Carocci editore - Il gruppo educativo

Password dimenticata?

Registrazione

Il gruppo educativo

Mariagrazia Contini

Il gruppo educativo

Luogo di scontri e di apprendimenti

Edizione: 2000

Ristampa: 4^, 2005

Collana: Università

ISBN: 9788843016730

  • Pagine: 300
  • Prezzo:23,20 22,04
  • Acquista

In breve

Basta far "lavorare insieme" gli alunni per dar vita a un lavoro di gruppo e far emergere capacità mai espresse' Basta discutere con i colleghi dei problemi e dei vissuti che si sperimentano nella pratica professionale, per realizzare una comunicazione di gruppo e rendersi coesi e solidali' L'idea del gruppo come sfondo "di per sé" facilitatore si accompagna, generalmente, all'idealizzazione dell'"incontro", quale luogo privilegiato per l'acquisizione di apprendimenti e di capacità relazionali. Proponendo riflessioni e percorsi per un gruppo educativo - teso cioè a promuovere un'autonoma e responsabile progettualità esistenziale del soggetto nel rapporto positivo con gli altri - il volume sottolinea l'importanza dello "scontro". Con la soggettività dell'altro, se la si prende davvero in considerazione e la si rispetta, ci si scontra non ci si incontra, almeno inizialmente. Per arrivare all'incontro occorre lavorare a lungo, ridefinire i propri parametri di riferimento cognitivi e i propri repertori affettivo-comunicativi, acquisendone consapevolezza e attivando una tensione al cambiamento che lasci spazio all'emergere della differenza: propria e altrui.

Indice

Introduzione, di M. Contini 1.Il gruppo a conduzione pedagogica: nodi problematici e possibilità educative, di M. Contini/ Il gruppo e i suoi fantasmi/Le norme, i ruoli e le maschere/Evviva il leader, a morte il leader!/Il feed- back nel gruppo: coglierlo, interpretarlo, utilizzarlo/Il gruppo, i gruppi: le diverse tipologie/La paura del conflitto, la tentazione della fusionalità/Insieme, nel gruppo, per tendere alla differenza 1.Setting e dinamiche antigruppo nei gruppi di formazione, di L. Dozza/La dinamica individuo-gruppo, gruppi, istituzioni/La problematica del setting in campo fromativo/Forze creative e distruttive nei gruppi di lavoro/Come progettare un intervento di formazione 2.Esplorare i conflitti in gruppo: un'esperienza di formazione, di A. Gigli/Perché educarsi ed educare al conflitto/Nascita e sviluppo di un percorso di formazione finalizzato alla conoscenza dei conflitti/Alcune teorie per comprendere i conflitti/Un percorso a tappe per esplorare il conflitto in gruppo 3.Apprendere la relazione: proposte dal Teatro dell'Oppresso, di A. Zanchettin/Apprendere la relazione/Alcune tecniche per l'attivazione dell'apprendimento sulla relazione/Forum, Psicodramma, role playing/L'utilizzo delle tecniche del Teatro dell'Oppresso nei percorsi formativi/Il confrontro-scontro delle rappresentazioni e delle azioni/Pragmatica della relazione/Due percorsi di formazione: composizione dei gruppi e contesto 4.Corpi in gioco e stili relazionali. Per una educazione alla dimensione corporea del comunicare, di P. Manuzzi/Comunicare con il corpo/Formazione degli adulti alla dimensione corporea: un possibile itinerario/Presentazione di esperienze: i tanti volti dell'aggressività/A proposito di stili relazionali 5.Ipotesi di genitorialità e percorsi di formazione: dai gruppi di incontro ai gruppi di base, di M. Fabbri/Premessa/Immagini e stili educativi nella vecchia Europa: "demonizzazione" dell'infanzia/Ripensamento del ruolo genitoriale e analisi delle rappresentazioni proprie dell'infanzia/ Verso nuovi modelli di genitorialità: esercizio della responsabilità genitoriale e lavoro di gruppo/La prospettiva ecologica e il lavoro di gruppo: dai gruppi di incontro ai gruppi di base La narrazione autobiografica: potenzialità e percorsi per la formazione in gruppo, di S. Leonelli/La narrazione come conoscenza/Alcune questioni complementari: la memoria e l'ermeneutica/Una pratica che viene da lontano/Le valenze educative dell'autobiografia/La narrazione autobriografica in contesto di gruppo