Carocci editore - Oratoria a Roma

Password dimenticata?

Registrazione

Oratoria a Roma

Alberto Cavarzere

Oratoria a Roma

Storia di un genere pragmatico

Edizione: 2000

Ristampa: 2^, 2008

Collana: Università

ISBN: 9788843014934

  • Pagine: 288
  • Prezzo:24,50 20,83
  • Acquista

In breve

Gli ultimi decenni hanno visto un rinnovato interesse per la retorica, per il suo ruolo nella società e per i suoi rapporti con i vari generi letterari. Di conseguenza, essa non è stata più sentita come un ostacolo alla fruizione della letteratura bensì come il ponte che conduce più direttamente alla sua comprensione. A questo risveglio di interesse non poteva certo sottrarsi l'oratoria, intesa come possesso e controllo della parola. Studi importanti (come quelli di David e di Narducci) hanno permesso di approfondire anche le nostre conoscenze dell'oratoria romana e, in particolare, dei suoi rapporti con la realtà socio-politica, della funzione dell'oratore nella società, delle dinamiche che hanno via via ampliato l'accesso alla parola. Tuttavia, se in origine l'oratoria, con le sue finalità pratiche e la sua natura pragmatica, è quasi esclusivamente strumento di persuasione, col tempo essa è venuta acquisendo un'intenzionale dimensione letteraria. Questo volume intende privilegiare l'aspetto letterario senza trascurare le sue implicazioni storiche o sociali, fornendo nel contempo un agile e semplice strumento di consultazione a un pubblico di lettori più ampio possibile.

Indice

Premessa 1.Difficoltà di un genere letterario 2.Gli albori dell'oratoria 3.La comparsa della retorica e l'oratoria di Catone 4.L'oratoria del II secolo fino all'età dei Gracchi 5.L'oratoria graccana 6.L'età di Antonio e Crasso 7.Ortensio e gli esordi di Cicerone 8.Cicerone e l'oratoria contemporanea 9.Il movimento atticista 10.L'oratoria della Roma augustea 11.L'oratoria del primo impero e il dibattito sul declino dell'eloquenza 12.Le ultime voci dell'oratoria