Carocci editore - BERNART DE VENTADORN. Canzoni

Password dimenticata?

Registrazione

BERNART DE VENTADORN. Canzoni

BERNART DE VENTADORN. Canzoni

a cura di: Mario Mancini

Edizione: 2003

Ristampa: 9^, 2016

Collana: Biblioteca Medievale Testi

ISBN: 9788843024445

  • Pagine: 168
  • Prezzo:15,00 14,25
  • Acquista

In breve

Per la rappresentazione multiforme dei movimenti del desiderio, per la sequenza delle immagini, per gli scenari incantati delle stagioni e degli elementi, le canzoni di Bernart de Ventadorn (XII secolo) sono una delle espressioni più alte della poesia trobadorica. Il suo universo è quello dell’amore cortese, un mondo vietato ai profani, tenacemente difeso dagli attacchi di "malparlieri", che promette ai suoi seguaci emozioni e dolcezze nuove, e che si costruisce al di fuori delle convenzioni della religione e della morale, come in uno spazio magico. Uno spazio dominato dagli "spiriti", dalle forze della natura, dal fuoco della visione: «Ho il cuore così pieno di gioia / che intorno tutto mi si snatura: / fiore bianco, vermiglio e giallo / mi sembra il gelo, / con il vento e con la pioggia / cresce la mia felicità / e il mio pregio s’innalza / e migliora il mio canto». La scienza magica di cui Bernart è depositario, che conserva e raffina come il suo segreto più prezioso, è l’arte di corteggiare la dama - le dame - all’interno di una strategia mossa dall’inclinazione e dal desiderio, ma anche percorsa da un ovidiano, teatrale, spiritoso disincanto: l’arte di scrivere canzoni.

Indice

Introduzione. Bibliografia. Canzoni/Chansos/Ab joi mou lo vers e l comens/Amors, e que us es vejaire/Era m cosselhartz, senhor/Ara no vei luzir solelh/Be m’an perdut lai enves Ventadorn/Chantars no pot gaire valer/Ges de chantar no m pren talans/La dousa votz ai auzida/Lo gens tems de pascor/Lo rossinhols s’esbaudeya/Lo tems vai e ven e vire/Non es meravelha s’eu chan/Can la douss’aura venta/Can l’erba fresch’e lh folha par/Can lo boschatges es floritz/Can vei la flor, l’erba vert e la folha/Can vei la lauzeta mover/Tant ai mo cor ple de joya. Note.