Carocci editore - L'operatore di strada

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner

In breve

La vastità delle problematiche che investono il mondo giovanile – dalla devianza alla microcriminalità, dalla tossicodipendenza all'AIDS – e la conseguente necessità di approntare forme innovative di intervento sociale hanno arricchito l'universo dei servizi territoriali di numerose figure professionali. A quelle più tradizionali dello psicologo e dell'assistente sociale, si sono così affiancate le figure del sociologo, dell'educatore professionale, dell'animatore e dell'assistente domiciliare, nonché quella, assolutamente inedita, dell'operatore di strada. Basato sugli studi di un gruppo di docenti universitari, nonché sull'esperienza diretta di numerose strutture assistenziali sparse su tutto il territorio nazionale, da Roma a Napoli a Bologna, il testo raccoglie una serie di saggi dedicati alla formazione, alle metodologie d'intervento e agli strumenti operativi dello street-worker, nel contesto delle diverse politiche assistenziali del nostro paese. Punto di contatto ideale tra il mondo della marginalità e quello dell'integrazione, tra la dimensione del disagio e quella delle strutture socio-assistenziali, lo street-worker si fa così portatore di una speranza di riscatto proprio là dove i bisogni nascono, le emergenze sociali si concretizzano e le conflittualità si manifestano: nell'immenso e variegato tessuto umano delle nostre città.

Indice

Introduzione di don Luigi Ciotti Parte prima Elementi di una coreografia 1. Cultura postmoderna e contesto metropolitano di Massimo Canevacci 1.1. Parte teorica 1.2. Parte empirica 1.3. Conclusioni Riferimenti bibliografici 2. Spazi-luoghi e tempi della socializzazione giovanile di Augusto Palmonari 2.1. Distinguere per capire 2.2. Il gruppo dei pari come momento caratterizzante il processo di socializzazione adolescenziale 2.3. È possibile dialogare con i gruppi di adolescenti a rischio di devianza' Riferimenti bibliografici 3. I contesti simbolici nella sperimentazione territoriale dei giovani a rischio di devianza di Gaetano De Leo 3.1. La strada come dimensione sconosciuta dell'esperienza giovanile 3.2. I processi microculturali e di stigmatizzazione 3.3. Il bagaglio professionale degli operatori di strada Riferimenti bibliografici 4. Identità dei giovani e ruolo di comunità locale e Stato di Giuseppe Cotturri 4.1. Premessa 4.2. Il problema della identità 4.3. Giovani dagli anni Ottanta ai Novanta 4.4. Comunità locali e Stato: i terreni delle nuove identità Riferimenti bibliografici Parte seconda I servizi e le aree impenetrabili 5. Che cos'è un diritto e che cos'è la malattia' di Giovanni Berlinguer 5.1. Le leggi, i servizi e i concetti 5.2. Bisogni e diritti 5.3. Che cos'è la malattia 5.4. La malattia come sofferenza 5.5. La malattia come diversità 5.6. La malattia come pericolo 5.7. La malattia come segnale 5.8. La malattia come stimolo Riferimenti bibliografici 6. L'operatività di strada come metodo di Luigi Cancrini 6.1. La presa in carico 6.2. Lo sviluppo del lavoro terapeutico 6.3. Una ipotesi di organizzazione del lavoro Riferimenti bibliografici Parte terza Operatore di strada dove e come 7. Progetto MobyDick. Un social travel bus nelle piazze di Napoli di Giovanni Devastato 7.1. Il ritorno alla strada 7.2. Il progetto Moby Dick 7.3. Alcune note conclusive Riferimenti bibliografici 8. Senza nemmeno accorgerci. Storia, epilogo e morale di un CFP di Giorgio Turini 8.1. Disorientamento e occupazione dello spazio 8.2. A come Agenzie formative 8.3. Costi da sopportare 8.4. 'Home sweet home' 8.5. Mandato formale e Mandato reale 8.6. Postilla 9. 'Benvenuti in frontiera'. Il Centro di integrazione sociale di Torbellamonaca di Cecilia Pasi e Mauro Faiella 10. Aggregare la strada. L'esperienza della GIOC di Rocco Ballacchino 10.1. Premessa 10.2. Educazione come prevenzione 10.3. Priorità educative 10.4. Un'esperienza concreta di aggregazione di strada 10.5. Lo sviluppo del lavoro di strada 10.6. Conclusioni Riferimenti bibliografici 11. 'Fumatevi tutto tranne che la libertà'. Spinaceto, quartiere firmato dal disagio di Gabriella Fabrizi 12. Street-workers a Bologna. Per ridare capacità e competenza agli attori sociali di Roberto Merlo 12.1. Obiettivi e premesse teoriche 12.2. Il modello di lavoro 12.3. La strategia di azione di supporto Riferimenti bibliografici 13. Il viaggio di Ulisse. Il progetto formativo di Capodarco per gli operatori di strada di Marco Veronesi 13.1. Il profilo professionale 13.2. Funzioni, attività, training formativo 13.3. Il modello formativo di riferimento 13.4. Il corso di formazione per operatori di strada 14. Strada, metafora del mondo di Goffredo Fofi Postfazione. Marco Polo e gli operatori di strada di Michelangelo Chiurchiù Riferimenti bibliografici La Comunità di Capodarco