Carocci editore - Come a Gerusalemme

Password dimenticata?

Registrazione

Come a Gerusalemme

Beatrice Borghi

Come a Gerusalemme

Reliquie, oggetti sacri e devozione nella Bologna medievale

Edizione: 2022

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788829013265

  • Pagine: 244
  • Prezzo:26,00 24,70
  • Acquista

In breve

L’elevato numero di reliquie conservato nel complesso monumentale dedicato al protomartire cristiano testimonia la devozione manifestata per secoli da chi raggiunse la basilica di Santo Stefano, la “Santa Gerusalemme” di Bologna. La storia delle sue reliquie attesta come i retaggi della venerazione dei sacri pegni, le cui origini risalgono a secoli remoti, perdurino da oltre mille anni. È nella città che le memorie del sacro assumono il loro più alto grado simbolico ed emblematico; è qui che non solo si destinano luoghi per custodirle, ma – grazie alla loro presenza – si alimenta anche l’orgoglio civico. Bologna come Gerusalemme: sedi di culti radicati in preesistenti edificazioni del sacro e che si sono evoluti, modificati, adattati e ricreati in geografie e paesaggi cristiani che serbano memoria di millenarie storie di fede.

Indice

Introduzione
1. Verso Bononia e la Jerusalem bononiensis tra archeologia e storia

Fuori e dentro l’antica Felsina: itinerari di pellegrinaggio e vie cittadine/Un complesso dedicato a santo Stefano. Biografia del protomartire cristiano/Il ritrovamento del corpo di Stefano e la diffusione delle sue reliquie/A proposito dell’Iseo bolognese e della lapide Dominae Isidi Victrici Nomine/Iside e Stefano, tra culti ancestrali e innovazioni cristiane: alcune ipotesi
2. Geografie del sacro: dai protomartiri bolognesi al ricostruttore patrono della città
Sotto la guida di un vescovo/I protomartiri bolognesi Vitale e Agricola/Dall’oblio a difensore della città: genesi e sviluppo del culto del vescovo Petronio/Il Sermo de inventione sanctarum reliquiarum del 1141
3. Cum esset Hierosolymis. Storia dell’intitolazione alla Sancta Jerusalem Bononiensis
Dalle tracce longobarde alla presenza carolingia/Il diploma di Carlo III/Il bacile cosiddetto di Pilato e le interpretazioni secolari dell’epigrafe/Intrecci interdisciplinari per nuove acquisizioni e interpretazioni sulla intitolazione alla Gerusalemme bolognese
4. Frammenti di cultura materiale: gli itinerari delle reliquie
S. Stefano, un pellegrinaggio minore?/Dove collocare le reliquie. Comunicare il sacro in architettura/Dall’Oriente all’Occidente. Costruire paesaggi cristiani/Il potere taumaturgico delle reliquie: miracoli e consuetudini in S. Stefano/Ferventi pellegrini verso Gerusalemme. Nuove migrazioni di reliquie
5. Censire le reliquie e i reliquiari: fonti per la storia della basilica stefaniana
«Ella è si ripiena di SS. Reliquie per ogni lato, che dir si puote un vero Reliquario»/ Dopo il 1141: gli inventari delle reliquie del XVI secolo e pratiche devozionali/Gli inventari del XVII secolo/Gli inventari del XVIII secolo/Dalle soppressioni napoleoniche a oggi
6. Le comunità monastiche in S. Stefano. Accogliere il fedele e alimentare il sovrannaturale
San Bononio e il primo documento sull’esistenza del monastero/Monaci al tempo del vescovo Petronio: un’ipotesi/Accogliere i pellegrini in S. Stefano: l’hospitale di S. Bovo/Note sulle fonti documentarie dopo la Vita petroniana/Strategie per riaffermare il sovrannaturale. Symon Pietro e il giallo del furto della Benda
7. La storia delle reliquie attraverso i loro involucri
Storie di fede e di arte/Ars mirabilis. Quanta bellezza negli adorni reliquiari/Per concludere
Appendice
Cronologia
Inventario delle reliquie e dei reliquiari. Basilica di S. Stefano in Bologna
Bibliografia
Fonti primarie
Fonti secondarie
Indice dei nomi
Indice dei luoghi