Carocci editore - L'etica del Novecento

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
L'etica del Novecento

Sergio Cremaschi

L'etica del Novecento

Dopo Nietzsche

Edizione: 2005

Ristampa: 1^, 2006

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788843030125

  • Pagine: 288
  • Prezzo:23,60 20,06
  • Acquista

In breve

Il volume narra la storia dell´etica del Novecento o, più precisamente, la storia della discussione sui fondamenti dell´etica iniziata con Nietzsche e Sidgwick, i maggiori esponenti dello scetticismo morale di fine Ottocento. La discussione ha visto predominare, nella prima metà del secolo, tendenze che negavano la possibilità di un´etica normativa. Nel mondo continentale la tendenza dominante trasformava l´etica in una filosofia dell´esistenza che si limitava a descrivere la condizione umana come fatta di scelte, tanto inevitabili quanto arbitrarie, senza saper dare però criteri per compierle. Nel mondo anglosassone prevaleva una filosofia della morale, un´analisi del linguaggio morale che si proponeva di chiarire le valutazioni ma non di giustificarle. Nel 1958 si è avuta la svolta che ha portato alla riabilitazione della filosofia pratica, svolta cui sono seguiti decenni di controversie fra etiche normative diverse: utilitariste, kantiane, della virtù. Mentre la controversia era in corso è avvenuta però una silenziosa rivoluzione, quella dell´etica applicata, che ha inaspettatamente eliminato l´oggetto della contesa mettendo in campo metodi che permettono la convergenza su principi intermedi anche in assenza di accordo sui principi primi. La svolta normativa e la rivoluzione dell´etica applicata hanno così portato, a fine secolo, a un punto d´arrivo piuttosto lontano dai blocchi di partenza, col prevalere - invece dello scetticismo e del relativismo - di argomentazioni morali imparziali e universali. Queste hanno dalla loro parte, se non un inappellabile fondamento razionale, almeno la ragionevolezza, l´eredità più preziosa del secolo dei Lumi.

Indice

Prefazione/ 1.La filosofia anglosassone: il naturalismo/Dewey oltre l´evoluzionismo e l´utilitarismo/Dewey e l´epistemologia morale antiessenzialista/Dewey e l´ontologia morale naturalista/ Dewey e l´etica normativa della condotta e della funzione/ Perry e il naturalismo semantico/ 2.La filosofia anglosassone: l´utilitarismo ideale e il neointuizionismo/Moore critico dell´empirismo utilitarista/ Moore e la «fallacia naturalistica»/Moore e la natura del valore intrinseco/Moore e l´utilitarismo ideale/Prichard e la priorità del giusto sul bene/Ross e l´epistemologia morale coerentista/ ´Lontologia morale di Ross: realismo, pluralismo, non naturalismo/´Letica normativa di Ross: i «doveri prima facie»/ 3.La filosofia anglosassone: il non-cognitivismo/La scuola scandinava, il Circolo di Vienna e il primo emotivismo/ Wittgenstein e l´ineffabilità dell´etica/´Lemotivismo radicale di Russell e Ayer/Stevenson e l´emotivismo moderato/Stevenson e la pragmatica del linguaggio morale/Stevenson e i metodi per risolvere i disaccordi etici/Hare e il prescrittivismo/ 4.La filosofia anglosassone: la critica del non-cognitivismo/ Il neonaturalismo e le critiche all´argomento della «fallacia naturalistica» /Le critiche alla legge di Hume/Lewis e la «contraddizione pragmatica»/Toulmin e il good reasons approach/Baier e le ragioni morali/Baier: le morali sociali e la morale assoluta/Baier e «il punto di vista morale»/Baier e i contenuti dell´etica assoluta/ 5.La filosofia continentale: la filosofia dei valori/ Weber e il «politeismo dei valori»/Fenomenologia contro psicologismo e razionalismo/Reinach e la teoria degli «atti sociali»/Scheler e «l´etica materiale dei valori»/Hartmann e l´ontologia dei valori/ Plessner, Gehlen e la philosophische Antropologie/ Lvinas e l´alterità/ 6.La filosofia continentale: i critici della filosofia dei valori/Freud: il superego e la civilizzazione/Heidegger: l´ethos originario contro l´etica/Sartre e Beauvoir: autenticità e ambiguità/Adorno e Horkheimer: emancipazione e immoralismo/ 7.Teologi e pensatori religiosi postliberali/Barth e l´autonomia della fede dall´etica/Sviluppi della teologia morale riformata dopo Barth/Bonhoeffer: il comando divino concreto e l´etica delle realtà penultime/Sviluppi della teologia riformata e cattolica dopo la seconda guerra mondiale/Baeck e la trasformazione del giudaismo liberale/Rosenzweig contro il giudaismo liberale/Buber e la religione come linfa vitale della morale/Heschel e l´ebraismo come «scienza di azioni» / 8.Etiche normative: il neoutilitarismo/La discussione sull´utilitarismo dell´atto e della norma/Hare e l´utilitarismo delle preferenze su due livelli/Harsanyi, Gauthier e le etiche della scelta razionale/Parfit: l´utilitarismo e l´idea di persona/ Brandt e l´utilitarismo indiretto della coscienza/ 9.Etiche normative: neoaristotelismi ed etiche della virtù/Hannah Arendt: l´azione e il giudizio/Hans-Georg Gadamer e la phronesis/ MacIntyre: pratiche, virtù, tradizioni/Hampshire e la «deliberazione» /Williams e la complessità morale/´Letica femminista/ 10.Etiche normative: etiche kantiane e dei diritti/Il costruttivismo dialogico/Apel, Habermas e l´etica del discorso/ Gewirth e l´etica dei diritti/Nagel e l´etica delle ragioni relative all´agente/Donagan e le persone come fini in s / 11.La rinascita dell´etica applicata/Anscombe e la bomba atomica/Dall´etica medica alla bioetica/Rawls e l´etica pubblica/Nozick, Dworkin e gli sviluppi dell´etica pubblica/ Sen e la rinascita dell´etica economica/ 12.Metaetiche di fine secolo/Le logiche deontiche/ ´Lantirealismo/Il realismo esterno/Il realismo interno/Il costruttivismo kantiano / Bibliografia / Indice dei concetti / Indice dei nomi.