Carocci editore - Il razzismo del duce

Password dimenticata?

Registrazione

Il razzismo del duce

Giorgio Fabre

Il razzismo del duce

Mussolini dal ministero dell'Interno alla Repubblica sociale italiana

Edizione: 2021

Collana: Studi Storici Carocci

ISBN: 9788829009466

  • Pagine: 568
  • Prezzo:49,00 46,55
  • Acquista

In breve

Mussolini fu ministro dell’Interno quasi ininterrottamente dal 1922 alla caduta del Regime nel 1943 e come tale utilizzò la burocrazia di cui disponeva plasmandola per i propri obiettivi politici. Così, nel corso degli anni, modificò in profondità la struttura istituzionale dello Stato, servendosi di alti funzionari del suo dicastero, tra i quali molti furono nominati ed elevati da lui stesso a ruoli di primo piano. In tale contesto di radicali mutamenti si svilupparono il razzismo e l’antisemitismo fascista. Sulla base di una cospicua documentazione inedita, il volume ricostruisce la cronologia della persecuzione antiebraica fascista – il cui avvio viene anticipato all’inizio del giugno 1938 – mettendo a fuoco l’azione antisemita del duce fino all’ultima drammatica fase della RSI e le sue responsabilità dirette nella persecuzione e nello sterminio degli ebrei italiani, a partire dal caso molto complesso dell’industriale Oscar Morpurgo. Oltre ad approfondire i rapporti che Mussolini intrattenne in prima persona con i vertici nazisti e le decisioni che assunse in proposito, il testo traccia poi i profili di alcuni protagonisti della politica antiebraica del Regime finora ignoti, molti dei quali vennero in seguito reinseriti nelle istituzioni del periodo postbellico senza suscitare alcun clamore.

Indice

Sigle e abbreviazioni
Introduzione
Cronologia
1. Il tragico “caso Morpurgo”

Una vicenda da ricostruire/Giorgio Morpurgo/“Non ebrei”
2. La “M” per il deportato
La difesa del Consiglio di Stato/Il “fermo” che fu un arresto/Deportato e poi sterminato/Il Consiglio di Stato della RSI/E ci furono perfino gli “effetti Morpurgo”
3. Dal destino della “razza italiana” in avanti
Ministeri cambiati/I Culti/Che cosa pensava il duce degli ebrei
4. La prima commissione
Una grande novità/Anomalie/Commissari di rilievo/Il caso degli ebrei stranieri
5. Un razzista cruciale
Chi era Le Pera/La polizia contro il direttore generale/Cattolici, ebrei/E la sua fine
6. Francoforte 1937
Dal 1935 e dall’Ufficio centrale demografico/Gross e Rosenberg/In Germania
7. Il duce e i nazisti. Roma 1938
Novità e lo stop per l’Anschluss/I tedeschi arrivano in Italia/Un incontro modesto
8. Il cosiddetto “Manifesto”
Preparazione/Starace
9. Teorico della razza (con qualche problema)
Le vecchie teorie/Ariana e mediterranea/Reazioni tedesche
10. La commissione principale
Un nuovo sconosciuto progetto/Stefano De Ruggiero/Gli anni seguenti della commissione/La commissione decisiva (settembre 1942).../...e quella del 1943
11. Gli altri commissari, fino alla RSI
Chi erano/Commissari e funzionari dopo l’8 settembre/Come funzionò la commissione
12. Quando il ministero cambiò: il Tribunale della razza
Una piccola rivoluzione del 1939/I “magistrati” del Tribunale
13. Il Consiglio superiore e le altre commissioni
Un organismo che non contava/Sulle pubblicazioni, una commissione sconosciuta/Altri funzionari ancora/E sui professionisti
14. I dipendenti “professori”
L’Accademia/Carlo Cecchelli/Giuseppe Genna/Carlo Magnino/Il “professore” direttore generale: Giovanni Petragnani
15. La rivista che invece contava
Come nasce “Razza e civiltà”/I redattori dipendenti/Le collaborazioni prestigiose e utili/E quelle un po’ differenti
16. “Corruzione”?
17. Il ministero sotto attacco e si difende

Evola.../...e Preziosi/Di nuovo Evola/Reazioni
18. Pure con i concorsi pubblici
Per Palermo.../...e per Roma
19. Adesso i tedeschi
Le nuove indagini razziali/Wannsee/Himmler e Korherr/Von Leers
20. Il problema Albini
Il nuovo sottosegretario/Un dato irrisolto: precettazione e mobilitazione, Buffarini e Albini
21. La Demorazza. Componenti e spese
Organigramma 1938-43/Bilanci/E poi la RSI/Ancora nel ministero/L’Ispettorato di Preziosi
23. I fascicoli personali e le “schede rosse”
24. Responsabile

Che cosa sapeva/Altri classificati di razza ebraica e deportati/Classificati di razza ebraica ma non deportati
25. Un razzismo “inesistente”
Il passato cancellato/E chi perfino migliorò la propria situazione
Appendice
A.1. Le commissioni della Demorazza
A.2. Le indagini di Buffarini Guidi
A.3. Il telegramma sulla macellazione rituale
A.4. La lettera di Giorgio Morpurgo di Scipione
A.5. La lettera del Card. Maglione
A.6. Il memoriale di Carlo Magnino
A.7. Le liste del rapporto Korherr (riassunto il 19 aprile 1943)
A.8. La lettera di Cogni a Pannunzio
Indice dei nomi