Carocci editore - A memoria di donna

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
A memoria di donna

Clara Mucci

A memoria di donna

Psicoanalisi e narrazione dalle isteriche di Freud a Karen Blixen

Edizione: 2004

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788843029396

  • Pagine: 240
  • Prezzo:21,00 17,85
  • Acquista

In breve

Dallo speciale statuto del corpo-parola femminile nell'isteria, passando per un'analisi di opere narrative in inglese tra Ottocento e Novecento, A memoria di donna traccia un legame tra la parola dell'isterica e la voce di scrittrici o scrittori che danno spazio a problematiche del femminile: dalle prigionie del gotico di Jane Austen, una delle prime narratrici a intuire la claustrofobia della dimensione della donna nella Storia, a Charlotte Bronte, che crea un prototipo - la governante Jane Eyre - per la discussione del marginale e del femminile nel vittorianesimo, a Lewis Carroll, a George Eliot, fino al Novecento, con le voci privilegiate - e a loro modo diversamente tragiche - di Virginia Woolf e Karen Blixen. Il femminile come alienazione, marginalizzazione o trasgressione del simbolico è analizzato nei suoi aspetti teorici, linguistici, psicoanalitici: da Kristeva a Lacan, da Freud con la sua "meta psicologia strega" al superamento del binarismo di genere che Shoshana Felman propone con il suo concetto di femminile come ciò che sovverte le rappresentazioni culturali del genere.

Indice

Prefazione/ Introduzione. Per una difesa psicoanalitica della letteratura nel terzo millennio / Parte prima. Teoria. Psicoanalisi al femminile/ 1.La "metapsicologia strega" e la parola tra psicoanalisi e letteratura: narrazione, interpretazione, cura/La parola scritta - scrivere la storia/Metanarratività, sovversione della storia e interpretazione: psicoanalisi e isteria, psicoanalisi come isteria/«So muss denn doch die Hexe dran!»: femminilità, poeti e teorizzazione "dalla parte della strega"/Freud bricoleur: mito, logica simbolica e "costruzione" in analisi/Bildersprache e Fantasiearbeitung/Strega psicoanalitica o letteratura-strega' Gli enigmi di Das Unheimliche/ 2.Elogio del pun, ovvero linguaggio poetico, donne, follia e letteratura ai margini/L'ambivalente status del pun: una questione di margini/Studi recenti sul pun e sul gioco di parole/Il punto di vista della linguistica: il formalismo russo e Roman Jakobson sul linguaggio poetico/Il gioco di parole e la psicoanalisi: pun, motto di spirito, letteratura e disagio della civiltà/Interpretazione, significato e Soggetto: Lacan vs. Jakobson/Il poeta, il perturbante, la coazione a ripetere e la liminalità: poesia, marginalità, soggettualità e pratiche dell'eccesso/"Imprevedibile, immorale, eccedente": il pun come la donna, la donna come inconscio della società e alcune spiegazioni per l"'inaffidabilità" delle donne (e dei pun)/Pun, linguaggio e reason in madness. Motti di spirito, lapsus, patologia del linguaggio e il caso dell'Uomo dei Topi/Il pun rubato, o in ascolto della Sfinge/ 3.La pagina bianca come "oggetto a" lacaniano. Silenzio, parole femminili, desiderio e interpretazione/ 4.Le immagini e la storia del soggetto nella narrativa di Karen Blixen / Parte seconda. Narrazione al femminile/ 5.«A un passo dal silenzio»: marginalità, ideologia e censura in Northanger Abbey di Jane Austen/Negazione, silenzio e sovversione/Ironia, sovvertimenti, negazione: la strategia dell'inversione comica/Vestiti, balli e tipi buffi: alcuni stereotipi del mondo e della scrittura femminile/Romanzi e comunità femminile/Ambiguità verbali, manipolazione ed enigmi interpretativi/Ignoranza femminile, storia delle donne e i vantaggi dell'essere stupide/L'abbazia, Catherine e le disillusioni del gotico/ 6.Jane Eyre o rappresentazioni del femminile nel romanzo vittoriano/Femminilità, marginalità e cultura vittoriana/Orfana a Gateshead/Repressione, passione e la convenzione dell'orfano nella narrativa vittoriana/Da Lowood a Thornfield: nascita di una governante/Bertha e le figure dell'alterità / 7.«When sounds take care of themselves»: Alice, il predominio della lettera e il Paese delle Meraviglie/ 8.Realismo ed epistemologia negativa in George Eliot/Realismo e crisi della rappresentazione: forma, ideologia, narratore onnisciente/Narrazione, scienza e linguaggio: Freud ed Eliot/Immaginazione e scrittura, realismo e sfiducia/Origine, nome, padre. lncipit ed explicit/ 9.Momenti di essere e morte per acqua: Virginia Woolf "tra un atto e l'altro" / 10.«But God may like a world turned upside-down»: scrittura femminile e abissi narrativi in Karen Blixen/ Bibliografia delle opere citate