Carocci editore - La voluttà crudele

Password dimenticata?

Registrazione

La voluttà crudele

Angelo Maria Mangini

La voluttà crudele

Fantastico e malinconia nell'opera di Igino Ugo Tarchetti

Edizione: 2000

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843016051

  • Pagine: 220
  • Prezzo:21,20 18,02
  • Acquista

In breve

La malinconia - condizione di chi non riconosce i limiti che la vita impone al desiderio e si condanna ad inseguire l'oggetto del proprio amore fra le ombre della morte - percorre tutta l'opera di Tarchetti e mostra nei suoi testi fantastici (fra i primissimi della letteratura italiana) il proprio lato più tenebroso e distruttivo. È infatti tipicamente melanconica la «voluttà crudele» a cui si abbandonano i personaggi tarchettiani. Essa impone loro di inseguire l'oggetto nelle profondità dell'assenza e li spinge ad oltrepassare la soglia dell'Al-di-là, dove rischiano di perdere se stessi subendo irreparabili lacerazioni della propria integrità fisica e psichica. Questa lettura degli scritti tarchettiani mostra come la malinconia sia una categoria centrale dell'opera dello scapigliato non solo dal punto di vista della tematica, ma anche da quello della poetica. La rappresentazione dello spleen vi assume spesso una valenza metaletteraria e diviene il momento in cui la scrittura riflette su se stessa facendosi consapevole della propria natura profondamente luttuosa. Si delinea così una vera e propria poetica della malinconia intesa come condizione psicologica in cui affondano le radici della creatività letteraria. Mostrando come l'esperienza della vita, dell'amore e dall'arte tenda ad assumere, nell'opera dello scrittore piemontese, la forma dell'inesausta elaborazione di un lutto inconsolabile, la prospettiva adottata consente di leggere in una nuova luce il fantastico tarchettiano e di intendere molti aspetti della sua innegabile contemporaneità.

Indice

Tarchetti e la letteratura dell'Ottocento/ Scapigliatura e Risorgimento/Romanticismo, scoperta dell'inconscio e rivoluzione psicologica/Dall'Io eroico all'Io diviso/Tarchetti, Manzoni e le vie del romanzo Verso il fantastico/Paolina: dal patetico al morboso/L'idillio dell'amore e della morte: Una nobile follia come testo fantasticizzato Il fantastico tarchettiano/Amore, morte, arte/I Racconti fantastici: la femme fatale e il perturbante Oltre il fantastico/Storia di una gamba: la somatizzazione dell'Eros melanconico/Fosca: il romance dell'immortalità melanconica Conclusione. Fantastico e malinconia