Carocci editore - Scienza dell'amministrazione e politiche pubbliche

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Scienza dell'amministrazione e politiche pubbliche

Scienza dell'amministrazione e politiche pubbliche

a cura di: Giorgio Freddi

Edizione: 1989

Ristampa: 5^, 1998

Collana: Università (35)

ISBN: 9788843010714

  • Pagine: 376
  • Prezzo:43,50 36,98
  • Acquista

In breve

Nella scienza dell’amministrazione si possono distinguere tre filoni tematici fondamentali: quello che si occupa dell’amministrazione come struttura politica, quello che della pubblica amministrazione studia la dimensione organizzatoria e, infine, quello che si incentra sull’analisi delle politiche pubbliche. Considerata la complessità della materia, questo volume si propone di dare un quadro aggiornato dei metodi, degli obiettivi e delle aree di interesse della scienza dell’amministrazione contemporanea e dei suoi più recenti sviluppi. Gli argomenti sono analizzati da una molteplicità di prospettive: così, alcuni capitoli hanno natura prevalentemente teorica; altri si riferiscono invece a fatti specifici quali lo sviluppo storico del nostro apparato amministrativo, le proprietà organizzative della nostra amministrazione centrale, il governo locale, il sistema giudiziario, le politiche dell’assistenza pubblica, il processo di formazione del bilancio.

