Carocci editore - L'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive

Password dimenticata?

Registrazione

L'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive

Carlo Calamandrei

L'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive

Manuale per la formazione del caposala

Edizione: 1990

Ristampa: 4^, 1994

Collana: Carocci Faber Professione infermieristica

ISBN: 9788843001347

  • Pagine: 240
  • Prezzo:30,30 25,76
  • Acquista

In breve

Questo libro è uno strumento per la formazione iniziale e per quella permanente dell'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive (AFD), quella figura che tradizionalmente viene denominata 'caposala'. Nella prima parte si delinea il quadro concettuale necessario per comprendere il profilo professionale dell'AFD. Segue una sezione che definisce questo profilo sulla base della legislazione e delle concezioni che appaiono oggi maggiormente affermate nella cultura professionale e organizzativa. La terza parte si propone di contribuire all'acquisizione delle conoscenze, delle abilità e degli atteggiamenti che sono necessari per svolgere il ruolo e le funzioni di AFD in maniera rispondente alle esigenze odierne. La quarta e ultima parte illustra le varie forme di responsabilità professionale che l'esercizio di tale ruolo comporta. Il volume è rivolto ai partecipanti ai corsi per AFD o a iniziative di formazione permanente, ai caposala in genere, agli infermieri insegnanti.

