica tramite il piano/ Profeti di sventura che colgono nel segno: Pareto, von Mises e Weber critici radicali del piano/ 4.Un rimedio peggiore del male: gli esiti negativi delle interazioni sociali nell´istituzione del piano/Il piano economico come "istituzione pragmatica" si impone storicamente distruggendo le "istituzioni organiche" dello scambio di mercato/Il modello sovietico di piano come paradigma della produzione socialista/Crescita forzata ed economia di scarsità e penuria come esito macrosociale della natura istituzionale del piano/Gli esiti distruttivi dei giochi sociali di strategia legati alle relazioni principale-agente tra i livelli organizzativi del piano/ Altri effetti perversi del piano: bassa innovazione, limitata varietà dei beni, debole produttività, disoccupazione nascosta, ciclicità basata sulla penuria/ 5.´Lordine policentrico del mercato come alternativa alle controfinalità del piano/Il "compito policentrico" di coordinare gli attori nella situazione interattiva complessa della produzione moderna ha un´unica soluzione socialmente praticabile: lo scambio di mercato/Lo scambio a prezzi di mercato tra attori proprietari di risorse permette un aggiustamento immediato dell´azione economica individuale alle mutate circostanze del sistema produttivo/Le istituzioni del piano come fonte di controfinalità/ Bibliografia.