Carocci editore - L'impossibile egemonia

Password dimenticata?

Registrazione

L'impossibile egemonia

Silvio Pons

L'impossibile egemonia

L'Urss, il Pci e le origini della guerra fredda (1943-1948)

Edizione: 1999

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788843013791

  • Pagine: 244
  • Prezzo:24,50 23,28
  • Acquista

In breve

Negli anni Novanta si è aperta una nuova stagione di studi sulla guerra fredda, basata su un considerevole arricchimento delle fonti archivistiche disponibili e rivolta ad approfondire la conoscenza della politica estera dell'Urss e del comunismo internazionale. Questo libro utilizza un'ampia documentazione raccolta negli archivi russi per ricostruire i rapporti tra l'Urss e il Pci negli anni delle origini della guerra fredda. Lungi dal presentare un consistente disegno egemonico sull'Europa del dopoguerra, la politica di Stalin rivela serie oscillazioni e contraddizioni, che si riflettono sulla politica dei partiti comunisti. La linea moderata varata da Stalin e da Togliatti nel 1944 con la "svolta di Salerno" appare il frutto di una strategia coerente soltanto per poco: con la fondazione del Cominform nel 1947, la "doppia lealtà" nazionale e internazionale pone il Pci nel cuore delle tensioni generate dalla divisione dell'Europa, e la sua sconfitta elettorale nel 1948 appare un significativo aspetto del più generale riflusso del comunismo europeo. Tesi principale del libro è che lo scacco subito dal comunismo in Europa dopo la seconda guerra mondiale non è soltanto il frutto della strategia di containment attuata dagli Stati Uniti, ma anche l'esito della mancata revisione di una cultura politica inadeguata ai cambiamenti internazionali provocati dalla guerra.

Indice

Prefazione/Introduzione. L´URSS, il movimento comunista e le origini della guerra fredda in Europa/La politica estera di Stalin e l´antifascismo/Sicurezza e antifascismo/ L´impatto della guerra: la "strategia duale"/La politica comunista e l´antifascismo: contraddizioni e ambivalenze/La persistenza dello stalinismo/Nascita e tramonto del Cominform/Il dilemma bipolare/Un confronto ambiguo/ Guerra fredda e isolazionismo/Il blocco sovietico/L´URSS, l´Italia e il PCI alla fine della seconda guerra mondiale/La politica dell´URSS verso l´Italia: una definizione tormentata/La missione di Vysinskij: l´opzione intransigente/La decisione della "svolta": l´opzione moderata/Dopo il riconoscimento: una strategia ambigua/La questione di Trieste e il nesso nazionale-internazionale/Il Cominform e il PCI/La crisi del 1947 e il problema della strategia comunista/L´attacco ai comunisti occidentali e la fine del modello antifascista/L´impatto sul PCI: le tensioni della "doppia lealtà"/La missione di Secchia e il nodo dell´insurrezione/Disorientamento strategico e sconfitta