Carocci editore - Paolo Volponi, memoria e innovazione

Password dimenticata?

Registrazione

Paolo Volponi, memoria e innovazione

Cesare Pomarici

Paolo Volponi, memoria e innovazione

Dalla cultura classica alla rivoluzione informatica

Edizione: 2022

Collana: Lingue e Letterature Carocci

ISBN: 9788829017072

  • Pagine: 260
  • Prezzo:28,00 26,60
  • Acquista

In breve

Il libro – caratterizzato da un taglio storico-culturale e filologico – analizza il rapporto fra l’opera di Paolo Volponi e la letteratura greca antica, con l’obiettivo sia di proporre una nuova interpretazione complessiva del corpus volponiano, sia di raccontare la vicenda biografico-intellettuale di un autore vissuto, criticamente, al crocevia di una transizione culturale tuttora in corso: quella tra umanesimo di matrice classicista e rivoluzione informatica.

Indice

Introduzione. Scuotere il “bove” dalla lingua
Parte prima
Il poeta allusivo
1. Lirica greca e poesia post-ermetica

Il ginnasio-liceo: la lirica greca come “raccordo” fra scuola e vita/L’apprendistato poetico: la lirica greca come archetipo di scrittura/Dai Lirici di Quasimodo alle antologie crociane/Gli anni dell’UNRRA-CASAS e dell’Antica moneta/I lirici nella costruzione dello spazio poetico di Volponi
2. Il riuso degli incipit di Alceo nelle prime due raccolte
«Sei venuto / da terre lontane» / «Giunto è il momento d’impazzire»/«Non conosco il senso dei venti»/«Sospeso è il giorno»
3. Il topos dell’«ultima mela» di Saffo
«Violento e implacabile, ingannevole e strisciante»: l’amore della Saffo di Pavese
I Framents da Safo del Pasolini friulano/«Porgimi del tuo albero / il frutto più alto»/ «L’ultima mela / ha un’impronta di denti»/«Vorrei morire»
Parte seconda
Il poeta e il romanziere mit-istorico
4. Tra Olivetti e Pasolini: gli anni della “svolta narrativa”

«Una cieca stagione di fiducia»: Volponi assunto all’Olivetti/Le sproporzioni utopiche di Anteo/Il crocevia di “Officina”
5. Il giorno nove di febbraio
«Urano, gelido medico» vs. «Venere da teatro»/Psiche e astrologia all’Olivetti: la sincronicità di Jung/Psiche e astrologia all’Olivetti: l’unus mundus di Bernhard/L’«ad-empimento» di Volponi?
6. «Come Venere discinta / così Edipo è una stella nel cielo»
«Rime e rimorsi» di una vita industriale/Pedagogia e autobiografia di un padre-figlio/Venere e Edipo nel cielo “familiare” di Volponi/«Intanto passa Icaro...»/Aiace, Alceo, Saffo: fino a dove arriva la lex iterationis?/Variazioni filosofiche sul «disastro»/Il ritorno di Venere e Edipo/Non basta «l’amichevole assoluzione» di Pasolini/«Salva almeno il verso / se vuoi buttar via la poesia»
7. Dai paradigmi greci di Gerolamo al Laocoonte disegnato da Damìn
L’anti-Edipo “aperto” di Corporale/«L’abbiamo imparato da Omero»/L’Edipo “chiuso” del Lanciatore di giavellotto
Parte terza
Il traduttore politico e la “guida”
8. Tradurre Lisistrata alla fine degli “anni di piombo”

Una traduzione letterale à la française/Tra l’eros di Marcuse e quello di Foucault/«Che cos’è questo golpe?»/Lisistrata con Pasolini, Calvino, Sciascia, e Fo
9. Raccontare la Grecia fra Burckhardt, H. Miller, e Kavafis
Ritorna il “nodo” della Grecia/Talete: la scienza e la mistica/I poli del mito: «gigantesco o minimo»/Dopo i Colonnelli, la giovane democrazia/Guida turistica discontinua/Il mito dentro il reale
Parte quarta
L’allegorista archeologo
10. Dentro all’apocalisse culturale da «integrato»?

La mitologia aberrante di Con testo a fronte/«Bronzi millenari» nella «notte umbra»/«Ercole Bibax» viaggia solo in prima classe/Mercurio: «andrebbe bene a mediobanca»/Ercole sotto la neve/Lampi di teologia dirigenziale (ellenica)/Quadri metamorfici del «disastro»/Ercole e Mercurio nel «disastro»/Gli uccelli di Zeusi: «l’uomo che fabbrica il falso»
11. «I cavalieri, le lotte, le armi»: l’ultimo Volponi in una figura
Dal Cavallo di Atene a quello di Ierone/Il silenzio del Silenzio campale/Pasolini (e Fortini) prima di salire a cavallo/Metamorfosi equestre nella statua-in-corsa/«Cercate di leggere Parmenide e anche Callimaco...»/«Pietà e paura» che alienano/Un consiglio paterno non richiesto/Cinquant’anni dopo Quasimodo/Un dittico su Ierone (da Montefeltro)/Dove sarebbe potuto arrivare il Cavallo?
Conclusioni: memoria e innovazione
Bibliografia