Carocci editore - Tradurre nell’Italia del Risorgimento

Password dimenticata?

Registrazione

Tradurre nell’Italia del Risorgimento

Maria Pia Casalena

Tradurre nell’Italia del Risorgimento

Le culture straniere e le idee di nazione

Edizione: 2021

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788829012008

  • Pagine: 240
  • Prezzo:25,00 23,75
  • Acquista

In breve

Durante il Risorgimento nel nostro paese furono tradotti moltissimi libri stranieri, che si affiancarono ai più noti riferimenti della storia e della letteratura autoctone nel plasmare e influenzare la formazione e la maturazione delle idee di nazione e nazionalismo. Al fine di ricostruire l’immaginario del mondo nazional-liberale, l’autrice individua e analizza quello che definisce il “canone in traduzione” della prima metà dell’Ottocento, cioè testi – romanzi soprattutto, ma non solo – che, adottati e adattati tramite manipolazioni varie, riuscirono a parlare al cuore e all’intelletto dei lettori e a fornire loro preziose chiavi di lettura del presente e del passato, arricchendone gli specifici valori sociali, religiosi, politici e consentendo l’inserimento dell’idea d’Italia nello spazio plurale dell’Europa e del mondo. Fu infatti grazie all’opera di alcuni illuminati editori se l’offerta culturale italiana venne modernizzata e variata, fino a raggiungere pubblici nuovi: le traduzioni da loro proposte – come dimostrano ristampe, riedizioni e contraffazioni – veicolarono nella penisola idee e contesti d’oltralpe, che arrivarono a una diffusione analoga a quella documentata in relazione ai testi del nostro mainstream.

Indice

Introduzione
Un altro canone
Risorgimento e traduzioni
Dati d’insieme e problemi di metodo
Le tessere del mosaico
1. Le traduzioni d’autore come prove di modernità
Vico, l’Italia e l’Empire/Cesarotti: dai Lumi al Risorgimento/Un bestseller tra Omero e la Grecia moderna/Manipolare per nazionalizzare/Didimo Chierico: la mediazione semiseria
2. Autori e libri stranieri: retaggi locali, strategie editoriali, discorsi pubblici e mediazioni complesse
Poche, nazionali o locali/Storia e geografia/Autarchici o esterofili/Passeurs da tavolino: traduttori del primo Ottocento/Libri stranieri in un campo di forze/Una politica invadente
3. Romanzi: visioni dell’altro tra memorie locali e disciplinamento sociale
Libri, passioni, traduzioni/Geografie e cronologie/L’Alemagna o del Risorgimento italiano/Balzac o del futuro indesiderato/Montecristo o del destino manifesto/Classici di ritorno: Arlincourt e Goldsmith nel decennio di preparazione/Manipolazioni editoriali e identità nazionale/Fuori dal coro
4. Tradurre la storia
Storia di tre città/Tradurre per tradire/Una storia nazionale in assenza/Napoleone, Walter Scott e un ebreo italiano/Infine... la Rivoluzione francese/Traduzioni e senso storico alla vigilia dell’Unità
5. Libertà e progresso in traduzione
L’Italia nell’Europa delle rivoluzioni/Quale Stato per l’economia?/Costituzione e circolazioni transnazionali/Il progresso senza la politica: le traduzioni scientifiche
6. Le culture straniere e l’idea d’Italia nel lungo Risorgimento
Un “canone” eclettico?/Sguardi sul Settecento (e sul Seicento)/Un Genio romantico/Scrittrici, donne, nazioni (e matrimoni)/Le prime Prigioni/Dalle storie degli altri alla Storia d’Italia/Un lungo Risorgimento
Bibliografia
Indice dei nomi