Carocci editore - La socialdemocrazia europea tra le due guerre

Password dimenticata?

Registrazione

La socialdemocrazia europea tra le due guerre

Leonardo Rapone

La socialdemocrazia europea tra le due guerre

Dall'organizzazione della pace alla resistenza al fascismo

Edizione: 1999

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843013630

  • Pagine: 432
  • Prezzo:33,90 32,21
  • Acquista

In breve

Al principio degli anni Venti le forze della socialdemocrazia europea si presentano sulla scena internazionale con un programma di organizzazione della pace. Abbandonata la teoria dell'inevitabilità della guerra in un mondo di capitalismi rivali, la gran parte delle organizzazioni socialdemocratiche, riunite dal 1923 nell'Internazionale operaia e socialista (ios) agiscono nella convinzione che la prevenzione dei conflitti sia un obiettivo realistico e che vada perciò sostenuto il tentativo di affermare, attraverso la Società delle Nazioni, una nuova legalità internazionale. Questo sistema di pensiero e di azione entra in crisi negli anni Trenta. Dopo il crollo della democrazia nell'Europa centrale si fa sempre più precario l'equilibrio tra le prospettive politiche delle diverse socialdemocrazie nazionali. Mentre il legame comunitario in seno all'ios tende a dissolversi, i disegni di potenza degli Stati fascisti obbligano i partiti socialisti ad avviare una tormentata riflessione sul rapporto fra la loro vocazione pacifista e la realtà della "guerra che torna". Sia pure in forme diverse e nel quadro di strategie a volte contrastanti si fa così strada la convinzione che non si debba respingere l'idea di una difesa armata del diritto internazionale della minaccia della guerra di aggressione. In una fine secolo che ripropone gli interrogativi sulla legittimità delle misure militari, da questo studio comparato dei socialismi europei si ricavano anche temi di riflessione sui dilemmi dell'oggi.

Indice

Premessa/Strutture e forme dell´internazionalismo socialdemocratico dopo la Prima guerra mondiale/Unici e diversi/L´"autorità" dell´Internazionale. Propositi e realtà/Le regole non scritte dell´Internazionale Socialista/ Nazione e Internazionale/Il pacifismo socialista negli anni Venti/Le chance della pace/Il pacifismo istituzionale/Sicurezza, disarmo, politica militare/Se la guerra scoppiasse/Il socialismo e il disarmo/ L´Internazionale Socialista al principio degli anni Trenta/Il disarmo come fondamento del nuovo ordine internazionale/I socialisti francesi e tedeschi dinanzi al declino della politica di Locarno/Il socialismo al Foreign Office: tra Briand e Mussolini/Un revival di antimilitarismo/Da una Germania all´altra/Il congresso internazionale di Vienna e la crisi di Weimar/Il fallimento del disarmo/Effetto Hitler/"Mehr Marximus, mehr Internationalismus"/Socialisti a Parigi: separati in casa/Pluralità di linguaggi: sicurezza collettiva, difesa nazionale, resistenza alla guerra/Disarmo, malgrado tutto/Con o senza la Germania'/Il socialismo e la guerra/Socialismo integrato o disintegrazione del socialismo'/ Pacifismo e internazionalismo Labour style/ Senz´armi di fronte a Hitler/Prove socialiste di appeasement/Sicurezza collettiva e patti particolari/Stalin e i socialisti francesi/ L´Internazionale e la guerra

Watch Porn Video