Carocci editore - Rapporto sulle politiche contro la povertà e l'esclusione sociale

Password dimenticata?

Registrazione

Rapporto sulle politiche contro la povertà e l'esclusione sociale

Chiara Saraceno

Rapporto sulle politiche contro la povertà e l'esclusione sociale

1997-2001

Edizione: 2002

Collana: Occasioni

ISBN: 9788843023028

  • Pagine: 168
  • Prezzo:16,50 15,68
  • Acquista

In breve

La questione della povertà in Italia fatica ad entrare nell'agenda politica ed è oggetto di misure frammentarie oltre che largamente inadeguate. Eppure si tratta di un fenomeno che coinvolge ogni anno più di due milioni e mezzo di famiglie e oltre sette milioni di persone. Fortemente concentrata nelle regioni meridionali, tocca anche aree del Centro e del Nord. Accanto agli anziani, che sono stati tradizionalmente i più esposti al rischio di povertà, negli ultimi anni emerge in particolare la vulnerabilità delle famiglie con figli, specie se minori. A partire da due figli, infatti, aumenta notevolmente il rischio di povertà, fino a toccare un quarto delle famiglie con tre figli o più. La disoccupazione del capofamiglia è la causa maggiore di indigenza per queste famiglie, ma spesso non basta neppure il lavoro di un solo genitore per evitare la povertà dei bambini. Quest'ultima appare così il fenomeno più nuovo, e più preoccupante, della povertà nel nostro paese, anche perch  chi è povero da piccolo corre rischi più elevati di rimanere povero a lungo rispetto a chi invece diventa povero da adulto. Per sviluppare politiche adeguate occorre sia far riconoscere la questione della povertà come cruciale per una democrazia compiuta, sia poter disporre di strumenti metodologici e concettuali idonei a conoscere il fenomeno e a valutare l'impatto delle politiche. Il lavoro della Commissione d'indagine sull'esclusione sociale nel biennio 2000-2001 qui documentato si è mosso in entrambe queste direzioni. Per questo è uno strumento utile sia per gli studiosi che per i policy makers.

Indice

Prefazione Introduzione 1.La povertà e l'esclusione sociale nell'agenda politica europea 2.La povertà e l'esclusione sociale nell'agenda politica italiana 3.Uno sguardo sintetico sulle politiche 4.La povertà nel periodo 1997-2000: uno sguardo d'insieme/Appendice ·Parte prima. Una valutazione delle politiche pubbliche sulla povertà e l'esclusione sociale in Italia 1.Il nuovo sistema integrato di interventi e servizi sociali/L'agenda attuativa della riforma a livello centrale e periferico: una panoramica generale/Lo stato di avanzamento dei provvedimenti di attuazione/Il Piano nazionale degli interventi e dei servizi sociali 2001-2003/Il riparto del Fondo nazionale per le politiche sociali/Prospettive e rischi del processo di implementazione della legge quadro 2.La sperimentazione del reddito minimo di inserimento/Premessa/Le caratteristiche del RMI/Caratteristiche dei beneficiari/Le attività di inserimento/I costi e il finanziamento della sperimentazione/I primi esiti/Elementi di valutazione/Stima del costo della misura 3.Un bilancio delle politiche di trasferimenti monetari a sostegno delle famiglie/La valutazione effettuata nel 2000/ La valutazione effettuata nel 2001 ·Parte seconda. La povertà in Italia nel 2000: caratteristiche, fonti statistiche e problemi di misura 4.La povertà relativa e la povertà assoluta/ La povertà relativa/La povertà assoluta 5.Povertà e scale di equivalenza 6.La scelta della variabile di riferimento: reddito o consumo 7.La povertà tra i minori e le loro famiglie/ Metodologia di stima della povertà/L'evidenza empirica 8.La persistenza in povertà/L'indagine longitudinale dell'ECHP/Metodologia di stima della povertà/La stima della povertà in Italia con dati ECHP/La persistenza in povertà: un'analisi multivariata 9.I senza dimora in Italia: caratteristiche personali e risposte istituzionali/Premessa: le ricerche promosse dalla Commissione/Le dimensioni del fenomeno/Le caratteristiche della popolazione senza dimora in Italia/Come si diventa e come si vive da senza dimora in Italia/ Le risposte istituzionali ai bisogni delle persone senza dimora