Carocci editore - Manuale di semiotica

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Manuale di semiotica

Stefano Gensini

Manuale di semiotica

Edizione: 2004

Ristampa: 8^, 2014

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788843029228

  • Pagine: 472
  • Prezzo:32,70 27,80
  • Acquista

In breve

Questo volume offre una ordinata introduzione alla ricerca semiotica contemporanea, nelle sue varie articolazioni: teorica, storica e applicativa. Nella prima parte il lettore è guidato alla conoscenza del bagaglio terminologico e nozionale di base, con particolare attenzione alle proprietà che caratterizzano e rendono diversi i singoli codici o linguaggi (umani, di animali diversi dall´uomo o di automi), e all´intreccio della semiosi con i processi cognitivi, secondo una direzione di lavoro interdisciplinare oggi indispensabile. Nella seconda parte, un gruppo di specialisti presenta le modalità di funzionamento di alcuni linguaggi particolarmente significativi (le lingue segnate dei sordomuti, il codice comunicativo delle api, un linguaggio-macchina) ovvero modelli di analisi testuale, focalizzati su testi poetici, teatrali, pubblicitari. Nella terza parte una scelta di pagine di autori classici, da Platone a Saussure a Chomsky, documenta (con l´aiuto di sobrie note introduttive) lo sviluppo storico della riflessione sul linguaggio e sui segni. ´Lopera è pensata, nelle sue varie parti, per soddisfare varie esigenze: quella di una preparazione semiotica essenziale per i corsi universitari di I livello, o per lettori "generali", ma anche quelle di approfondimento teorico e di esplorazione storiografica per le lauree specialistiche interessate ai problemi del linguaggio e della comunicazione.

Indice

Premessa
Parte prima. Elementi
Introduzione. In un mondo di segni?/Segno e codice/L’oggetto della semiotica/La comunicazione e i suoi equivoci/Basi naturali della semiosi/ Proprietà semiotiche fondamentali/Sistemi di scrittura e testualità/Linguaggio e mente nella prospettiva semiotica/Complementi, di Marina De Paloe Stefano Gensini/Riferimenti bibliografici
Parte seconda. Esperienze e applicazioni
Come si legge un quadro, di Ave Appiano/Come è fatto un linguaggio animale. Due casi a confronto: il linguaggio delle api e il linguaggio verbale, di Felice Cimatti/Come funziona il linguaggio del cinema, di Luca Forgione/Come è fatto un linguaggio di programmazione, di Daniel Donatoe Marcello Frixione/Come si legge un testo teatrale, di Marina Geat/Come si legge un testo pubblicitario, di Tarcisio Lancioni/Come si legge un testo letterario. Un esempio di analisi: Montale, Gloria del disteso mezzogiorno, di Dario Corno/Come è fatta una lingua dei segni, di Tommaso Russo/Riferimenti bibliografici
Parte terza. Pagine classiche dalla tradizione della riflessione sul segno e il linguaggio
Platone: i nomi e l’essenza delle cose/Aristotele: il linguaggio fra pólis e conoscenza/Lucrezio: il linguaggio, gli umani e gli altri animali/René Descartes: mente e linguaggio/John Locke: l’arbitrarietà delle parole/Gottfried W. Leibniz: segno e pensiero/ Wilhelm von Humboldt: il linguaggio come forma e creazione/Charles Sanders Peirce: semiosi e interpretazione/Ferdinand de Saussure: l’arbitrarietà radicale/Lev S. Vygotskij e Alexander R. Lurija: strumento e simbolo/Noam Chomsky: linguaggio e natura umana/Riferimenti bibliografici
I collaboratori.
Indice dei termini definiti.