Carocci editore - L'edilizia scolastica

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
L'edilizia scolastica

Riccardo Merlo, Franchino Falsetti

L'edilizia scolastica

Edizione: 1994

Collana: Manuali del progettista

ISBN: 9788843001071

  • Pagine: 256
  • Prezzo:30,30 25,76
  • Acquista

In breve

Progettare un edificio scolastico significa anche agire sull'organizzazione dell'insegnamento: questo è il presupposto, solo in apparenza ovvio, su cui il libro insiste particolarmente. Troppo spesso il mondo dell'insegnamento e quello del progettista non comunicano. Anche le pubblicazioni specifiche si rivolgono all'uno o all'altro con linguaggi, temi e modalità diversi, accentuando la differenza di competenza e di ruoli. Occorrono, invece, soprattutto in vista di una scuola che sia frutto dell'azione combinata di competenze specifiche diverse, strumenti di conoscenza omogenei, utili a progettisti, insegnanti o cittadini che, a vario titolo, siano coinvolti dall'istituzione scolastica. Non più, dunque, un progetto fatto solo di normativa tecnica e di tipologie formali, né un'attività educativa organizzata solo a partire da circolari e programmi di riforma. È al mondo della scuola nel suo complesso, ai tecnici del settore e agli operatori pedagogici che questo libro intende rivolgersi, fornendo spunti per una lettura critica delle conoscenze e dei linguaggi che interagiscono e concorrono alla definizione del 'progetto scuola'. Proprio per ciò, un architetto e un pedagogista hanno dato luogo a quest'opera, in cui il lettore troverà indicazioni che vanno dai modelli pedagogici della scuola di base alla situazione dell'edilizia scolastica in Italia, dall'interpretazione della normativa tecnica all'integrazione dei bambini handicappati nella scuola. Un'attenzione particolare è data all'utilizzazione degli spazi per le attività di laboratorio, agli angoli di interesse nella scuola materna, agli arredi. Infine numerosi esempi di edifici scolastici in Italia e all'estero evidenziano utili soluzioni per un orientamento nelle scelte.

