Carocci editore - Lingua d'autore

Password dimenticata?

Registrazione

Lingua d'autore

Francesca Gatta, Riccardo Tesi

Lingua d'autore

Letture linguistiche di prosatori contemporanei

Edizione: 2000

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788843017195

  • Pagine: 220
  • Prezzo:21,60 20,52
  • Acquista

In breve

I saggi raccolti nel volume, apparentemente eterogenei per gli argomenti linguistici e per gli autori rappresentati (dall'ultimo Buzzati al recentissimo Gabriele Romagnoli, passando per Natalia Ginzburg, Giuseppe Berto, Giuseppe Pontiggia, Antonio Tabucchi, Gianni Celati ed Emilio Tadini), hanno il loro tratto unificante nella metodologia d'indagine. Prescindendo da classificazioni e considerazioni di ordine estetico e letterario, i singoli saggi prendono le mosse da fenomeni stilistico-retorici e linguistici ritenuti idonei a "forzare" il testo nella direzione che esso stesso sembra indicare: il discorso riportato, la sintassi, i tempi verbali, la punteggiatura e così via diventano chiavi d'accesso privilegiate per individuare le modalità linguistiche scelte dall'autore per esplicitare fino in fondo il proprio messaggio.

Indice

Presentazione, di M. L. Altieri Biagi Introduzione, di F. Gatta e R. Tesi "era lei, era Laide, era autunno, era la disperazione": ripetizione e progressione in Un amore di Dino Buzzati, di F. AtzoriLa sintassi del "monologo esteriore" nel Male oscuro di Giuseppe Berto, di R. Tesi Forme della ripetizione nei romanzi epistolari di Natalia Ginzburg, di E. Gagliardi In forma di orizzonte. La scrittura aforistica di Giuseppe Pontiggia, di C. De Santis Ombre e fantasmi nel remoto della "bassa". Deissi e passato prossimo nei Narratori delle pianure di Gianni Celati, di F. Gatta La voce di Prospero. Sintassi dell'oralità nella Tempesta di Emilio Tadini, di C. Panzieri Trasformazioni e varietà del discorso riportato nella narrativa di Antonio Tabucchi, di C. Ceccarelli Un montaggio multimediale: osservazioni sulla sintassi e sulla punteggiatura nel romanzo In tempo per il cielo di Gabriele Romagnoli, di F. Gatta