Carocci editore - I Balcani dopo le guerre

Password dimenticata?

Registrazione

I Balcani dopo le guerre

Roberto Belloni

I Balcani dopo le guerre

Ascesa e declino dell'intervento internazionale

Edizione: 2022

Collana: Biblioteca di testi e studi

ISBN: 9788829005512

  • Pagine: 256
  • Prezzo:24,00 22,80
  • Acquista

In breve

Dopo più di due decenni di transizione postbellica, gli Stati nati dalla dissoluzione della Jugoslavia sembrano destinati a non liberarsi dalle sabbie mobili di endemiche crisi politiche, economiche e sociali, corroborate da deboli istituzioni preda di politici autocratici, alti livelli di corruzione, disoccupazione dilagante e continue tensioni etnico-religiose. Le politiche per l’ingresso delle fragili democrazie balcaniche nell’Unione Europea sono state progressivamente diluite nella mancanza di chiare e realistiche prospettive di adesione, mentre altri paesi, non da ultimo la Russia, hanno dilatato la propria influenza geopolitica e i cittadini hanno manifestato delusione e malcontento con forme organizzate di protesta, dimostrazioni di piazza ed emigrazione. Il volume ricostruisce l’evoluzione dell’enorme investimento internazionale messo in campo a sostegno dei processi di costruzione della pace nella regione dei Balcani discutendone luci e ombre, dall’ascesa dell’intervento, caratterizzato dall’ottimismo delle aspettative, al declino seguito a una fase di incertezza e di stallo che ha avviato ciniche azioni più propense ad affermare forme di stabilità istituzionale che a onorare ideali e finalità che avevano motivato l’impegno internazionale.

Indice

Abbreviazioni
Premessa
1. Il peacebuilding nei Balcani

Introduzione/L’ascesa del peacebuilding/I Balcani/Le tre fasi del peacebuilding/Panoramica
2. L’evoluzione del peacebuilding
Introduzione/L’ascesa, lo stallo e il declino del peacebuilding/Conclusioni
Parte prima
Dayton: l’imposizione liberale
3. La stabilità e l’agenda anticorruzione

Introduzione/Rendite e reti clientelari/Il peacebuilding e la ricerca della stabilità/Le transizioni postbelliche e la corruzione/Pratiche di corruzione/La nascita dell’agenda anticorruzione/Conclusioni
4. La cura dei sintomi: la costruzione della società civile
Introduzione/La crisi del peacebuilding e l’ascesa della società civile/Le ambiguità della costruzione della società civile/La società civile e la lotta contro la corruzione/L’Unione Europea e la società civile/Conclusioni
Parte seconda
Bruxelles: il potere d’attrazione
5. L’UEtopia e il fascino dell’integrazione

Introduzione/Le lezioni apprese/La riforma dell’Europa/Le promesse del processo d’integrazione/Gli Stati membri dell’UE e la problematica dell’allargamento/Conclusioni
6. Le transizioni dei Balcani occidentali e il ruolo dell’UE
Introduzione/L’economia: crescita con disoccupazione e corruzione/Sicurezza: stabilizzazione e lotta alla criminalità/Questioni politiche e legali: il passato che non passa/L’Unione Europea in cerca di una strategia/L’allargamento diventa un miraggio?/Conclusioni
Parte terza
Tuzla: la svolta locale
7. Lo scetticismo nei confronti dell’Europa e le sue conseguenze

Introduzione/L’euroscetticismo e l’integrazione europea/L’euroscetticismo nei Balcani occidentali/Perché l’euroscetticismo?/Competizione geopolitica/Conclusioni
8. Smantellare il peacebuilding dal basso?
Introduzione/Le radici dello scontento popolare/L’agency pubblica e le proteste di massa/La governance sperimentale all’opera/Conclusioni
9. Conclusioni
La parabola del peacebuilding/I tentativi di rilancio dell’allargamento/RIP peacebuilding
Bibliografia
Indice dei nomi