Indice

Introduzione Parte prima. Le caratteristiche essenziali della professione infermieristica e dell'organizzazione sanitaria 1. La professione infermieristica al giorno d'oggi 1.1. Le caratteristiche essenziali dell'attività infermieristica 1.2. La relazione d'aiuto 1.3. Il modello professionale di infermiere 1.4. Dimensione autonoma, dipendente e interdipendente dell'attività professionale dell'infermiere 1.5. Una metodologia per l'attività infermieristica 2. Odierna concezione dell'organizzazione sanitaria 2.1. L'organizzazione nei suoi principi generali IL modello organico/Le funzioni 'manageriali' dei quadri intermedi nel modello organico/L'organizzazione come 'sistema'/Il problema dell'integrazione in rapporto alla complessità organizzativa 2.2. L'organizzazione sanitaria 2.3. Quale modello di AFD per l'attuale organizzazione sanitaria' Parte seconda. La figura dell'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive 3. Il quadro di riferimento normativo: evoluzione storica 4. Ruolo, funzioni e attività dell'infermiere professionale abilitato a funzioni direttive 4.1. Premessa: alcune definizioni 4.2. Fattori che influenzano il ruolo dell'AFD 4.3. Il ruolo dell'AFD 4.4. Le funzioni e le attività dell'AFD Gestione dell'assistenza infermieristica e del lavoro ausiliario/Assistenza diretta/Educazione/Ricerca 4.5. Considerazioni conclusive Parte terza. Conoscenze, abilità e atteggiamenti necessari per l'esercizio del ruolo di AFD 5. La pianificazione 5.1. Generalità 5.2. La direzione per obiettivi 5.3. La pianificazione strategica 5.4. La programmazione 5.5. Il piano di lavoro 5.6. La pianificazione di contingenza 6. L'organizzazione 6.1. Sistemi organizzativi dell'assistenza infermieristica 6.2. Predisposizione delle condizioni organizzative necessarie per lo svolgimento dell'assistenza infermieristica L'ambiente/I materiali/Il tempo/Il personale/I protocolli 7. La valutazione della qualità dell'assistenza infermieristica 7.1. I concetti di 'qualità' e 'valutazione' 7.2. Principi essenziali della valutazione 7.3. Metodologia della valutazione Costituzione del gruppo di valutazione/Scelta dell'oggetto da valutare e dell'orientamento da seguire/Selezione della popolazione/Scelta dell'approccio (retrospettivo o concomitante)/Elaborazione e validazione dello strumento di valutazione/Prima valutazione/Scelta e adozione dei provvedimenti correttivi/Seconda valutazione/Successivo mantenimento della qualità 8. La comunicazione 8.1. Comunicazione terapeutica e comunicazione organizzativa 8.2. Definizione e funzioni della comunicazione 8.3. Elementi della comunicazione 8.4. Comunicazione verbale e non verbale La comunicazione verbale/La comunicazione non verbale 8.5. Contenuto e relazione nella comunicazione 8.6. Comunicazione simmetrica e complementare 8.7. Un processo fondamentale nell'attività assistenziale e in quella direttiva: l'ascolto 8.8. L'empatia 8.9. Atteggiamenti da evitare 8.10. Suggerimenti per la formazione alla comunicazione interpersonale 8.11. Aspetti particolari della comunicazione organizzativa in cui è impegnato l'AFD Comunicazione con i collaboratori/Comunicazione con i superiori (infermiere dirigente, responsabile dell'unità operativa)/Comunicazione con infermieri di altre unità operative o di altri settori/Comunicazione con figure le cui funzioni presentano una parziale sovrammissione con quelle infermieristiche/Comunicazione coi medici e altri operatori/Comunicazione dell'infermiere coordinatore ospedaliere con il collega del distretto/Comunicazione con i servizi 8.12. Il sistema informativo nel servizio infermieristico Generalità sul sistema informativo/Sistemi informativi usati in ambito infermieristico e tendenze al cambiamento, con particolare riguardo alla cartella infermieristica/Informatica e sistemi informativi infermieristici 9. La motivazione dei collaboratori 9.1. Alcuni approcci teorici Abraham Maslow: la scala dei bisogni umani/Frederick Herzberg: fattori igienici e fattori motivanti 9.2. Tecniche di riprogettazione organizzativa 9.3. L'AFD e la motivazione dei collaboratori 10. Il lavoro di gruppo 10.1. Lavorare in gruppo all'interno dell'organizzazione 10.2. Lavorare in gruppo tra infermieri 10.3. Gruppo primario e gruppo secondario 10.4. Fasi della vita di un gruppo 10.5. La presa delle decisioni Fattori da cui dipende la validità delle decisioni/Processo decisorio/Modalità di presa delle decisioni/Decisioni di routine e decisioni critiche 10.6. Problemi psicologici del gruppo 10.7. Efficacia del gruppo 10.8. La conduzione delle riunioni Tipi di riunione/Concetti generali sul ruolo di conduzione/Indicazioni pratiche 10.9. Suggerimenti per la formazione al lavoro di gruppo 11. La leadership 11.1. Leader formale e leader informale 11.2. Le basi del potere di influenza 11.3. Stili di leadership 11.4. Dimensioni strumentale ed espressiva della leadership 11.5. Leadership, personalità del capo e situazione 11.6. Suggerimenti per la formazione alla leadership 12. La gestione dei conflitti 12.1. L'analisi della situazione conflittuale 12.2. L'adozione dei provvedimenti miranti alla soluzione del conflitto 13. L'assistenza diretta 14. La funzione educativa 14.1. Generalità sulla funzione educativa dell'AFD 14.2. Alcuni principi di scienza dell'educazione, con particolare riferimento all'educazione degli adulti 14.3. Il processo di insegnamento-apprendimento Una condizione preliminare: la creazione di un 'clima educativo' nell'unità operativa/Analisi dei bisogni di formazione/Determinazione degli obiettivi formativi/Determinazione dei contenuti/Esame di metodi, tecniche e strumenti disponibili e scelta dei più idonei/Valutazione 14.4. Problemi particolari legati alla guida del tirocinio 15. La ricerca 15.1. La ricerca infermieristica 15.2. Tipi di ricerca 15.3. Il disegno della ricerca 15.4. Alcuni metodi di ricerca L'esperimento/Il sondaggio mediante intervista e/o questionario/L'analisi di un caso 15.5. Il rapporto conclusivo 15.6. Lavorare per il cambiamento Parte quarta. La responsabilità dell'AFD nell'ambito lavorativo 16. La responsabilità professionale, con particolare riferimento a quella dell'AFD 16.1. Generalità 16.2. Responsabilità disciplinare La responsabilità disciplinare conseguente all'obbligo di rispettare i principi deontologici/La responsabilità disciplinare derivante dagli obblighi contrattuali 16.3. Responsabilità penale 16.4. Responsabilità civile 16.5. Considerazioni conclusive sulla responsabilità professionale 16.6. Un problema particolare: la responsabilità dell'AFD nella tutela della salute nell'ambiente di lavoro Riferimenti bibliografici Indice analitico