Carocci editore - Libertà di parola

Password dimenticata?

Registrazione

Libertà di parola

Massimo La Torre

Libertà di parola

Cittadinanza e avvocatura

Edizione: 2021

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788829011872

  • Pagine: 104
  • Prezzo:12,00 11,40
  • Acquista

In breve

Il volume pone in relazione due ambiti tematici che possono a prima vista sembrare tra loro lontani o disconnessi: la cittadinanza e l’avvocatura. La prima garantisce poteri di partecipazione alla produzione e applicazione della norma che regola la convivenza, la seconda offre assistenza per contribuire al processo che decide la norma individuale sul caso concreto e controverso. Per riallacciare il cittadino all’avvocato, il libro mette in gioco una nozione che è propria della cultura greca classica, la parresia. Essa non è mera libertà del parlare, ma è soprattutto una facoltà e una libertà qualificata. È pertanto manifestazione di un soggetto che non china il capo dinanzi al comando, ma che, anzi, a capo eretto si contrappone e chiede esplicitamente di partecipare e di condividere la produzione di una norma comune.

Indice

Avvertenza
Prologo
1. Cittadinanza e definizioni
2. Parresia. Genealogia della libertà di parola
3. Parresia e democrazia
4. Avvocatura e ambiguità normativa
5. L’avvocato e il concetto di diritto
6. Positivismo giuridico e legalismo
7. Diritto e morale. L’avvocato come parresiasta
8. Avvocatura e cittadinanza
Bibliografia
Indice dei nomi