Carocci editore - La guerra civile in Libia

Password dimenticata?

Registrazione

La guerra civile in Libia

Sofia Cecinini

La guerra civile in Libia

Dalla caduta di Gheddafi al governo Draghi (2011-2021)

Edizione: 2021

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788829011865

  • Pagine: 208
  • Prezzo:23,00 21,85
  • Acquista

In breve

Il volume ricostruisce i momenti cruciali della guerra civile in Libia per rispondere alle principali domande che attraversano il dibattito accademico e politico, tra cui il ruolo dell’Italia nella crisi libica, le scelte strategiche di Obama, Trump e Biden, il ruolo di Egitto, Russia, Francia, Arabia Saudita, Turchia, Qatar ed Emirati Arabi Uniti, la rivalità tra Italia e Francia nel Mediterraneo, e la penetrazione dell’ISIS. L’autrice propone una periodizzazione del conflitto in quattro fasi. La prima, denominata “periodo dei fallimenti elettorali”, comincia nell’ottobre 2011, quando si conclude l’intervento della NATO, e termina con le elezioni del giugno 2014. La seconda, detta “periodo del collasso”, è compresa tra l’agosto 2014 e il dicembre 2015, mese della ­ forma dell’accordo di Skhirat. La terza, o “periodo della rivalità tra Haftar e al-Serraj”, ha inizio nel marzo 2016 e giunge ­fino all’offensiva del generale Haftar contro Tripoli dell’aprile 2019. La quarta, o dell’“inversione degli equilibri”, va dall’intervento della Turchia in Libia al ­fianco del governo di Tripoli, nel novembre 2019, ­ fino ai primi mesi del governo Draghi (maggio 2021). L’excursus di questi complessi dieci anni apre a una riflessione sui possibili scenari a breve termine di un conflitto che fa parte di un contrasto ancor più grande e articolato per il predominio nel Mediterraneo.

Indice

Premessa
Introduzione
1. Il regime di Gheddafi e le radici del conflitto

Dalla nascita della Jamahiriyya al disgelo internazionale/Gheddafi e le relazioni con gli Stati Uniti/Gheddafi e le relazioni con l’Italia/Gheddafi e le relazioni con gli Stati confinanti
2. Lo scoppio della rivoluzione e l’intervento della NATO
Le Risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’ONU/La posizione delle amministrazioni Obama, Sarkozy e Cameron/L’Italia e l’intervento: la posizione dei principali protagonisti e la documentazione emersa finora/L’operazione militare e le caratteristiche dei bombardamenti
3. La prima fase del conflitto: dalla fine dell’intervento alle elezioni del 25 giugno 2014
Le false speranze del post-intervento/Le elezioni del 7 luglio 2012/L’attacco contro il consolato americano a Bengasi/Le elezioni del 25 giugno 2014
4. La seconda fase del conflitto: dall’estate 2014 alla firma degli accordi di Skhirat
La Libia dopo l’estate 2014/L’ISIS in Libia/La crisi migratoria/L’accordo di Skhirat e la nascita del Governo di accordo nazionale (GNA)
5. La terza fase del conflitto: dall’insediamento del GNA a Tripoli all’offensiva di Haftar del 4 aprile 2019
L’insediamento del GNA a Tripoli il 30 marzo 2016/L’internazionalizzazione del conflitto libico: i blocchi di paesi a favore di Tripoli e Tobruk/Le conferenze internazionali e la rivalità tra Italia e Francia/Verso Tripoli: l’offensiva di Haftar e il ruolo degli Stati Uniti
6. La quarta fase del conflitto: dall’intervento della Turchia a oggi (maggio 2021)
L’inversione degli equilibri/Il ruolo della Libia nelle mire di Erdogan nel Mediterraneo orientale/Dal cessate il fuoco dell’agosto 2020 alle elezioni del febbraio 2021
Conclusioni. La lezione di Max Weber
Prospettive future
Bibliografia
Indice dei nomi