Carocci editore - Il lavoro di gruppo

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Il lavoro di gruppo

Lia G. Bolocan Parisi, Giovanna Gervasio Carbonaro, Anna Viciani Bennici

Il lavoro di gruppo

Metodologie, tecniche, formazione, aggiornamento dell'operatore

Edizione: 1988

Ristampa: 3^, 1994

Collana: Carocci Faber Servizio sociale

ISBN: 9788843002290

  • Pagine: 224
  • Prezzo:27,50 23,38
  • Acquista

In breve

Questo libro è destinato in particolare alla formazione permanente e all'aggiornamento professionale degli assistenti sociali. Nella parte iniziale del testo viene analizzata storicamente la trasformazione socio-economica e culturale che ha portato alla ristrutturazione dei servizi sociali in Italia; si affronta di seguito la comprensione del gruppo con un'ottica più psicologica e si delinea storicamente l'evolversi delle teorie relative alla sua dinamica. L'attenzione è poi posta sulla stretta connessione esistente tra l'attività con i gruppi, quella individuale e la ricerca; la parte finale è dedicata al lavoro di formazione degli assistenti sociali in ambito universitario. Per le sue caratteristiche il volume si dimostra particolarmente idoneo a soddisfare le necessità didattiche delle scuole di Servizio sociale. In particolare si fa in questo caso riferimento all'insegnamento di 'Servizio sociale di gruppo' o – dove attivato – al secondo corso di 'Metodi e tecniche del servizio sociale'.

