Carocci editore - Montale vs. Ungaretti

Password dimenticata?

Registrazione

Montale vs. Ungaretti

Alberto Bertoni, Jonathan Sisco

Montale vs. Ungaretti

Introduzione alla lettura di due modelli di poesia del Novecento

Edizione: 2003

Collana: Piccola Biblioteca Letteraria

ISBN: 9788843026630

  • Pagine: 284
  • Prezzo:20,90 19,85
  • Acquista

In breve

È il 1934 quando Gianfranco Contini, in una lettera all’amico Montale, scrive: «La poesia di Ungaretti e la Sua poesia mi sembrano impersonare due tipi ideali opposti, la poesia ricevuta e la poesia di lavoro. Ungaretti è una sede, per così dire, irresponsabile di fenomeni […] mentre da un Montale si può attendere legittimamente: si deduce». È questa una diagnosi che diverrà nel corso del secolo un criterio influente sulla storia ricettiva e sul tracciato inventivo della poesia italiana del Novecento. Anche in rapporto al contesto polifonico della cultura europea, lo sviluppo parallelo della poesia di Montale e di Ungaretti si presenta come un canone dinamico – qui ricostruito a partire da un campionario esemplare di testi commentati – in cui si riflette lo sviluppo delle forme testuali e delle idee della poesia fra anni Venti e secondo dopoguerra, attraverso i problemi posti alla coscienza civile prima dall’avvento del fascismo e infine dalle esigenze comunicative della nuova società di massa.

Indice

Premessa - Ungaretti, di J. Sisco 1. La scena europea 2. Vita di Ungaretti 3. Dall’Allegria al Dolore. Un percorso di lettura 4. Poetica e work in progress 5. La parola trovata 6. Innocenza e memoria 7. La Canzone introduttiva della Terra Promessa - Montale, di A. Bertoni 8. La biografia poetica 9. Introduzione agli Ossi di seppia 10. La Poesia e la Musica: lettura di Minstrels 11. Negli anni Trenta, dalla parte di Montale 12. Due Conclusioni provvisorie: come finisce la Bufera 13. Ritratto del poeta da vecchio: Montale e il Quaderno di quattro anni

jxxx.asia jporn.asia jadult.asia