Carocci editore - Ragioneria generale

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Ragioneria generale

Carlo Caramiello

Ragioneria generale

Edizione: 1988

Ristampa: 1^, 1991

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788843006557

  • Pagine: 656
  • Prezzo:47,00 39,95
  • Acquista

In breve

Il punto qualificante di questo volume è quello d'aver premesso, laddove possibile, il momento dell'osservazione della dinamica dei valori al momento del passaggio 'dai valori ai conti'. L'autore ha insomma riproposto, in termini interamente rinnovati, il suo pensiero sul movimento dei valori come premessa indispensabile allo studio della contabilità dei valori; lo studio della contabilità generale, cioè, dev'essere necessariamente preceduto dall'analisi degli andamenti dei flussi monetari e delle entità finanziarie ed economiche ad essi collegati. L'autore si è preoccupato di mantenere un linguaggio quanto più possibile semplice e chiaro nonché di affrontare l'argomento con un'esposizione concisa eppur scientificamente esauriente; il taglio agile da vero manuale non esclude, insomma, approfondimenti particolarmente utili nella quotidiana pratica professionale del commercialista (e del ragioniere).

Indice

1. Premesse: l'azienda come strumento dell'operatore umano nel campo economico 1.1. I bisogni come punto di partenza dell'attività economica 1.2. L'attività economica: produzione, scambio, consumo 1.3. Dal gruppo economico originario all'azienda 1.4. Aziende e famiglie nel sistema economico-generale del Paese 1.5. Imprese, non imprese ed enti politico-sociali 1.6. Il sistema delle imprese operanti nel Paese Questionario 2. Primi cenni su alcuni problemi istituzionali 2.1. La 'progettazione' dell'azienda 2.2. Il problema della dimensione: aziende grandi, medie e piccole 2.3. Il problema della forma giuridica: aziende individuali e società; aziende private, pubbliche e miste 2.4. Il problema dell'ubicazione. In particolare: l''area materiale' 2.5. Le principali modifiche intervenute nel tempo nella struttura dell'impresa Questionario 3. La funzione imprenditoriale. Alcuni cenni 3.1. L'imprenditore e le caratteristiche fondamentali della 'funzione imprenditoriale' 3.2. L'imprenditore ed i suoi collaboratori 3.3. La funzione imprenditoriale nei vari sistemi economici 3.4. In particolare: la funzione imprenditoriale nel sistema liberista 3.5. In particolare: la funzione imprenditoriale nel sistema centralizzato e in quello misto Questionario 4. La gestione. Principi generali 4.1. La gestione: una sintesi sul suo contenuto 4.2. In particolare: le quattro operazioni fondamentali 4.3. Le due parti componenti la gestione monetaria: 'monetario-finanziaria' e 'monetario-reddituale' 4.4. In particolare: i flussi di cassa relativi alla gestione finanziaria 4.5. In particolare: i flussi di cassa relativi alla gestione reddituale Questionario 5. La gestione. Principi generali (segue) 5.1. La gestione 'monetario-numeraria' come complemento alle altre due gestioni 5.2. Uscite ed entrate, costi e ricavi, reddito 5.3. Lo schema del reddito, in assenza ed in presenza di rimanenze 5.4. L'equilibrio economico. Primi cenni 5.5. Le tre fasi della vita aziendale Questionario 6. Il finanziamento: il movimento dei valori 6.1. Premesse 6.2. Impieghi, fonti e valori 6.3. La rappresentazione nella 'tavola dei valori' 6.4. Esempio n. 1: il finanziamento Questionario 7. Il finanziamento: la registrazione dei valori 7.1. La necessità dell'annotazione dei valori nei conti 7.2. In particolare: la struttura e la forma del conto 7.3. Le regole per la registrazione