Carocci editore - La Repubblica inquieta

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
La Repubblica inquieta

Stefano Andretta

La Repubblica inquieta

Venezia nel Seicento tra Italia ed Europa

Edizione: 2000

Collana: Dip. Studi storici-geografici-antrop. RM3

ISBN: 9788843015108

  • Pagine: 256
  • Prezzo:23,80 20,23
  • Acquista

In breve

I rapporti tra Venezia e la corte pontificia, l'intervento nella crisi valtellinese della Repubblica di San Marco, la rivolta urbana della "fronda" parlamentare francese e l'immagine del disfacimento del colosso spagnolo nella letteratura diplomatica veneta, l'estenuante scontro con l'Impero ottomano: attraverso le testimonianze contemporanee di questi momenti particolarmente intensi di storia politica, l'autore propone una lettura della realtà veneziana nella sua costante interazione con alcuni dei soggetti politici più rilevanti del xvii secolo italiano ed europeo. Ne nasce un bilancio secolare di un quadro movimentato da aspri confronti con potenze sovrastanti, tra tensioni sociali e confessionali per il mantenimento di una decorosa presenza nell'Italia degli Antichi Stati ampiamente ispanizzata e "satellitare" e nel cruciale quadrante egeo. In un'alternante coesistenza di grandezze e di miserie, di conservatorismo e di cosmopolitismo, di farraginosità della prassi istituzionale e di raffinata diplomazia, queste pagine invitano ad una profonda e convincente rivisitazione dei termini stessi della crisi veneziana in età barocca.

Indice

Premessa 1.Clemente VIII e al Repubblica di San Marco (1592-1605) 2.La crisi valtellinese (1620-39) 3.L'immagine della Spagna negli ambasciatori e negli storiografi veneziani del Seicento 4.Venezia e la fronda parlamentare in Francia (1647-49) 5.I rapporti veneto-romani dalla guerra di Candia a Clemente XI (1645-1700) 6.Venezia e la pace di Carlowitz (1699) 7.Appendice. L'occhio degli altri: la Repubblica di Venezia in un Discorso anonimo della metà del secolo XVII.