Carocci editore - Scienza e stato

Password dimenticata?

Registrazione

Scienza e stato

Antonio Di Meo

Scienza e stato

Il laboratorio chimico centrale delle gabelle dalle origini al secondo dopoguerra

Edizione: 2003

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788843025817

  • Pagine: 200
  • Prezzo:19,70 16,74
  • Acquista

In breve

Fondato nel 1886 e fortemente voluto - su impulso del ceto politico dell´epoca - dal suo primo direttore, il chimico Stanislao Cannizzaro, il Laboratorio chimico centrale delle gabelle del Ministero delle Finanze divenne uno dei maggiori centri di ricerca dell´Italia postunitaria, nucleo generatore di un sistema di laboratori diffusi sul territorio nazionale e perno di una stagione di studi in cui, grazie soprattutto a Gerolamo Vittorio Villavecchia, il secondo direttore, nacque una nuova disciplina: la chimica merceologica. Tali vicende si collegano ai programmi politico-culturali connessi al ruolo di Roma capitale, alla nascita della scuola di chimica romana fondata da Cannizzaro, all´Istituto di via Panisperna e ai problemi della modernizzazione scientifica degli apparati statali. Questo volume si giova del ritrovamento di un fondo archivistico sull´attività del Laboratorio durante la guerra del 1915-18, che ha consentito di ricostruire l´impegno degli scienziati italiani nel conflitto e la nascita della chimica di guerra; in Appendice si pubblica, a cura di Maria Antonietta Serci, l´inventario dell´Archivio del Laboratorio.

Indice

Indice Introduzione 1.La chimica a Roma dopo il 1870/Roma capitale della scienza'/Un modello tedesco/Un nuovo laboratorio di chimica a Roma/L'arrivo a Roma di Stanislao Cannizzaro/La scuola romana di chimica 2.Il Laboratorio chimico delle gabelle. Le origini/La fondazione. La direzione di Cannizzaro/La rinuncia di Cannizzaro e la nomina di Villavecchia a direttore del Laboratorio centrale/Chimica analitica e merceologia/Un personale del Laboratorio centrale e di quelli compartimentali 3.Un museo merceologico 4.La questione degli zuccheri 5.La "guerra dei chimici". 1914"1918/La mobilitazione dei chimici nella Grande guerra/La mobilitazione dei chimici italiani/Dalla guerra chimica alla chimica di guerra/Dalle merci agli aggressivi: il Laboratorio chimico centrale delle gabelle negli anni della Grande guerra/La direzione di Villavecchia dei Servizi chimici di guerra/La produzione dei gas aggressivi e la questione dell'iprite 6.Un Laboratorio delle gabelle come modello. Il primo dopo-guerra e il futuro dell'arma chimica/La fine delle ostilità e la riconversione dei prodotti e degli impianti della chimica di guerra/Una polemica del 1923 138 7.La celebrazione del centenario di Cannizzaro 8.Macro e microstoria nella gestione del personale/Magistratura tecnica ed ethos della pubblica amministrazione/Sentimento nazionale e antisemitismo/La legge del 1925 contro la massoneria/Le leggi razziali del 1938-1939/L'epurazione antifascista. 1943-1946 Appendice. L'Archivio storico del Laboratorio chimico centrale delle dogane e delle imposte indirette, di M. Antonietta Serci