nei conti 7.4. Le regole per la registrazione nel giornale 7.5. Esempio n. 2: il finanziamento Questionario 8. L'acquisizione dei fattori produttivi: il movimento dei valori 8.1. Premesse 8.2. Impieghi, fonti e valori: il regolamento per cassa 8.3. Impieghi, fonti e valori: il regolamento a dilazione 8.4. La rappresentazione nella 'tavola dei valori' 8.5. Esempio n. 3: l'acquisizione dei fattori produttivi Questionario 9. L'acquisizione dei fattori produttivi: la registrazione dei valori 9.1. Le regole per la registrazione nei conti e nel giornale 9.2. Contabilità generale: le operazioni relative ai fattori pluriennali 9.3. Contabilità generale: le operazioni relative ai fattori anticipati di esercizio 9.4. Contabilità generale: le operazioni relative ai fattori correnti di esercizio 9.5. Esempio n. 4: l'acquisizione dei fattori produttivi Questionario 10. La vendita del prodotto: il movimento e la registrazione dei valori 10.1. Premesse 10.2. Impieghi, fonti e valori: il regolamento per cassa e a dilazione 10.3. La rappresentazione nella 'tavola dei valori' 10.4. Le regole per la registrazione nei conti e nel giornale 10.5. Contabilità generale: le operazioni relative ai ricavi, di vendita e complementari Questionario 11. Il movimento dei debiti e dei crediti 11.1. Il movimento e la registrazione dei valori relativi al pagamento dei debiti 11.2. Il movimento e la registrazione dei valori relativi all'incasso dei crediti 11.3. Altre operazioni sui debiti e sui crediti 11.4. In particolare: la contabilità dell'IVA 11.5. Esempio n. 5: cambiali e IVA Esercitazione di riepilogo n. 1 Questionario 12. Il sistema dei valori ed il sistema dei conti 12.1. Un richiamo al contenuto della 'tavola dei valori' 12.2. L''equazione economico-numeraria' dei valori di gestione 12.3. Il sistema delle variazioni dei valori 12.4. Il metodo della partita doppia. Primi cenni 12.5. Le due serie di conti: numerari ed economici Questionario 13. Il sistema dei valori ed il sistema dei conti (segue) 13.1. Il collegamento tra i conti ed i cinque punti del metodo della partita doppia 13.2. Una sintesi sul collegamento tra i conti nelle operazioni fondamentali 13.3. La 'situazione dei conti', per la 'lettura' della gestione 13.4. I vari possibili 'errori contabili' 13.5. Il 'bilancio di verifica' come strumento per la ricerca degli errori contabili Esercitazioni di riepilogo n. 2 Questionario 14. La necessità del controllo continuo della gestione 14.1. Equilibrio economico. Un approfondimento del suo contenuto 14.2. I tre aspetti fondamentali dell'equilibrio finanziario: il fabbisogno di finanziamento, il sincronismo tra i flussi, le correlazioni tra fonti e impieghi 14.3. La programmazione e le fasi della gestione: le 'strategie di area' 14.4. Programmazione della gestione e contabilità 14.5. L'intervento del legislatore in materia di contabilità Questionario 15. La chiusura dei conti. Parte prima: il 'completamento' dei valori 15.1. Le scritture di completamento. Premesse 15.2. Gli interessi di fine anno 15.3. L'accantonamento per le imposte e per le indennità di fine rapporto 15.4. I ratei di costi e ricavi 15.5. Il 'non ancora fatturato' Questionario 16. Dai valori di gestione ai valori 'di esercizio' 16.1. Il passaggio di utilità dai fattori produttivi al prodotto: il diverso atteggiamento dei fattori produttivi 16.2. La conversione, per i fattori anticipati, dei costi di acquisizione nei costi di utilizzazione 16.3. La formula del costo e del ricavo della produzione ottenuta 16.4. Lo schema del reddito: un'ulteriore specificazione 16.5. Esempio n. 6: il costo ed il ricavo della produzione ottenuta Questionario 17. La chiusura dei conti. Parte seconda: la 'rettifica' dei valori 17.1. Le strutture di rettifica. Premesse 17.2. Le quote di ammortamento 17.3. 