Indice

Premessa 1. I modelli pedagogici della scuola di base nei programmi di riforma scolastica 1.1. Uno sguardo ai programmi di riforma Scuola materna (1991) / Scuola elementare (1985) / Scuola media dell'obbligo (1979) 1.2. Alcune considerazioni 2. La scuola di base degli anni Novanta: programmi di riforma e progettualità didattiche 2.1. Premessa 2.2. Scuola materna statale (D. M. 3 giugno 1991) La scuola dell'infanzia come istituzione / La scuola dell'infanzia: società e cultura / La scuola dell'infanzia: processi di apprendimento / La scuola dell'infanzia: indicazioni didattiche / La scuola dell'infanzia: organizzazione educativa e strutturazione degli spazi 2.3. Scuola elementare dell'obbligo (D. P. R. 12 febbraio 1985, n. 104) Scuola, famiglia, partecipazione / Scuola come ambiente educativo di apprendimento / Programma e programmazione / Organizzazione didattica (tempi e lavoro scolastico) / Scuola elementare e continuità educativa / L'impianto modulare della programmazione e organizzazione didattica / Spazi (strutture-infrastrutture e nuove esigenze di ridistribuzione degli spazi interni ed esterni alla scuola) 2.4. Scuola media dell'obbligo (D. M. febbraio 1979) Scuola media della formazione dell'uomo e del cittadino / La scuola orientativa / Continuità con la scuola secondaria superiore / Strutture partecipative per la collaborazione tra famiglia e scuola / Programmazione educativa e didattica / Unità del sapere: interdisciplinarità / Processi di apprendimento / Socializzazione 3. Situazione dell'edilizia scolastica in Italia 3.1. I fattori di trasformazione 3.2. Alcuni dati relativi alla situazione presente 3.3. Criteri operativi 4. Interpretazione della normativa tecnica vigente: il D. M. 18 dicembre 1975 4.1. Considerazioni generali sulla normativa tecnica 4.2. Localizzazione delle scuole, integrazione nel territorio, caratteristiche dell'area scolastica Integrazione scuola-territorio / L'area scolastica 4.3. Caratteristiche comuni degli uffici scolastici Morfologia e flessibilità dell'edificio scolastico / Altre caratteristiche dell'edificio / Caratteristiche degli spazi relativi all'unità pedagogica (aula) / Caratteristiche degli spazi per la mensa / Spazi per l'amministrazione (N.T. 3.7.) / Caratteristiche degli spazi per la distribuzione / Parametri dimensionali dei disimpegni / Caratteri degli spazi per servizi igienico-sanitari e per gli spogliatoi (N.T. 3.9.) 4.4. Scuola materna Localizzazione della scuola / Dimensione della scuola / Ampiezza dell'area / Norme relative all'opera / Caratteristiche degli spazi relativi all'unità pedagogica 4.5. Scuola elementare Localizzazione della scuola / Dimensionamento dell'edificio e dell'area scolastica / Caratteristiche degli spazi relativi alle unità pedagogiche / Spazi relativi alla comunicazione, all'informazione e alle attività parascolastiche e integrative / Spazi per l'educazione fisica / Spazi per la mensa / Considerazioni sugli standard dimensionali relativi alla scuola elementare 4.6. Scuola media Localizzazione della scuola / Dimensionamento dell'edificio e dell'area scolastica / Unità pedagogica (N.T. 3.1.3.) / Aule speciali (N.T. 3.2.0.) / Spazi relativi alla comunicazione, all'informazione e alle attività parascolastiche e integrative / Spazi per l'educazione fisica / Mensa / Indici standard di superficie 5. Provvedimenti legislativi, decreti e circolari, successivi al D. M. 18 dicembre 1975, che ne modificano le disposizioni 5.1. Uso dei locali e delle attrezzature scolastiche 5.2. Nuove norme relative alle attrezzature sportive nella scuola Caratteristiche e attrezzature delle palestre / Impianti sportivi polivalenti / Aggregazioni di tipologie / Caratteristiche dell'area / Caratteristiche delle palestre / Caratteristiche delle piscine 5.3. Dimensioni delle classi e delle sezioni D. L. 9 agosto 1993, n. 288 / Considerazioni generali 6. Integrazione dei bambini handicappati nella scuola italiana 6.1. Integrazione degli alunni handicappati 6.2. Dal D.P.R. 384/1978 alle nuove prospettive 6.3. Parametri dimensionali 6.4. Diversi tipi di handicap Handicap visivo / Handicap uditivo / Handicap motorio / Handicap mentale 6.5. Esigenze del bambino con handicap Esigenze spaziali / Esigenze acustiche / Esigenze visive / Esigenze tecnologiche / Esigenze di evidenziazione visiva / Esigenze di attrezzature 7. Angoli e centri d'interesse nella scuola materna 7.1. Gli 'angoli' di sezione 7.2. I 'centri d'interesse' negli spazi comuni 7.3. Anche la mensa può ospitare i centri d'interesse 7.4. Confronto fra diverse ipotesi di strutturazione dei centri d'interesse 7.5. Descrizione dei principali centri e angoli della scuola materna 7.6. Dimensione e numero dei centri d'interesse 8. Spazi per l'attività di laboratorio nella scuola dell'obbligo 8.1. Il laboratorio tra innovazione e sperimentazione Premessa / Il laboratorio nella scuola tra cultura e produzione / Il laboratorio come ricerca / Il laboratorio fuori-scuola: finalità e contenuti 8.2. Alle attività di laboratorio non corrispondono solo spazi attrezzati specifici, ma una molteplicità di ambienti Orientamenti generali per la strutturazione degli spazi di laboratorio 8.3. I laboratori attrezzati: confronto tra proposte di alcuni autori per la scuola dell'obbligo Considerazioni in relazione alle norme tecniche del D. M. 18 dicembre 1975 / Orari e programmi d'insegnamento della scuola media statale: dimensionamento delle aule speciali 8.4. Schede di documentazione relative ad alcuni laboratori Aula di classe come laboratorio / Laboratori attrezzati 8.5. Laboratori scientifici a Berlino: organizzazione degli spazi per l'attività scientifica Tipologia e organizzazione delle funzioni / Tipologia e organizzazione degli spazi 8.6. L'edificio scolastico come macrolaboratorio 8.7. Orientamenti generali per la progettazione della scuola dei laboratori: lo spazio scolastico come parametro educativo 8.8. Cosa evitare quando si progetta una scuola 8.9. Come ristrutturare le scuole esistenti per attuare la scuola dei laboratori 9. Criteri di ristrutturazione e progettazione degli spazi esterni 9.1. L'area scolastica Condizioni generali di sicurezza / Attrezzature esterne e aree disciplinari / Dimensioni dell'area scolastica e uso pubblico 9.2. Esempi di organizzazione dello spazio esterno Progetto di area di gioco per la fondazione B. Van Leher a Comacchio 10. L'arredo scolastico nella prospettiva di rinnovamento della didattica 10.1. L'ambiente scuola: dall'arredo tradizionale alle nuove progettualità 10.2. Alcune esperienze estere innovative Una metodologia di programmazione dell'arredo scolastico: il sistema LINS (Svezia) / Moduli polivalenti: progetti SEF (Canada) 10.3. Aspetti della situazione italiana 10.4. Il banco secondo la normativa UNI Sedia / Tavolo / Requisiti del tavolo secondo il Capitolato speciale per l'arredamento scolastico del ministero della Pubblica Istruzione / Considerazioni sulle norme UNI 10.5. Un nuovo modo per strutturare lo spazio con l'arredo 10.6. Nuove tipologie: gli elementi d'arredo nella scuola inglese Arredi per la scuola dell'infanzia inglese / Arredi per la scuola dell'obbligo inglese 10.7. Proposte di nuove tipologie d'arredo per la scuola dell'obbligo italiana Mobili contenitori / Criteri per arredare la scuola materna 10.8. Rinnovamento tecnologico e sicurezza dell'arredo scolastico 10.9. Linee di tendenza e prospettive 11. Esempi di edifici scolastici 11.1. Scuole materne Millfield Nursery School a Little Bloxwich Walsall (Inghilterra) / Scuola materna nel Comune di Solaro (Milano) / Scuola materna per due sezioni Arco Guidi (Bologna) / Scuola materna nel quartiere Corticella (Bologna) 11.2. Scuole dell'obbligo SAMSKAP a Malmö / La Kroksbäckskolan a Malmö / Scuola Maiden Erlegh, in Inghilterra / Scuole elementari e medie a Bologna / Scuola elementare a Cassano d'Adda (Milano) / Proposta di ristrutturazione degli spazi destinati all'introduzione del 'modulo' (scuola elementare Carducci a Bologna) / Progetto di ristrutturazione della scuola elementare Croce a S. Giovanni in Persiceto (Bologna) / Scuola elementare di Riale a Zola Predona (Bologna) / Ristrutturazione della scuola media Mameli a S. Giovanni in Persiceto (Bologna) Glossario Bibliografia