Indice

Prefazione 1. Burocrazia, democrazia e governabilità di Giorgio Freddi 1.1. Burocrazia e governo fondato sui partiti 1.2. Il rendimento del sistema politico: il fattore burocratico 1.3. Condizioni strutturali e di atteggiamento della prestazione politico-amministrativa 1.4. Condizioni diacroniche del rendimento politico-amministrativo Le proprietà organizzative dello stadio preliberale della burocrazia legale-razionale / Proprietà organizzative e valori istituzionali dello stadio liberale della burocrazia legale-razionale / Il versante esterno della burocrazia legale-razionale: politica e amministrazione / Il versante interno della burocrazia legale-razionale: il primato del controllo e delle garanzie sull’efficienza e sull’efficacia / Le odierne conseguenze organizzative della razionalizzazione ottocentesca 1.5. Condizioni sincroniche del rendimento burocratico: razionalità amministrativa o razionalità amministrative’ 1.6. Governo democratico ed efficacia e ricettività della burocrazia. Uno schema per l’analisi comparata Nota bibliografica 2. Sviluppo storico dell’amministrazione italiana dal 1853 al 1972 di Alessandro Taradel 2.1. La riforma cavouriana del 1853 I motivi della riforma / Il ’regolamento generale’ cavouriano / Rapporti tra la riforma cavouriana e la riorganizzazione dell’amministrazione centrale belga del 1846 2.2. Dalla riforma cavouriana alla caduta della Destra (1876) Le prime difficoltà e le proposte della Commissione dei Quindici / La ’riforma Ricasoli’ / L’ultimo periodo della Destra 2.3. Da Depretis a Crispi Depretis e l’amministrazione / Il problema del coordinamento / Crispi e la creazione dei sottosegretari di Stato (1888) 2.4. Il periodo giolittiano L’attribuzione al Paralamento del potere di organizzazione / Nuove tendenze nel pubblico impiego: sindacalizzazione; meridionalizzazione, nascita del ’burocrate-legista’ / I nuovi organi e lo stato giuridico 2.5. Il primo dopoguerra (1919-22) Le Commissioni Villa e Cassis: i cosiddetti ’ruoli aperti’ / La ’controriforma’ del 1921-22 2.6. Il ventennio fascista La riforma De Stefani / Il ’dopo De Stefani’ (1925-29) e la creazione degli enti pubblici / La crescita dell’amministrazione centrale 2.7. Il secondo conflitto mondiale e il dopoguerra Le due Commissioni Forti e la Costituzione del 1947 / Gli studi per la riforma dell’amministrazione e il nuovo stato giuridico del 1957 / Dal 1957 al 1968 2.8. L’istituzione della dirigenza La legge-delega del 1968 / La nuova disciplina delle funzioni dirigenziali / Gli sviluppi più recenti 2.9. Conclusioni Nota bibliografica 3. L’apparato ministeriale: il nucleo centrale della pubblica amministrazione di Vittorio Mortara 3.1. Le strutture La presidenza del Consiglio / I ministeri 3.2. Il personale Caratteristiche essenziali 3.3. Le modalità di svolgimento dell’attività Nota bibliografica 4. Il governo locale di Bruno Dente 4.1. Il problema teorico e storico del decentramento politico 4.2. Tra Stato e Comuni: il ruolo delle Regioni in Italia 4.3. Alla ricerca di un ruolo: le amministrazioni provinciali 4.4. La ’cellula di base delle democrazia’: il Comune 4.5. Gli altri enti locali 4.6. La finanza locale 4.7. Il dibattito sulla riforma La riforma territoriale / Il problema dell’ente intermedio / Il governo delle aree metropolitane / L’elettività degli organi di governo / La ’grande riforma’ 4.8. Conclusione: i rapporti intergovernativi in Italia Nota bibliografica 5. Il processo di bilancio in Italia di Roberto D’Alimonte 5.1. Premessa 5.2. Il ciclo di bilancio: la fase governativa 5.3. Il ciclo di bilancio: la fase parlamentare 5.4. La legge finanziaria: ascesa, declino e metamorfosi 5.5. Verso un nuovo processo di bilancio Nota bibliografica 6. Stato e previdenza in Italia: linee evolutive dell’intervento pubblico in prospettiva comparata di Valeria Fargion 6.1. Il caso italiano in prospettiva comparata 6.2. La nascita delle assicurazioni sociali (1898-1922) 6.3. La strumentalizzazione della previdenza negli anni del fascismo 6.4. Crescita e squilibri della protezione sociale dal 1945 agli anni Sessanta 6.5. Ristrutturazione e decentramento del Welfare State: gli anni Settanta 6.6. I quesiti insoluti degli anni Ottanta Nota bibliografica 7. Magistratura e sistema politico di Carlo Guarnieri 7.1. Lineamenti istituzionali del rapporto fra sistema politico e magistratura nella ’teoria democratica’ Caratteristiche dell’amministrazione della giustizia nei regimi liberaldemocratici / La politicità dell’attività giudiziaria / Potere giudiziario e democrazia: pesi e contrappesi 7.2. Principali tradizioni ed esperienze concrete dei sistemi politici di matrice liberaldemocratica: una breve rassegna comparata Inghilterra / Stati Uniti / Francia / Germania Federale 7.3. L’evoluzione del rapporto fra magistratura e sistema politico in Italia La situazione post-unitaria fino al 1922 e il periodo fascista / Mutamenti intervenuti con e dopo la Costituzione repubblicana e loro condizioni esplicative / La situazione attuale: perché il caso italiano è un caso atipico, deviante e peculiare Nota bibliografica 8. Teoria dell’organizzazione e pubblica amministrazione di Stefano Zan 8.1. Premessa 8.2. La pubblica amministrazione come organizzazione complessa La sovrapposizione di funzioni / La specializzazione funzionale e territoriale / Il rapporto politica-amministrazione / Le risorse, i prodotti, i risultati 8.3. Le dinamiche organizzative L’ingresso nell’organizzazione / Le relazioni tra individui / Tecnologia e professionalità 8.4. Le dinamiche interorganizzative Le principali dinamiche interorganizzative / Le dinamiche interorganizzative nella pubblica amministrazione 8.5. Conclusioni Nota bibliografica 9. L’analisi delle politiche pubbliche di Gloria Regonini 9.1. Definizioni preliminari 9.2. Tratti distintivi di un approccio orientato alle politiche 9.3. Origini e diffusione degli studi di policy 9.4. L’articolazione interna ai policy studies 9.5. La policy analysis Tecniche incentrate sull’efficienza / Tecniche incentrate sull’efficacia / Tecniche incentrate sull’equità 9.6. Le policy sciences 9.7. L’incrementalismo 9.8. Gli studi sull’implementazione 9.9. Lo studio del policy making Gli attori: immagini monocentriche / Le immagini ’policentriche’ / Gli stili decisionali / Il ciclo di vita delle politiche pubbliche / La struttura delle politiche sul tappeto / Le regole del gioco 9.10. L’approccio deduttivo esplicativo 9.11. Conclusioni Nota bibliografica 10. Scienza dell’amministrazione e metodo comparato di Anna R. Minelli 10.1. Premessa 10.2. Scienze politico-sociali e metodo comparato La formazione di concetti comparativi / L’ambito della comparazione 10.3. I sistemi politico-amministrativi: uno schema concettuale per la comparazione I caratteri propri dei sistemi amministrativi 10.4. Un esercizio di comparazione La formulazione di ipotesi / Controllo e riformulazione di ipotesi Nota bibliografica