Carocci editore - Theodor W. Adorno

Password dimenticata?

Registrazione

Theodor W. Adorno

Stefan MÜLLER-DOOHM

Theodor W. Adorno

Biografia di un intellettuale

Edizione: 2003

Collana: Saggi

ISBN: 9788843027125

  • Pagine: 944
  • Prezzo:87,30 82,94
  • Acquista

In breve

In un'epoca segnata dagli specialismi e dalla frammentazione del sapere, ripercorrere la vicenda biografica di Theodor Wiesengrund Adorno -la fitta trama delle sue amicizie, la vastità dei suoi interessi, la portata degli eventi di cui fu testimone - significa confrontarsi con il fascino di un intellettuale che nel suo Il saggio come forma (1974) poteva scrivere: «La curiosità è il principio di piacere del pensiero». Ma ripercorrere la sua vicenda biografica significa anche confrontarsi con l'"inattualità" di un filosofo che dallo iato fra razionalità e realtà, fra costruzione del concetto e cosa traeva alimento per un desiderio di radicalità e una tensione utopico-dialettica che hanno trovato voce in un peculiare dispositivo di pensieri. Significa infine - spenti gli eccessi e i pregiudizi (in positivo e in negativo) che hanno segnato la ricezione del "fenomeno Adorno" - ridefinire i confini del suo interrogarsi sul senso e sul destino della nostra modernità. E di conseguenza il suo lascito.

Indice

Premessa / Parte I. Le origini: famiglia, infanzia e giovinezza. Gli anni di scuola e d'università nella città in riva al Meno/Contrappunti di un'eredità familiare/ 1.Jean François alias Giovanni Francesco: il nonno corso/Il maestro di scherma Calvelli-Adorno nel sobborgo francofortese di Bockenheim/ 2.Wiesengrund: l'eredità ebraica del romantico nome paterno/Un padre generoso e due madri di grande talento musicale/ 3.Tra Sachsenhausen e Amorbach/Esperienze scolastiche di un bambino precoce/Interessi filosofici di un animo musicale: l'influsso di Kracauer su Adorno/ 4.Éducation sentimentale/Una relazione d'amore e alcune avventure / Parte II. Cambio di città: tra Francoforte, Vienna e Berlino. Molteplicità degli interessi intellettuali/Al confine tra filosofia e musica/ 5.Contro corrente: la città di Francoforte e la sua università/Primo incontro con Max Horkheimer all'istituto di psicologia della Gestalt/ 6.Un uomo ricco di qualità filosofiche nell'ambiente musicale viennese: esperienze nella metropoli sul Danubio/Apprendistato presso il "signore e maestro"/ 7.Alla ricerca di una vita professionale/Nessun aut-aut tra la filosofia e la musica/ 8.Critica musicale e pratica di composizione/Autoconferma teorico-musicale circa il metodo dodecafonico. Il dibattito tra Adorno e Krenek/ 9.Approssimandosi ad una teoria dell'estetica/Qualcosa di più un saggio di capacità pratiche in filosofia/ 10.Un secondo elemento d'eccezione a Francoforte: l'Istituto per la ricerca sociale/Due prolusioni/Libero docente all'ombra di Walter Benjamin/La "Rivista di scienza sociale" e l'analisi della musica in base alla critica dell'ideologia di Adorno/Il patto con Horkheimer contro la nascita di un secondo tipo di sociologia nello stesso edificio/Progetto per un'opera lirica: Il tesoro di Joe l'indiano/ Parte III. Gli anni dell´emigrazione: l´esistenza di un intellettuale all´estero/Un doppio esilio: la condizione intellettuale di un senza patria come destino biografico/ 11.L'uniformazione della comunità del popolo tedesco e l'emigrazione titubante di Adorno/Aspettare con decenza che passi la burrasca/ 12.Tra questioni accademiche e questioni reali. Il docente di filosofia diventa advanced student a Oxford/Il bastone e la carota/Un´avversione duratura: la musica jazz. Un eccesso tollerato/Insuccessi.../ e lutti privati/ 13.Scrivere lettere come rassicurazione filosofica. Controversie con Benjamin, Sohn-Rethel e Kracauer/Una doppia liaison: Gretel e Max/ 14.Learning by doing. La via di Adorno verso la ricerca sociale/Presso l'lnstitute of Social Research sulle Morningside Hights/Nuovamente in sospeso: il lungo cammino da New York a Los Angeles/ 15.Fortuna nella sfortuna: gli anni californiani di Adorno/Messaggi in bottiglia, ovvero come fare chiarezza sull'Illuminismo/Meriti conseguiti nella ricerca sociale. Gli studi sulla personalità autoritaria/Sensibilità morale in tempi immorali/Il "consigliere segreto": Adorno e Thomas Mann / Parte IV. Pensare l´incondizionato e sopportare i condizionamenti/La forza dirompente di dire no 16.Cambio di scena: visita ad un campo di macerie/Collaborare con la Germania del dopoguerra'/Di nuovo in America: l'analisi dell'astrologia e le ricerche sulla televisione/Alla luce del sole: Kafka, Becketr, Holderlin/ 17.Affermare il valore della teoria critica. Le attività di Adorno negli ultimi anni cinquanta e nei primi anni sessanta/Nuotare contro corrente/Parlare della corda nel paese del boia/Crisi del soggetto: autoconservazione senza Io/Per che cosa vivere: comprendere il linguaggio della musica/Vivere rettamente' Luoghi, persone, amicizie/ 18.Il pane della riflessione. Una teoria consumata dal pensiero/Il Positivismusstreit (La disputa sul Positivismo). Il cammino discorsivo verso la Scuola di Francoforte/Contro il vecchiume tedesco/La bambina grassa/In quale società viviamo' L'analisi adorniana del presente/ 19.Con le spalle al muro/Un parricidio soltanto rinviato/L'inutilità di difendere una teoria come prassi/Momenti di felicità, nonostante tutto/L'essenza scissa dell'arte/La morte/Epilogo/Pensare contro se stessi/Ringraziamenti/Genealogia della famiglia/Cronologia/Lezioni universitarie e seminari tenuti da Adorno/Adorno a Francoforte - una cartina/Composizioni musicali/ Note/ Bibliografia/ Referenze fotografiche/ Indice dei nomi/ Indice delle opere di Adorno