Carocci editore - L'Italia dei poteri locali

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
L'Italia dei poteri locali

Luigi Provero

L'Italia dei poteri locali

Secoli X-XII

Edizione: 1998

Ristampa: 4^, 2011

Collana: Studi Superiori (656)

ISBN: 9788843016921

  • Pagine: 240
  • Prezzo:22,10 18,79
  • Acquista

In breve

L’idea portante del volume, contenuto nel titolo, è che larghi settori d’Italia medievale, tra i secoli X e XII, si caratterizzino per dinamica politica che si svolge in massima parte a livello locale: hanno scarso rilievo i coordinamenti più ampi (regni, principati), e prevalgono poteri di ridotte dimensioni, che trovano il proprio fondamento nel possesso fondiario, nella capacità militare, nel controllo della società locale tramite una rete di clientele vassallatiche. È la cosiddetta "anarchia feudale", ma su questa definizione interviene una duplice correzione: non "feudale", perch  la componente vassallatica fu solo uno degli elementi di questa dinamica socio-politica locale; e non pura "anarchia" perchè la violenza e il disordine (innegabili) convivono con forme di ordine e di regolazione della violenza: è la contraddittorietà tipica di un potere che si adegua alle forme della società, priva di forme di inquadramento regionale o statale e di una legislazione ad ampio respiro. Se l’approccio è principalmente politico ed è costruito attorno alle forme del potere, queste tuttavia non possono essere comprese senza considerare i funzionamenti della società che li esprime: un punto chiave è proprio la stretta connessione tra società e potere, e quindi l’esigenza di valutare forme e strumenti di questo legame e della penetrazione dei poteri signorili nella società locale (in massima parte contadina).

Indice

Regno, terra e potere da Berengario I a Corrado II / I quadri territoriali e la presenza del regno / Potere e possesso: gli ufficiali regi / Liberi e servi / La giustizia nel regno italico / Le basi del potere / Il possesso fondiario / Le fortificazioni / Le clientele / Una rilevante integrazione: i rapporti vassallatici / Un suggerimento: l´immunità / Un diverso inserimento nella società: fondazioni monastiche e chiese private / Dalla preminenza locale alla signoria rurale (secoli XI e XII) / Le basi di potere diventano potere signorile / Ufficiali, chiese, signori: il gioco delle imitazioni / Città e contado / Il regno tra assenza, constatazione e volontà di presenza / Il disordine signorile / Quali poteri e quali imposizioni / La giustizia signorile: la ricerca del giudice / Conflitti e violenza nel mondo signorile / Gli agenti del potere / ´Lordine signorile / I nuovi confini: territorio, società, lignaggi / La solidarietà aristocratica / La giustizia signorile: il controllo dei conflitti / La funzione economica delle signorie / Un ordine violento / La società contadina / Gerarchie economiche e fratture sociali / Un piccolo mondo: solidarietà e clientele / Il definirsi di una comunità organizzata / La crisi della signoria rurale (secoli XII-XIII).