Indice

Presentazione. Una nuova stagione per la formazione degli assistenti sociali' Riflessioni a partire da un testo didattico Introduzione Parte prima. Società, gruppi e struttura dei servizi 1. La funzione dei gruppi nella società 1.1. I gruppi sociali nella comunità Le associazioni / Le istituzioni / Il piccolo gruppo 1.2. Le interazioni fra gruppi 1.3. Gruppi e individui 2. Dinamiche sociali e trasformazioni economiche, sociali, culturali 2.1. Le trasformazioni economiche, sociali e culturali nella società italiana in quarant'anni di Repubblica Le trasformazioni nella struttura economica e sociale / Le trasformazioni socio-educative e culturali 3. Il nuovo assetto dei servizi socio-sanitari ed educativi in Italia: dalla centralizzazione al decentramento 3.1. Il decentramento nei settori amministrativo, educativo-scolastico, socio-sanitario Principi e criteri comuni 3.2. La partecipazione dei cittadini L'area dei servizi socio-sanitari / L'area dei servizi educativi / Il decentramento amministrativo 4. Cambiamenti introdotti dalle riforme nell'organizzazione dei servizi sociali 5. Nuovi bisogni, nuovi servizi, nuove figure professionali, nuove metodologie 5.1. Nuovi bisogni, nuovi servizi, nuove figure professionali 5.2. Operatori sociali: le nuove qualifiche professionali L'area dell'educazione dei bambini e dei ragazzi / L'area delle attività sociali/educative-culturali per giovani, adulti e anziani / L'area dell'educazione degli adulti e dell'educazione permanente / L'area della rieducazione / L'area sociale, socio-educativa, socio-sanitaria e della riabilitazione 6. Il lavoro di gruppo nel servizio sociale: la sua storia 6.1. Origini ed evoluzione del servizio sociale di gruppo I diversi obiettivi del lavoro di gruppo in Europa / L'esperienza italiana Parte seconda. I piccoli gruppi e le loro dinamiche 7. Gruppo e dinamica di gruppo: le più importanti fonti storiche e gli sviluppi successivi 7.1. Lo studio dei gruppi come punto di confluenza della sociologia, della psicologia sociale, della psicoanalisi 7.2. L'approccio sociologico e l'approccio psicologico ai gruppi 7.3. Lewin, la teoria del campo e il concetto di dinamica di gruppo La teoria del campo / La dinamica di gruppo / Il 'T-Group' 7.4. L'impostazione psicoanalitica Le premesse freudiane e kleiniane / Le teorie di Bion sui gruppi: 'assunti di base' e 'gruppo di lavoro' / Confronto tra Lewin e Bion. Osservazioni e confronti sugli ambiti di analisi descritti 8. L'analisi e la comprensione dei fenomeni di gruppo: l'operatore sociale fra teoria e prassi Premessa 8.1. Varie classificazioni dei gruppi 8.2. Caratteristiche dei piccoli gruppi: aspetti morfologici e aspetti dinamici Caratteristiche del gruppo primario / L'appartenenza psicologica a un gruppo / Fenomenologia dei piccoli gruppi: fattori socio-affettivi e fattori di ordine operativo / Cambiamento e resistenza al cambiamento / Struttura affettiva e struttura gerarchica / Status e ruolo / Conflitto e accordo nel gruppo / Autorità e potere / La leadership: peculiarità e stili Parte terza. L'operatore sociale e l'evoluzione dei gruppi 9. Processi e fenomeni di gruppo 9.1. Dall'aggregazione al gruppo 9.2. Il processo decisionale 9.3. La partecipazione 10. Operatori dei servizi e gruppi 10.1. I gruppi di compito, le équipes, i gruppi di rappresentanza: elementi costitutivi 10.2. Problemi di funzionamento 10.3. Coordinamento, programmazione, integrazione: funzioni specifiche di alcuni gruppi di compito 11. Operatori e gruppi di utenti 11.1. L'importanza dell'esperienza di gruppo per l'individuo 11.2. Gli assistenti sociali e i gruppi di utenti 11.3. Criteri per la composizione dei gruppi Parte quarta. Metodologie e tecniche del lavoro di gruppo 12. Lo studio del contesto sociale 12.1. L'ente 12.2. Il problema 12.3. Il 'sistema comunitario' 13. La ricerca sui bisogni dei gruppi e sulle risorse interne ed esterne ai servizi 13.1. Bisogni, desideri, interessi I bisogni / I desideri / Gli interessi 13.2. L'individuazione e l'uso delle risorse 14. L'osservazione dei gruppi 15. La conduzione del gruppo 15.1. I gruppi terapeutici 15.2. I gruppi centrati sulla comunicazione e l'espressione 15.3. I gruppi di attività 'socialmente utili' 15.4. I gruppi di compito 16. La programmazione delle attività 16.1. Programma generale del gruppo e programmazione delle attività 16.2. Carattere e qualità di un programma di attività 16.3. Elementi costitutivi del programma Gli 'attori' / Gli elementi di base / Gli obiettivi / Il significato di azione-attività, i significati personali e sociali, i contenuti culturali / Il rapporto con l'esterno / I tempi e i ritmi del fare / L'organizzazione del gruppo per la realizzazione del programma / Il ruolo dell'operatore sociale e degli eventuali esperti 17. La documentazione 17.1. I verbali degli incontri 17.2. Le registrazioni narrative (o protocolli) 17.3. Le cartelle dei gruppi 17.4. Le schede individuali dei partecipanti 17.5. Le schede delle risorse 17.6. Le relazioni 17.7. Il diario 18. Valutazioni, verifiche, piani di lavoro 18.1. Considerazioni sul significato della valutazione 18.2. Il fine (perché si valuta') 18.3. I contenuti (che cosa si valuta') La valutazione come strumento per meglio comprendere il gruppo / La valutazione del lavoro dell'operatore sociale 18.4. Chi valuta 18.5. Periodicità della valutazione Valutazione centrata sul gruppo considerato nel suo insieme (sulle sue relazioni interne ed esterne e sul suo programma) / Valutazione centrata su uno dei componenti o su ciascun componente il gruppo 18.6. Tecniche e strumenti della valutazione 18.7. Valutazione e verifica 18.8. Il piano di lavoro Parte quinta. Esperienze di lavoro di gruppo 19. Il lavoro di gruppo nel trattamento degli alcoolisti 19.1. Il metodo medico-psico-sociale di Houdolin 19.2. Il gruppo CAT 19.3. La conduzione del gruppo nei CAT 19.4. Un incontro di gruppo: analisi di alcune funzioni della conduzione Premessa / Situazione / Verbale / Osservazioni 20. Il lavoro di gruppo nei servizi di affidamento familiare 20.1. Premessa: perché una registrazione piuttosto che una descrizione 20.2. Lezioni-incontro con due operatori del servizio di affidamento familiare della USL 10° (aprile 1987) 20.3. Descrizione del servizio sociale di affidamento familiare: il gruppo e gli operatori I componenti del gruppo e le riunioni / Metodologia 20.4. Registrazione di una riunione 21. Lavoro di gruppo con adolescenti: fare esprimere per fare crescere 21.1. Un'età difficile 21.2. Gli obiettivi di un intervento in un centro di formazione professionale 21.3. La metodologia 21.4. Relazione sui primi incontri: alcuni strumenti per facilitare la comunicazione Parte sesta. Formazione di base al servizio sociale di gruppo 22. L'operatore sociale e le sue reazioni emotive alle problematiche degli utenti dei servizi 22.1. Iniziare la formazione nelle scuole di servizio sociale 22.2. La complessità della relazione di aiuto 22.3. Confini fra intervento sociale e intervento terapeutico: il pericolo della psicologizzazione degli assistenti sociali 22.4. Programma dei corsi di servizio sociale di gruppo nella scuola di Servizio sociale dell'università degli studi di Firenze Obiettivi / Contenuti 23. Un'esperienza di insegnamento integrato in sede universitaria Bibliografia