Carocci editore - L'uomo nel mondo

Password dimenticata?

Registrazione

L'uomo nel mondo

Gian Luigi Paltrinieri

L'uomo nel mondo

Libertà e cosa in sè nel pensiero di Immanuel Kant

Edizione: 2001

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843020546

In breve

L´uomo nel mondo mira innanzitutto a confutare l´idea tradizionale secondo cui la distinzione kantiana tra fenomeno e cosa in s  decreta l'inconoscibilità della vera realtà, nascosta dietro o sotto la superficie delle nostre rappresentazioni. Sulla base di rigorosi riscontri testuali, questa distinzione viene riletta come la differenza tra due modi di interpretare gli stessi oggetti: o conoscendoli come fenomeni oppure pensandoli in se stessi. Fulcro portante si rivela la libertà della soggettività nella sua attività di giudizio (critica, conoscitiva e morale), ma è una libertà condizionata, propria di un interprete finito e non di un soggetto arbitro assoluto del vero e del giusto. Passando attraverso la decifrazione di nodi decisivi come la temporalità, gli schematismi e la dottrina delle facoltà, l´autore insiste poi sulle implicazioni pratico-morali del nesso tra libertà e cosa in s . Il Kant che ne emerge difende sì la libertà individuale, ma non nel senso di Constant o del liberalismo anglosassone, bensì come sinonimo di responsabilità nei confronti della collettività umana, ovvero come possibilità di scegliere, sia per il bene che per il male, sulla base di un libero ragionare, in cui si mostra sia la nostra dignità che il nostro costitutivo essere in rapporto con altri.

Indice

Prefazione · Parte prima. Il principio dell´io e la cosa in s  1. La rivoluzione copernicana come pensiero della libertà/Una svolta soggettivistica'/Una fallacia naturalistica'/Un modo di pensare trascendentale 2. Nichilismo e ricartesianizzazione della filosofia/Lo smarrimento post-kantiano: Jacobi e Reinhold/Il ritorno alla grammatica cartesiana del pensiero rappresentativo: Schulze e Fichte 3. La riflessione trascendentale come libera considerazione dei fondamenti 4. Idealismo trascendentale e realismo empirico 5. Fenomeno e cosa in s  6. Cosa in s , noumeno e oggetto trascendentale/L´affezione sensibile/L´oggetto trascendentale come condizione di possibilità dell´oggettivazione conoscitiva · Parte seconda. Tempo e schematismi 7. La dottrina delle facoltà 8. Tempo e immaginazione/Temporalità oggettiva/Contro il teoreticismo logicista/La reciproca irriducibilità di intelletto e sensibilità/ Strawson e il tempo/Il carattere relazionale dell´intuizione sensibile/Schematismo conoscitivo e immaginazione trascendentale 9. Analogie e interpretazione/L´interpretazione moral-religiosa/L´interpretazione riflettente · Parte terza. Libertà e interpretazione 10. Mondo e libertà/Il caso Schopenhauer/Il mondo divenuto 11. La responsabilità kantiana come libertà eteronoma/Quale responsabilità'/Autonomia della libertà/Giudizio pratico e responsabilità 12. Il giudizio come luogo della libertà Bibliografia Indice dei nomi