Carocci editore - La valutazione economica dei beni culturali

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
La valutazione economica dei beni culturali

Gemma Sirchia

La valutazione economica dei beni culturali

Edizione: 2000

Collana: Beni culturali

ISBN: 9788843012992

  • Pagine: 188
  • Prezzo:20,90 17,77
  • Acquista

In breve

Gli studi riguardanti la valutazione dei beni senza mercato sono stati condotti - a partire dagli anni Sessanta-Settanta del Novecento - soprattutto nei paesi anglosassoni, ove è prevalsa un'attenzione quasi esclusiva alle risorse naturali e alle emergenze ambientali. Tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso si è poi imposto il riconoscimento della pluralità di funzioni che la cultura è chiamata a svolgere in una prospettiva che è stata definita di "economia immateriale", in cui la dimensione qualitativa dello sviluppo assume un ruolo strategico. Comune agli autori di questo manuale è il convincimento che oggi anche per i beni culturali l'economia del benessere è in grado di fornire aperture teoriche e strumenti particolarmente appropriati per valutare risorse per le quali è essenziale la prospettiva intergenerazionale, per cui l'orizzonte temporale della valutazione non può essere unicamente quello del mercato, inadatto a rappresentare interessi di lungo periodo legati alla preservazione del patrimonio ambientale e culturale. I saggi qui raccolti offrono così una panoramica aggiornata dei risultati raggiunti a livello internazionale nel campo dell'applicazione delle principali tecniche di valutazione delle esternalità, descritti nelle loro versioni più recenti ed illustrati attraverso alcuni esemplari casi-studio.

Indice

Prefazione, di G. Sirchia Parte prima I beni culturali come beni economici: le teorie di riferimento, di G. Sirchia/Premessa/Le teorie del valore/L'economia del benessere/ L'economia ambientale/Le teorie dello sviluppo sostenibile/L'economia della cultura e i suoi recenti sviluppi 1. La valutazione dei beni culturali, di G. Sirchia/Valutazioni economiche, non economiche, multicriteriali/L'offerta di valutazione economica/La domanda di valutazioni economica nel settore dei beni culturali Parte seconda 2. Metodo di valutazione contingente, di M. Bravi, R. Scarpa/Background storico/Formati d'intervista/Validità e affidabilità/Calcolo delle stime dei parametri e loro affidabilità/Aspetti operativi di uno studio CVM 3. Metodo del costo di viaggio. Da Clawson-Knetsch ai modelli multi-sito, multi-attibuto, di C. Corradino/Obiettivi della tecnica/Il metodo Clawson-Knetsch: generalità/Aspetti applicativi del metodo di Clawson-Knetsch/L'evoluzione del modello Clawson-Knetsch 4. Sviluppi recenti del metodo del costo di viaggio, di R. Scarpa/Introduzione/Stima del beneficio economico da modelli del costo di viaggio ad utilità stocastica/Modelli congiunti: utilità stocastica e conta delle visite 5. Metodo del prezzo edonico, di M. Bravi/ Background storico/Il modello base/Stima della funzione di prezzo edonico/Modelli a scelta discreta Parte terza 6. Stima della funzione ricreativa del castello di Rivoli, di C. Corradino, G. Sirchia/Applicazione con i dati medi aggregati/Applicazione con i dati individuali 7. Stima della disponibilità a pagare per servizi pubblici museali, di M. Bravi, R. Scarpa, G. Sirchia/ Introduzione/Marketing dei servizi pubblici/Perché il CVM'/Le applicazioni empiriche/Aspetti econometrici nella stima delle misure di benessere da responsi dicotomici/Specificazione, segmentazione e stima della WTP 8. Il parco e il castello di Racconigi: stima della disponibilità a pagare per alternative progettuali, di S. Giaccaria/Introduzione/Individuazione del campione/Intervista e aspetti procedurali/Profilo della fruizione/L'analisi della CVM Appendice. Alcuni elementi di microeconomia, di R. Scarpa A.1 La rappresentazione delle preferenze al consumo A.2 La rappresentazione delle possibilità di consumo A.3 Beni pubblici e privati A.4 Il perché dell'analisi formale delle variazioni di benessere A.5 L'analisi formale delle scelte al consumo A.6 Derivazione formale delle principali misure di benessere: rendita del consumatore e variazioni compensative ed equivalenti