Carocci editore - UGO FOSCOLO. Orazione a Bonaparte pel congresso di Lione

Password dimenticata?

Registrazione

UGO FOSCOLO. Orazione a Bonaparte pel congresso di Lione

UGO FOSCOLO. Orazione a Bonaparte pel congresso di Lione

a cura di: Lauro Rossi

Edizione: 2002

Collana: Fonti e ricerche

ISBN: 9788843021895

  • Pagine: 160
  • Prezzo:18,50 17,58
  • Acquista

In breve

L'Orazione a Bonaparte pel Congresso di Lione è un capolavoro foscoliano tra i più affascinanti e nel contempo tra i meno conosciuti. L'opera, scritta dal poeta su invito del governo cisalpino tra il 1801 e il 1802, quando Bonaparte convocò a Lione i notabili di quella repubblica per varare una nuova Costituzione, rappresenta uno straordinario atto di denuncia delle condizioni della Cisalpina, ma anche un lucido documento politico nel quale viene formulata al potentissimo Primo Console la precisa richiesta di libertà e indipendenza per il popolo italiano. Proprio in ragione del suo riferirsi a fatti e personaggi ben determinati lo scritto presenta non poche difficoltà interpretative: anche per questo, forse, non ha goduto fino ad oggi della considerazione che meritava nell'ambito della critica foscoliana. È questa una delle ragioni per cui, a duecento anni dalla sua uscita, il testo viene ora riproposto corredato da due ampi saggi introduttivi e da un corposo apparato critico, insieme ad altri documenti che ne arricchiscono la lettura.

Indice

Premessa di Francesco Prinzi/ Il programma nazionale di un intellettuale post-giacobino di Umberto Carpi/ Foscolo, i patrioti italiani e Bonaparte di Lauro Rossi/ Orazione a Bonaparte pel Congresso di Lione di Ugo Foscolo Appendice/Bonaparte Liberatore. Oda del liber'uomo Niccolò Ugo Foscolo/A Bonaparte. Dedica dell'Oda/Un figlio della Rivoluzione. Ugo Foscolo si racconta/Vincenzo Monti e la canzone per il Congresso di Lione/ Indice dei nomi citati da Foscolo Indice dei nomi citati negli altri testi.