'Deficit di accumulo' e quota di rinnovo 17.4. Le materie ed i prodotti in rimanenza 17.5. Materie in rimanenza. I principi 'civilistici' di valutazione Questionario 18. La chiusura dei conti. Parte seconda: la 'rettifica' dei valori (segue) 18.1. I risconti di costi e ricavi. Confronto con i ratei 18.2. L'accantonamento dei fondi rischi 18.3. Gli incrementi per 'lavori interni' 18.4. La capitalizzazione di spese 18.5. Il piano dei conti Questionario 19. La chiusura dei conti. Parte terza: il 'riepilogo' dei valori 19.1. Dalla tavola dei valori al bilancio 19.2. Il riepilogo dei valori: per la determinazione del reddito di esercizio e del capitale di fine esercizio 19.3. La destinazione dell'utile di esercizio. Premesse 19.4. La destinazione dell'utile di esercizio. Contabilità generale 19.5. La sistemazione della perdita di esercizio Esercitazione di riepilogo n. 3 Esercitazione di riepilogo n. 4 Questionario 20. La riapertura dei conti ed alcuni casi di registrazioni 'successive' 20.1. La riapertura dei conti. In particolare: la 'coesistenza' fra le due contabilità 20.2. In particolare: la scadenza dei ratei 20.3. In particolare: l'utilizzo dei fondi 20.4. Il procedimento analitico per la contabilità dell'utilizzo dei fondi 20.5. La 'dismissione'dei fattori pluriennali Questionario 21. L'investimento in titoli 21.1. L'acquisto e la vendita 21.2. La scadenza e l'incasso delle cedole 21.3. Il rateo maturato a fine esercizio 21.4. L'utile o la perdita, a fine esercizio 21.5. Le partecipazioni Esercitazione di riepilogo n. 5 Esercitazione di riepilogo n. 6 Questionario 22. Il bilancio di esercizio 22.1. Il bilancio di esercizio. Premesse 22.2. Le norme di legge ed i 'postulati' relativi al bilancio di esercizio 22.3. Un cenno sugli adempimenti di bilancio 22.4. Lo stato patrimoniale e il conto dei Profitti e delle perdite 22.5. Cenni sulla certificazione del bilancio Esercitazione di riepilogo n. 7 Questionario 23. Le 'strutture alternative' del conto Profitti e perdite 23.1. Un'altra configurazione del conto Profitti e perdite: 'a costi e ricavi della produzione ottenuta' 23.2. Un'altra configurazione del conto Profitti e perdite: 'a costi e ricavi della produzione venduta' 23.3. La forma scalare del conto Profitti e perdite: premesse sulla 'divisione in aree reddituale' 23.4. La forma scalare del conto Profitti e perdite: la struttura 'a costi e ricavi della produzione ottenuta' 23.5. Esempio n. 7: la conversione di un conto P.P. 'a costi, ricavi e rimanenze' in un conto 'a costi e ricavi della produzione ottenuta' Questionario 24. Cenni sul 'modello europeo' di bilancio (IV Direttiva CEE) 24.1. Premesse 24.2. Lo stato patrimoniale 24.3. Il conto Profitti e perdite 24.4. Esempio n. 8: il conto Profitti e perdite nelle strutture CEE 24.5. Esempio n. 9: dall'art 2425 bis del codice civile all'articolo 23 della IV Direttiva Questionario 25. Cenni sull'evoluzione della tecnica contabile 25.1. I due momenti della rilevazione 25.2. Dalla prima nota al partitario, nello stadio della tecnica manuale 25.3. Il passaggio alla contabilità meccanizzata 25.4. L''allargamento' della contabilità generale: dal giornale unico ai giornali ausiliari 25.5. L''arricchimento' della contabilità generale con le scritture extracontabili 25.6. La 'contabilità integrata' con il calcolatore elettronico Questionario Appendice. Una breve traccia storica sullo sviluppo della ragioneria